Tickets coming soon
An event powered by
Cerca
Close this search box.

AI per il settore immobiliare: il ruolo delle startup

Grattacieli visti dal basso

AI e settore immobiLIare: rivoluzione o evoluzione? 

Quello della AI è uno scenario molto promettente anche per il settore immobiliare. Molte startup stanno affiancando i grandi brand nello sviluppo di servizi per questo comparto

 

L’intelligenza artificiale ha un enorme potenziale per ridisegnare il settore immobiliare, con impatti a breve e lungo termine che vanno dall’emergere di nuovi mercati e tipologie di asset, all’innovazione nei modelli di investimento e di revenue.

Lo sviluppo dell’ecosistema IA, e la relativa infrastruttura di supporto, stimoleranno la domanda di immobili in diversi mercati in tutto il mondo. Il settore della PropTech (Property Tech) ha gettato le basi solide per l’integrazione dell’IA nelle applicazioni immobiliari, con l’industria immobiliare che ha iniziato ad abbracciare e adottare attivamente nuove tecnologie.

Lo scenario

Nel Global Real Estate Technology Survey 2023 di JLL, oltre l’80% di occupanti, investitori e sviluppatori immobiliari ha dichiarato di aver pianificato un aumento del proprio budget per la tecnologia immobiliare nei prossimi tre anni.

Questa scelta è senza dubbio alimentata da un ecosistema di PropTech in maturazione. Ci sono ora soluzioni tecnologiche per quasi ogni aspetto delle funzioni immobiliari, tra cui gestione degli investimenti, progettazione e costruzione, gestione degli edifici e delle strutture e gestione del portafoglio. Le basi perché vi si integri anche IA sono ormai gettate e ben solide.

A livello globale, sono oltre 500 le aziende che già forniscono servizi alimentati dall’IA per il settore immobiliare e che offrono valore in termini di maggiore efficienza e risparmio sui costi. I principali casi d’uso dell’IA nel comparto includono:

  • Classificazione dei documenti e standardizzazione dei dati per l’analisi e il confronto dei dati del portafoglio
  • Estrazione dati IoT per la gestione automatizzata delle strutture
  • Modellazione e previsione dei prezzi per la gestione degli investimenti
  • Elaborazione delle immagini satellitari per la valutazione degli asset e la gestione del rischio
  • Cattura della realtà per il monitoraggio dei cantieri
  • Pianificazione per progetti di costruzione e di capitale
  • Raccomandazione e accoppiamento per transazioni di locazione e investimento

PropTech e AI

La PropTech, che sta per “tecnologia immobiliare”, è il termine che indica l’uso della tecnologia per migliorare il modo in cui le persone acquistano, vendono, ricercano, promuovono e gestiscono l’immobiliare. Si riferisce anche a varie innovazioni tecnologiche utilizzate nel settore immobiliare per aumentare la produttività, migliorare la presa di decisioni e accelerare le procedure.

L’IA è in prima linea in questo cambiamento digitale, dalle ricerche immobiliari e i tour virtuali all’analisi predittiva e ai sistemi di gestione immobiliare. Gli agenti immobiliari possono aprire nuove opportunità, semplificare i processi e offrire migliori esperienze ai clienti utilizzando il potenziale dell’IA.

Piattaforme PropTech come Deepki, Giraffe360, IMMO Capital, aiutano potenziali affittuari e acquirenti nella loro ricerca immobiliare e forniscono strumenti di chiusura e servizi software per il finanziamento di una casa, beneficiando sviluppatori, investitori e società di gestione immobiliare, rendendo l’industria immobiliare migliore, più efficiente e più facile da navigare per tutte le parti coinvolte. A queste grandi aziende si stanno affiancando startup interessanti che esplorano ogni nicchia di questo settore e arrivano sul mercato con soluzioni capaci di efficientare flussi, processi e performance.

In generale, il futuro dell’IA nel settore PropTech è promettente, e è probabile che vedremo molti altri casi d’uso emergere man mano che la tecnologia continua a evolversi e maturare.

Startup Proptech: le migliori da tenere d’occhio

Skyline

Nota anche al di fuori dell’ambito Real Estate per essersi aggiudicata il riconoscimento di CB Insights quale “Most innovative AI startup of 2019”, la giovane azienda americana è formata da sviluppatori, esperti di AI e Real Estate e sviluppa una piattaforma AI based per l’analisi dei patrimoni immobiliari con finalità commerciali. La sua tecnologia è in grado di processare milioni di data points per rendere fruibile una quantità organizzata di informazioni altrimenti impossibile da analizzare. Skyline AI è stata acquisita da JLL nel corso dell’agosto 2021.

Localize

Un’applicazione in grado di effettuare il fact checking degli annunci immobiliari, ai fini di garantire ai potenziali acquirenti soltanto le proprietà coerenti con i requisiti desiderati, che siano l’esposizione al sole, piuttosto che la vicinanza ad un parco o qualsiasi fattore possa influire sulla decisione di acquisto. Dotata di interfaccia estremamente user friendly, Localize è ancora disponibile per il solo mercato americano (in alcune città/regioni)

Nobbas

Servizio in grado di aiutare le persone a collaborare durante la scelta di un’immobile, con un approccio che ricorda molto le app di dating come Tinder, con la possibilità di fare swipe a destra per le scelte condivise e swipe a sinistra per le opzioni poco gradite. Questo strumento media e risolve le classiche discussioni tra marito e moglie e funziona anche coinvolgendo un agente immobiliare quale consigliere esperto.

HomLuv

Sviluppa un’applicazione che utilizza la AI per aiutare le persone a trovare la casa dei loro sogni sulla base delle preferenze di design. I clienti possono infatti scegliere varie opzioni relative ai vari ambienti della casa, come la cucina, le camere e i bagni, selezionando una serie di immagini che coincidono con le loro preferenze. Una volta definita questa fase, l’applicazione effettua una ricerca in grado di restituire soltanto gli immobili che rispecchiano determinati requisiti in termini di design.

Tririga

Non è una vera e propria startup, quanto un brand di IBM che utilizza la tecnologia AI di Watson Works. Si tratta di è uno strumento che consente ai facility manager di gestire i vari aspetti relativi alla gestione e all’organizzazione dei luoghi di lavoro: dal layout degli uffici fino agli aspetti legati alla manutenzione. Suite molto completa in grado di coinvolgere, oltre alle AI, anche tecnologie IoT, utili per rilevare ad esempio i flussi di persone all’interno dei locali.

fonti: Proptech I Sole 24Ore I Massimo Canducci I JLL

immagine di copertina: Sean Pollock via Unsplash

autrice: Barbara Marcotulli


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, PMI e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, YouTube) e  iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.