Espositori 2017


Titolatore automatico a basso costo - Piaccadino
Titolatore automatico a basso costo - Piaccadino

Titolatore automatico a basso costo - Piaccadino

Piaccadino è un titolatore automatico open-source a basso costo, compatto e completamente programmabile per l’analisi degli alimenti nel settore scientifico della post-raccolta. Piaccadino è stato progettato per consentire determinazioni rapide e semplici del contenuto in acidi organici in frutta e ortaggi. La facilità d’uso e la riproducibilità delle misure consentita da Piaccadino riduce l’errore delle acquisizioni e massimizza l’efficienza in laboratorio, rispetto ad una classica titolazione manuale. Piaccadino permette inoltre di eseguire calcoli in tempo reale, salvare ed esportare i risultati delle misurazioni.
Il cuore del sistema è costituito da un controllore Arduino Micro in grado di gestire contemporaneamente una sonda di pH, una termoresistenza ed una pompa peristaltica. Piaccadino un progetto multipiattaforma che può essere controllato mediante l’uso di computer in cui è installato il notebook Jupyter. Conseguentemente, Piaccadino può essere utilizzato con qualsiasi sistema operativo (Windows, Linux o Macintosh) e l’impiego di Jupyter consente di espanderne le funzionalità implementando algoritmi basati su linguaggi di programmazione di quarta generazione come Python, R, Julia, Matlab, ecc. Piaccadino è stato quindi progettato per essere estremamente flessibile e upgradabile per rispondere a tutte le esigenze dell’utente.
Italy


Titolatore automatico a basso costo - Piaccadino

Riccardo Massantini, Roberto Moscetti, Flavio Raponi, Serena Ferri

Riccardo Massantini
Riccardo Massantini è Prof. Associato presso l’Università della Tuscia di Viterbo. Il Prof. Massantini ha una esperienza più che trentennale nella ricerca e nella didattica nello studio delle caratteristiche fisiche, chimiche e fisico-chimiche degli alimenti. Nel dettaglio, il Prof. Massantini si occupa dello studio delle innovazioni lungo la filiera agroalimentare per il miglioramento della qualità e della sicurezza dei prodotti ortofrutticoli. Attualmente, il Prof. Massantini ha collaborazioni di ricerca con (1) lo United States Department of Agriculture - Agricultural Research Service - Plant Mycotoxin Research Unit del Western Regional Research Center (Albany, California), (2) la Faculty of Bioscience Engineering - Department of Biosystems - Division of Mechatronics, Biostatistics and Sensors della Katholieke Universiteit (Leuven, Belgio), (3) il Postharvest Technologies and Processing Unit - Department of Agricultural Engineering della University of Kassel (Witzenhausen, Germania) and (4) l’Energy Research Unit – Department of Energy Efficiency afferente alla SINTEF (Trondheim, Norvegia). Tali collaborazioni hanno consentito al Prof. Massantini di produrre risultati scientifici originali ed innovativi (pubblicate in riviste internazionali del settore) nel campo delle tecnologie non-distruttive applicate allo studio quanti/qualitativo di frutta e ortaggi (spettroscopia Vis/NIR, analisi di immagine iperspettrale, analisi di immagini RGB ed impiego del naso elettronico) e delle metodiche statistiche multivariate, la chemometria e la computazione dei dati.
Il Prof. Riccardo Massantini ha prodotto 150+ pubblicazioni scientifiche: 65 delle quali censite nel database internazionale Scopus. L’H-Index relativo a tali pubblicazioni è pari a 15.

Roberto Moscetti
Roberto Moscetti è un Post Doc afferente all’Università della Tuscia. In questo contesto, egli collabora multidisciplinari nel settore delle tecnologie alimentari con il Dipartimento per la Innovazione nei sistemi biologici, agroalimentari e forestali (DIBAF), il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE) ed il Dipartimento di Economia, Ingegneria, Società e Impresa(DEIM). Il Dott. Moscetti ha competenze che riguardano la spettroscopia Vis/NIR, l’analisi di immagine multi/iperspettrale ed in generale l’uso di strumentazioni per misurazioni non-distruttive su alimenti. Il Dott. Moscetti ha collaborazioni internazionali con altri centri di ricerca e Università, supportate dal Dott. Ron P. Haff (United States Department of Agriculture - Agricultural Research Service - Plant Mycotoxin Research Unit del Western Regional Research Center ad Albany, California), dal Prof. Wouter Saeys (Faculty of Bioscience Engineering - Department of Biosystems - Division of Mechatronics, Biostatistics and Sensors afferente alla KU Leuven, Belgio) e dalla Dott.ssa Barbara Sturm (Department of Agricultural Engineering della University of Kassel, Witzenhausen, Germania). Tali collaborazioni hanno consentito al Dott. Moscetti di produrre risultati pubblicati su riviste scientifiche internazionali in cui è primo autore e quindi parte attiva delle fasi di ricerca e stesura del manoscritto finale.
Da circa sette anni il Dott. Moscetti sia interessa della ricerca anche nel settore delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC); pertanto, ha svolto studi e ricerche mirate ad evolvere il suo profilo scientifico dal tradizionale “food scientist” al più completo “data scientist”. Per raggiungere tale obiettivo, il Dott. Moscetti si è dedicato allo studio di approcci di programmazione agnostici e più specificatamente a [1] migliorare le proprie competenze nella scrittura di algoritmi utilizzando linguaggi di programmazione di quarta generazione (es. R, Matlab, Python, ecc), [2] approfondire le conoscenze in ambiente GNU/Linux (es. Ubuntu e shell Bash), [3] acquisire esperienza nell’impiego di ambienti di sviluppo virtualizzati (es. Vagrant, Docker, Amazon EC2, etc.) ed anche ad [4] apprendere l’uso di ambienti di sviluppo agnostici (es. Jupyter). L’esperienza acquisita dalle attività di ricerca svolte ha consentito al Dott. Moscetti di coprire una posizione di docenza per studenti del terzo livello (studenti Ph.D.), dal titolo ‘Introduction to R programming language in statistics’. Il Dott. Moscetti svolte tale attività di docenza dal 2015 ad oggi.
Il Dott. Moscetti ha prodotto 40+ pubblicazioni scientifiche: 31 delle quali censite nel database internazionale Scopus. L’H-Index relativo a tali pubblicazioni è pari a 8.

