Da plastica (usata) nasce piastrella: il progetto gjenge makers

Trasformare le bottiglie di plastica usate in piastrelle da rivestimento indistruttibili e coloratissime: lo fa l’imprenditrice keniana Nzambi Matee

 

Cosa c’è di più maker di un progetto che non crea, non distrugge ma, piuttosto, riprogetta e ripropone a nuovo uso ciò che esiste già (ed è persino un problema enorme)? E’ quello che ha fatto Nzambi Matee, ingegnere dei materiali di Nairobi, che nella plastica ha voluto vedere un’opportunità e una scommessa.

L'imprenditrice Nzambi Matee I foto: Gjenge Makers
L’imprenditrice Nzambi Matee 

Plastica, amore e odio

Tutti amiamo la plastica: pratica, igienica, robusta. Tutti, ne detestiamo l’impatto ambientale: l’assenza di politiche pervasive di riciclo e riuso stanno soffocando il pianeta di rifiuti in plastica.

Come abbiamo già spesso sottolineato, non è necessariamente la plastica in se il problema quanto la sua qualità (che spesso non ne permette il riciclo), la nostra capacità di sviluppare processi di economia circolare (ancora troppo debole per le esigenze del pianeta; e da invocare a gran voce), la scarsa consapevolezza ambientale ancora presente in tanti paesi, soprattutto quelli più svantaggiati.

La plastica – ha dicharato Nzambi Mateeè un materiale che viene utilizzato in modo improprio e frainteso. Il suo potenziale è enorme, ma il suo ‘dopo vita’ può essere disastroso” .

La scommessa di Gjenge Makers

Gjenge Makers trasforma i rifiuti plastici in mattoni/piastrelle da pavimentazione per esterni che sono più economici, resistenti e duraturi del calcestruzzo. I mattoni – già adottati nella costruzione di case, scuole e parcheggi – vengono prodotti in tre differenti spessori (a seconda dell’uso) e in numerosi colori.

Gjenge Makers, fondata da Nzambi Matee nel 2018, è una scommessa vinta. L’ingegnera Nzambi Matee, la sua fondatrice, all’epoca ancora impiegata presso una società petrolifera del suo paese, aveva intravisto un enorme potenziale nella riconversione della plastica da bottiglie. Un anno di ricerche per testare combinazioni di plastica e sabbia, alla ricerca delle giuste proporzioni per creare piastrelle da costruzione resistenti: simili ai “kinker” ma interamente “ecologici” perchè frutto di riuso di materiali di scarto, appunto.

Scopri nel video come funziona il processo di trasformazione messo a punto da Gjenge Makers:

I risultati

Ad oggi, Gjenge Makers ha riciclato più di 20 tonnellate di scarti plastici. E ogni giorno produce dalle 1000 alle 1500 piastrelle in plastica riciclata. Che, oltre ad essere colorate, hanno un punto di fusione a 350° Celsius e sono più durevoli delle abituali in calcestruzzo. Un materiale ideale per pavimentare cortili scolastici, aree pubbliche e private, percorsi pedonali – esattamente come avviene con le piastrelle tradizionali, solo, stavolta, “con la coscienza pulita”

Le piastrelle per pavimentazione esterna di Gjange Makers, realizzate con plastica riciclata e sabbia

 

Importantissimo: Gjenge Makers ha già creato occasione di lavoro per 122 persone della comunità, e la maggior parte di queste sono donne. Una ulteriore riprova che approcci “circolari” abilitano la costruzione di modelli di business pienamente sostenibili. 

Parte del team di Gjenge Makers

L’importanza del percorso di accelerazione

Imprenditrice con un passato da analista e ingegnera dei materiali presso un’azienda petrolifera, Nzambi Matee ha dedicato un anno per testare combinazioni di plastica e sabbia alla ricerca delle giuste proporzioni per creare mattoni da costruzione resistenti. L’occasione per il “salto” è arrivata quando ha vinto una borsa di studio per partecipare a un programma di formazione sull’imprenditoria sociale negli Stati Uniti. I laboratori della University of Colorado Boulder sono stati l’ambiente perfetto per testare ulteriormente la miscela di sabbia e plastica ma anche per capire come costruire il macchinario che, di fatto avrebbe permesso di avviare la produzione e dare impulso all’intero progetto

A Maker Faire Rome – The European Edition, ci impegnamo da sempre a costruire ponti tra i maker, gli inventori, gli innovatori e l’azienda già avviata o gli ambiti della ricerca, e viceversa, attraverso percorsi di matchmaking e format di open innovation. Crediamo moltissimo nell’intersezione tra realtà, approcci, visioni e competenze, e abbiamo aiutato negli anni tanti progetti a scalare, entrare in produzione, conquistare il mercato. 

I premi e i riconoscimenti

Gjenge Makers ha conquistato già numerosi premi in contest nazionali e internazionali. In particolare, ha vinto il programma delle Nazioni Unite “Young Champions of the Earth Prize”,che premia i progetti realizzati da giovani innovatori e imprenditori dedicati a creare le condizioni per un pianeta più vivibile e un’economia più sostenibile. 

Informazioni sul premio e sulla vittoria di Gjenge Makers – qui.

Anche il mercato sta premiando Gjenge Makers: le piastrelle simil-klinker fanno già bella mostra di se’ in scuole, giardini, spazi pubblici e cortili privati. Versatilità e sostenibilità sono driver importanti.

Pavimentazione realizzata da Gjenge Makers
Paviementazione realizzata da Gjenge Makers
Pavimentazione realizzata da Gjenge Makers
Pavimentazione realizzata da Gjenge Makers

Scopri di più sul rapporto tra economia circolare e mercato nel report che abbiamo recentemente pubblicato in collaborazione con Unicredit e Ipsos; lo trovi qui > https://bit.ly/3AKR7QB

fonti: Designboom I GjengeMakers

foto e foto di copertina: di Gjenge Makers


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD INNOVATION PARTNER

è organizzato indipendentemente ed opera sotto licenza di
Maker Media inc. È un evento

COSA È MAKER FAIRE

È la più importante manifestazione sull’innovazione. Un evento ricco di invenzioni e creatività, che celebra la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico. È il luogo dove maker, imprese e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. Riunisce gli appassionati di tecnologia, gli artigiani digitali, le scuole, le università, gli educatori, gli hobbisti, i centri di ricerca, gli artisti, gli studenti e le imprese. Tutti vengono a mostrare le loro creazioni e condividere le loro conoscenze. I visitatori vengono a Maker Faire per “ intravedere” il futuro e trovare l’ispirazione per diventare essi stessi “Makers”.

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy