A Maker Faire Rome i progetti d’innovazione di Terna per una rete elettrica sempre più efficiente, affidabile e sostenibile

L’INNOVAZIONE: DRIVER STRATEGICO DELL’ATTIVITÀ DI TERNA

 

Terna è il regista e l’abilitatore del sistema elettrico nazionale e della transizione energetica in quanto abilita la transizione verso nuovi modelli di produzione e consumo dell’energia elettrica. Le infrastrutture energetiche e, in particolare, le reti di trasmissione di energia elettrica, rivestono un ruolo chiave perché rappresentano uno degli strumenti per contribuire al raggiungimento degli ambiziosi target nazionali ed europei di decarbonizzazione. Lavorare per la realizzazione della rete elettrica del futuro significa anche pensare a come gestire questa infrastruttura sempre più tecnologica e sempre più complessa.

L’innovazione, che abbraccia i nostri asset, i nostri processi e le nostre persone, è perciò uno dei pilastri su cui si basa il business di Terna.

 

Terna: 1,2 miliardi di investimenti in innovazione e digitalizzazione per la rete elettrica del futuro

 

Nei prossimi anni l’innovazione, le nuove tecnologie e la digitalizzazione continueranno ad avere un ruolo chiave, ancor più centrale, per abilitare la transizione energetica a beneficio dell’intero sistema elettrico. Per rispondere alla crescente complessità del sistema, Terna dedicherà circa 1,2 miliardi di euro di investimenti, dei 10 miliardi di euro complessivi previsti dall’aggiornamento del Piano Industriale 2021-2025 ‘Driving Energy’, alla digitalizzazione e all’innovazione, concentrando gli sforzi sulle soluzioni più tecnologiche per il controllo da remoto delle stazioni elettriche e delle infrastrutture di trasmissione. Questo significherà proseguire con le attività di installazione di sensori, sistemi di monitoraggio e diagnostica, anche predittiva, al fine di migliorare la sicurezza, l’affidabilità e la resilienza delle reti elettriche, a beneficio anche dei territori.

 

I progetti di innovazione in Terna: dai droni alla robotica, dal metaverso al quantum computing

 

Sono 70 i progetti di innovazione attivi: il 70% di questi è dedicato al core business, quindi alla manutenzione della rete nazionale e alle attività di dispacciamento dell’energia elettrica; il 20% dei progetti è dedicato a soluzioni innovative afferenti ambiti “adiacenti” ma applicabili al settore elettrico come, per esempio, l’impiego di giubbotti di protezione, da sempre usati per le competizioni della Moto GP e oggi in sperimentazione da parte del personale operativo Terna nelle attività in quota su traliccio. Il 10% è, infine, rappresentato dai progetti di innovazione disruptive, come il quantum computing o il metaverso. L’innovazione applicata al core business di Terna si concentra su quattro aree tecnologiche: ‘Digital’ (soluzioni intelligenti per la gestione dell’energia e della potenza), ‘Energy Tech’ (soluzioni innovative che utilizzano tecnologie più efficienti e green), ‘Advanced Materials’ (attività di ricerca e sviluppo per l’utilizzo di materiali eco-compatibili a ridotto impatto sull’ambiente), ‘Robotics’ (per l’automazione dei processi). Droni e robotica sono tecnologie che Terna utilizza, sviluppando e sperimentando soluzioni, e, sempre più, facendo leva anche sulle competenze distintive delle persone dell’azienda, in particolare sugli aspetti di sicurezza e miglioramento delle condizioni di lavoro del proprio personale tecnico: proprio in questi ultimi ambiti Terna detiene, infatti, diversi brevetti a tutela della proprietà intellettuale sviluppata.

 

Terna
Posizionamento di un cavo elettrico sottomarino

I progetti di Terna a Maker Faire Rome 2022

 

Terna ha scelto di rinnovare anche per questa edizione la propria partnership con Maker Faire e condividerà, nello stand fisico e nell’area virtuale, alcuni dei progetti di eccellenza sviluppati per garantire una rete elettrica sempre più efficiente, affidabile e sostenibile.

 

Terna edu-game: la gestione del sistema elettrico spiegata in un gioco interattivo

Nel corso dell’edizione 2022 di Maker Faire, i visitatori potranno sperimentare cosa vuol dire gestire il sistema elettrico utilizzando la nuova tecnologia della “proiezione interattiva”. Terna ha, infatti, realizzato un edu-game in esclusiva per Maker Faire: un progetto che, attraverso l’integrazione di tecnologie hardware e software, ha permesso di sviluppare una mappa interattiva di un sistema elettrico. Grazie al video mapping, che sfrutta l’utilizzo di video proiettori di ultima generazione in grado di simulare l’effetto del touch mediante luci e ombre, ci si potrà sfidare in un edu-game interattivo e coinvolgente, alla scoperta del core business dell’azienda. Terna, infatti, è chiamata a garantire, istante dopo istante, il fondamentale equilibrio tra domanda e offerta di elettricità (l’attività cosiddetta di “dispacciamento”) e anche a pianificare una rete elettrica ancor più efficiente e sostenibile, in grado di favorire una sempre maggiore integrazione delle rinnovabili. Un’attività strategica e complessa che si articola in un vero e proprio ecosistema di opere e progetti, tra il cielo, la terra e il mare. Grazie al gamification, quindi, sarà più facile comprendere il fondamentale ruolo di Terna, in modo attuale, interattivo e immersivo.

