Espositori 2015


PrinterBOTtle : stampante 3D alimentata da bottiglie di PET

Una grossa limitazione alla diffusione della stampa 3D di basso costo nei paesi in via di sviluppo è la difficoltà nel reperire il filamento. Noi vogliamo risolvere il problema alla radice alimentando le stampanti direttamente con bottiglie in PET (un rifiuto molto comune e di facile ed economica reperibilità sia nei paesi industrializzati che in quelli in via di sviluppo). Al posto del solito metodo che prevede lavaggio/asciugatura/macinatura/estrusione di filamento/stampa 3D noi ritagliamo (a mano o automaticamente) un sottile nastro di plastica dalle bottiglie in PET e con esso si alimenta direttamente un estrusore per stampanti 3D opportunamente modificato. Rimangono ancora da risolvere alcuni problemi di temperatura/velocità di fusione del PET (una termoplastica che cristallizza facilmente) prima di ottenere una soluzione interamente automatica ed affidabile.
Italy


PrinterBOTtle : stampante 3D alimentata da bottiglie di PET

Carlo Fonda

Carlo Fonda lavora per l’ICTP Science Dissemination Unit. Collabora anche in progetti di formazione tecnica nel campo delle telecomunicazioni radio di basso costo. I suoi interessi includono la programmazione, le tecnologie impiegate nei FabLab (come la stampa 3D e il taglio laser), le tecnologie web e multimediali per la scienza, l’uso di tablet e smartphone per la ricerca e la formazione scientifica. Co-fondatore dell'ICTP Scientific FabLab e co-organizzatore della Trieste Mini Maker Faire.


  P43 - ICTP Scientific FabLab (SciFabLab)
 2015

Back
 
Dati aggiornati il 28/09/2021 - 22.00.09