An event powered by
Cerca
Close this search box.

Una sedia a rotelle a guida autonoma progettata per persone con mobilità limitata

Viaggiare quando si ha ridotta mobilità può essere faticoso e frustrante. Dispositivi di mobilità autonomi come questa sedia a rotelle possono fare la differenza e rendere l’esperienza fluida e piacevole.

 

A livello globale si considera ci siano al mondo circa un miliardo di persone affetta da una qualche forma di disabilità. Solo in Europa, si stimano in 70 milioni i potenziali clienti per prodotti di tecnologia assistiva.

Se questi numeri non fossero ancora sufficienti per influenzare aspiranti imprenditori, allora forse un recente rapporto che indica che la spesa per le tecnologie assistive per gli anziani e le persone con disabilità dovrebbe raggiungere oltre 26 miliardi di dollari entro il 2024 riuscirà nell’intento.

La sedia a rotelle autonoma

Non è il tipo di stimolo che è servito a Whill, comunque. L’azienda giapponese ha recentemente presentato al CES di Las Vegas lo scorso gennaio l’ultima versione del suo robot di punta: una sedia a rotelle autonoma.

Questa sedia a rotelle è dotata di esclusivi pneumatici ad alta trazione e di un cestino posteriore per pacchi o generi alimentari. 

Con un’autonomia di 12 miglia, la capacità di superare ostacoli di circa 8 cm come, ad esempio, canaline e cordoli, e una stabilità molto elevata per strade sconnesse, questa sedia essere l’ideale per persone anziane o per chiunque abbia problemi motori o di vista. Con un peso di circa 112 kg è più leggera di molte soluzioni motorizzate per persone con mobilità ridotta. Inoltre, le sue capacità autonome forniscono un’indipendenza che alcune persone non possono ottenere in nessun altro modo.

Ad una velocità massima di circa 8 km/h, è tutt’altro che incredibilmente veloce ma se hai problemi di mobilità o di vista probabilmente non vuoi essere velocissimo e ti senti persino più sicuro a muoverti a bassa velocità. In ogni caso, queste caratteristiche rendono la sedia lo strumento ideale per spostamenti anche indoor, come ad esempio negli aeroporti o nelle stazioni.

Il video illustra bene il suo funzionamento: 

Perfetta per l’uso in grandi spazi e hub

Dopo i test all’aeroporto Schiphol di Amsterdam, all’aeroporto Haneda di Tokyo e all’aeroporto di Abu Dhabi effettuate fin dal 2019, WHILL ha finalmente portato la sua tecnologia di mobilità robotica in Nord America: negli aeroporti di Dallas e Winnipeg, infatti, i viaggiatori con limitazioni di mobilità possono prenotare un WHILL tramite il servizio ‘Scootaround’ e testare cosi ulteriormente i prodotti dell’azienda.

I test all’aeroporto di Abu Dhabi I Credit: Whill
I test alll’eroporto Haneda I credit: Whill

Utilizzando tecnologie di rilevamento e freni automatici, la sedia a rotelle WHILL rileva ed evita gli ostacoli negli aeroporti affollati, consentendo ai clienti di raggiungere il gate più velocemente.

“Quando si viaggia, si fa il check-in, si superano i controlli di sicurezza, arrivare in orario al gate è fondamentale per evitare il fastidio e la frustrazione di perdere un volo”, ha dichiarato Satoshi Sugie, fondatore e amministratore delegato di WHILL, in una nota. “I viaggiatori con mobilità ridotta di solito devono aspettare tempi più lunghi prima che un dipendente porti loro una sedia a rotelle e venga accompagnato al gate di imbarco, riducendo la loro flessibilità durante il viaggio e generando a volte frustrazione e imbarazzo rispetto agli altri passeggeri. Con questa sedia a rotelle autonoma stiamo offrendo l’opportunità ai viaggiatori con mobilità ridotta di muoversi in modo indipendente e spostarsi all’interno dell’aeroporto nel modo più agevole possibile”.

Una simulazione mostra il funzionamento delle sedie a rotelle autonome in aeroporto I credit: Whill

**********************************************

L’accessibilità è una priorità anche per gli aeroporti; viaggiare deve essere facile e fluido per qualsiasi tipologia di viaggiatore. Con dispositivi di mobilità autonomi come questi di Whill i  passeggeri con mobilità ridotta potranno vivere un’esperienza di viaggio meno stressante e più soddisfacente, in modo indipendente. 

I veicoli Whill – una vasta gamma, non soltanto a guida autonoma – sono disponibili anche per il mercato italiano. Informazioni nel sito dell’azienda


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, Pmi e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.