Espositori 2016


Claw machine

Claw machine

Questo progetto è stato costruito dopo scuola nel tempo libero, per hobby. Lo scopo è quello di creare un progetto interessante e creativo, e usata come tesina conclusiva del corso di studi che ho frequentando. Il progetto è stato concepito nel settembre 2015, con le prime bozze create in cad 3D, dopo tante modifiche e migliorie strutturali è iniziata la realizzazione pratica del progetto che prevedeva la stampa in 3D dei primi pezzi meccanici e la saldatura della struttura di ferro.
Una volta assemblata la struttura meccanica, sono passato alla realizzazione delle prime schede elettroniche che sono tutte auto-costruite (tranne Arduino) con il metodo dell’incisione mediante percloruro ferrico.
Questo progetto è una rappresentazione di una macchina da gioco presente nella maggior parte delle sale giochi. Lo scopo del gioco consiste nell'afferrare dei piccoli oggetti usando un'artiglio. Differisce dalle altre in quanto vi è installata una telecamera per la visione dall’alto e un modulo che gestisce il pagamento centralizzato mediante card ricaricabili.
La macchina è completamente auto-costruita partendo dalle materie prime e gestita da un'elettronica open-suorce basta su microcontrollori atmel.
Queste card ricaricabili possono essere usate per tutte le macchine presenti nella sala giochi e grazie all'implementazione di queste tessere è possibile fare degli studi statistici mediante database.

Italy


Claw machine

Mattia Cordioli

Mi chiamo Mattia Cordioli, ho 18 anni e abito a Verona. Ho frequentato un'istituto tecnico indirizzo telecomunicazioni e adesso studio ingegneria dell'informazione e delle comunicazioni presso l'Università di Trento. Nel tempo libero mi occupo di stampa 3D, taglio laser e prototipazione con Arduino. uno dei miei ultimi progetti è la macchina per prendere i peluches con qualche piccola variante.


  C12 (pav. 9) - Mattia Cordioli
 2016

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04