 

L’utilizzo dei droni hi-tech per la manutenzione e il monitoraggio della rete elettrica

Terna ha condotto una sperimentazione su soluzioni robotiche per incrementare la sicurezza nell’esecuzione dei rilievi specialistici sulle linee elettriche in alta tensione. La sperimentazione si è tradotta in un progetto di innovazione che ha permesso di sviluppare un drone per attività specialistiche, su cui installare attrezzature portatili da tele-guidare, in particolare per la misura della resistenza elettrica dei conduttori delle linee di alta tensione.

Per ispezionare i tralicci degli elettrodotti, Terna si avvale dell’utilizzo di droni, che comportano diversi vantaggi in termini di accessibilità, specialmente in zone impervie, dove le campate delle linee sono difficilmente raggiungibili, e per l’incremento della sicurezza delle operazioni, dato che per l’ispezione e il monitoraggio delle linee con droni non è necessaria la presenza di personale in quota. Realizzare il monitoraggio di un asset con un drone significa anche sfruttare le potenzialità di uno strumento in grado di rilevare dettagli microscopici, facilitare la diagnosi e raccogliere dati per futuri controlli da remoto. 

 

A Maker Faire Rome 2022 i progetti di eccellenza di Terna per una rete elettrica sempre più smart e sostenibile

 

“Fonogrammi 2.0”: la nuova App di messaggistica per le comunicazioni operative

L’impegno di Terna in innovazione e digitalizzazione si è tradotto in iniziative volte a far evolvere le modalità di lavoro operative sul campo. È il caso del progetto di innovazione Fonogrammi 2.0, nato dalla collaborazione con una startup innovativa, che ha portato alla realizzazione di un applicativo in grado di digitalizzare le procedure di comunicazione tra le sale di Real Time Operation e il personale impegnato sul territorio durante le manovre di messa in sicurezza degli impianti di rete. Attraverso la nuova app di messaggistica istantanea, denominata Fonogrammi 2.0, le comunicazioni, che attualmente avvengono telefonicamente con scambio di fonogrammi trascritti su registri, sono state digitalizzate prevedendo l’integrazione con i sistemi aziendali già esistenti e dedicati allo scopo e garantendo la sicurezza e la protezione dei dati con elevati standard industriali.

 

Workair”, il nuovo DPI per la sicurezza del personale operativo nelle attività in quota

Terna pone al centro delle proprie iniziative e dei progetti le persone, in particolare la sicurezza nel lavoro quotidiano. In linea con l’approccio need-driven, l’azienda ha identificato una soluzione innovativa, il “Workair”, gilet airbag per la protezione da rischio caduta dall’alto e rischio urti, a seguito del fenomeno del cosiddetto pendolamento, del personale operativo durante le attività di scalata dei tralicci e in quota. La sperimentazione, attualmente in corso, sta dimostrando il valore e l’importanza di questo DPI innovativo da integrare a quelli già in uso in Terna, il cui utilizzo potrà essere esteso a tutto il personale operativo che svolge attività in quota, sottolineando ancora una volta l’impegno e l’attenzione di Terna rispetto alla sicurezza delle proprie persone.

 

Il progetto “Workair”

 

Nuove generazioni e competenze per la transizione energetica: il Tyrrhenian Lab

Coinvolgere la Generazione Z nella sfida della transizione energetica è tra gli obiettivi fondamentali del Tyrrhenian Lab, il nuovo centro di formazione di eccellenza di Terna in sinergia con università, centri di ricerca e poli di innovazione tra Cagliari, Salerno e Palermo. Sono le tre città dove approderanno i cavi del Tyrrhenian Link, l’opera più importante del Piano di Sviluppo della rete di trasmissione elettrica nazionale (un collegamento sottomarino da 950 km tra Campania, Sicilia e Sardegna, per un investimento pari a 3,7 miliardi di euro). In questo contesto, grazie all’accordo con i tre atenei locali, tra il 2022 e il 2025 si prevede la formazione di oltre 150 figure di elevata professionalità a cui sarà destinato un master universitario di 12 mesi sulle competenze strategiche fondamentali per la trasformazione energetica e digitale. Una volta completato il master, gli studenti potranno essere assunti nelle sedi territoriali Terna delle tre città. L’avvio del Tyrrhenian Lab rappresenta per Terna un’opportunità per stabilire una concreta connessione con la più giovane generazione che si sta affacciando al mondo del lavoro: per farlo l’azienda ha scelto di utilizzare gli strumenti di comunicazione preferiti dai più giovani, da TikTok ai podcast.

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Visita Maker Faire Rome dal 7 al 9 ottobre al Gazometro Ostiense. Info e biglietti https://makerfairerome.eu/it/biglietti/.