Flavio Raponi
Flavio Raponi è un dottorando al secondo anno in Scienze, Tecnologie e Biotecnologie per la sostenibilità che afferisce al Dipartimento per la Innovazione nei sistemi biologici, agroalimentari e forestali – DIBAF, presso l’Università degli Studi Della Tuscia (Viterbo, Italia). Laureato magistrale con lode in chimica analitica presso l’Università degli Studi Della Sapienza (Roma, Italia), possiede un solido background in tecniche cromatografiche e spettroscopiche, consolidate anche durante un periodo di ricerca all’ estero di sei mesi, presso i laboratori di Plant Science, dell’Università di Cranfield (Crandield, Regno Unito). L’attività di ricerca del dottorato è svolta sotto il tutoraggio del Prof. Massantini e riguarda, genericamente, lo sviluppo e la ottimizzazione di metodi analitici su matrici alimentari. Attualmente il Dott. Raponi lavora con HPLC-DAD, spettroscopia Vis/NIR, naso elettronico e disidratatori a flusso di aria calda, con l’obiettivo di migliorare il processo di disidratazione e la qualità di frutta e verdura biologica disidratata. L’attività di ricerca del Dott. Raponi è parte di un progetto europeo chiamato SusOrganic –‘Sviluppo di standard qualitativi ed ottimizzazione di processi per prodotti organici”, finanziato dal consorzio CORE Organic Plus (Coordination of European Transnational Research in Organic Food and Farming System, ERA-NET action) e cofinanziato dal Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali). Le attività di ricerca legate al progetto consentono al Dott. Raponi di instaurare rapporti di collaborazione con il Postharvest Technologies and Processing Unit - Department of Agricultural Engineering – at the University of Kassel (Witzenhausen, Germania). Parte del suo progetto di ricerca è già stato pubblicato in prestigiose riviste internazionali.

Serena Ferri
La Dott.ssa Serena Ferri è laureata magistrale con lode in Sicurezza e Qualità Agroalimentare presso l’Università degli Studi Della Tuscia (Viterbo, Italia). Attualmente, la Dott.ssa Ferri è Dottoranda del XXXII ciclo di dottorato in ‘Engineering for Energy and Environment’, curriculum ‘Biosystem and Environment’, del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE) dell’Università degli studi della Tuscia (Viterbo, Italia). Il piano di ricerca del dottorato della Dott.ssa Ferri afferisce alle attività previste per il progetto europeo ‘SusOrganic’ - ‘Development of quality standards and optimized processing methods for organic produce’ che ha come coordinatore scientifico il Prof. Riccardo Massantini dell’Università della Tuscia di Viterbo. Nel dettaglio, la tesi di dottorato della Dott.ssa Ferri riguarda l’analisi quanti/qualitativa di ortofrutticoli di origine biologica durante le fasi di disidratazione a tunnel a flusso di aria calda orizzontale. Il progetto di tesi ha l’intento di ottimizzare i parametri del processo per limitarne i consumi energetici e massimizzare la qualità organolettica e nutrizionale del prodotto finito. In questo contesto, la Dott.ssa Ferri svolge attività di ricerca multidisciplinare, occupandosi di ricerca ed innovazione sia nell’ambito delle tecnologie alimentari (Docente di riferimento Prof. Riccardo Massantini, DIBAF) che in quello dell’ingegneria agraria (Docente di riferimento Prof. Danilo Monarca, DAFNE). L’attività sperimentale in questione le ha consentito di essere autrice di pubblicazioni scientifiche a livello internazionale.


  A2 (pav. 6) - Università degli Studi della Tuscia
 2017

Back
 
Dati aggiornati il 09/11/2021 - 11.51.35