Espositori 2017


Safety and Security in Industry and healthcare
Safety and Security in Industry and healthcare

Safety and Security in Industry and healthcare

Sicurezza, precisione e performance hanno un ruolo chiave nelle fabbriche e degli ambienti di vita del futuro. Attraverso diversi progetti multidisciplinari mostreremo come questi aspetti possono essere declinati nella progettazione di veicoli autonomi industriali, nel design open source e collaborativo di dispositivi medici, nella realtà aumentata, nei cyber physical system. I progetti verranno presentati mettendo al centro l’utente, illustrando anche le nostre attività di formazione nei paesi in via di sviluppo e stimolando la curiosità e le competenze nel settore ICT attraverso i robot LEGO
Italy


Safety and Security in Industry and healthcare

•Lucia Pallottino • Manolo Garabini •Danilo Caporale • Stefano Giordano •Vincenzo Ferrari •Carmelo De Maria •Di Pietro Licia.• Giuseppe Caruso •Ilias Seitanidis •Clara Amato •Giuseppe Portaluri

• Lucia Pallottino. Lucia Pallottino è Professore Associato al Centro di Ricerca "E. Piaggio" e al Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione presso l'Università di Pisa. Ha conseguito la laurea in Matematica e il Dottorato di Ricerca in Robotica e Automazione Industriale. Attualmente è vice direttore del Centro di Ricerca "E. Piaggio". E’ Principal Investigator del progetto europeo ILIAD per UNIPI e collaboratore scientifico nel progetto europeo WALK-MAN. I suoi principali interessi di ricerca all'interno della Robotica riguardano la pianificazione del moto e il controllo di robot umanoidi e di veicoli, coordinamento distribuito di sistemi multi-veicolo.
• Manolo Garabini. Manolo Garabini si è laureato in Ingegneria Meccanica e ha conseguito il dottorato in robotica presso l'Università di Pisa. E' attualmente un ricercatore del Centro di Riceca "E. Piaggio" dell'Università di Pisa. I temi di cui si occupa sono principalmente progettazione, pianificazione e controllo di Robot, in particolare robot dotati di giunti elastici. In particolare muscoli per robot, mani e piedi artificiali si per robotica che per protesica, gambe per robot umanoidi. Alcuni di questi dispositivi sono attualmente commercializzati dalla start-up qbrobotics di cui è uno dei fondatori. Ha partecipato a diversi progetti europei tra cui Walk-Man, nell'ambito del quale ha partecipato alla competizione per umanoidi DARPA Robotics Challenge e un test sul campo di alcune delle funzionalità del robot svoltesi nel domune di Amatrice, una delle località più colpite dal recente sisma nell'Italia centrale.
• Danilo Caporale. Danilo Caporale è assegnista di ricerca presso il Centro di Ricerca "E. Piaggio" dell'Università di Pisa, nell'ambito del quale collabora dal 2015 ai progetti europei WALK-MAN e ILIAD. Si è laureato in Ingegneria dell'Automazione nel 2011 ed ha conseguito il dottorato in Ingegneria dell'Informazione nel 2015 presso il Politecnico di Milano. Nello stesso periodo è stato visiting student presso l'Imperial College di Londra, la University of Newcastle, New South Wales e il Massachusetts Institute of Technology. I suoi temi di ricerca sono algoritmi gerarchici per la pianificazione e il controllo di sistemi robotici complessi, in particolare robot umanoidi, industriali e veicoli autonomi.
• Stefano Giordano. Stefano Giordano è professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione: dell’Università di Pisa. E’ stato co-tutore dell’azienda Spin-off dell’Università di Pisa “Witech” (Wireless Technologies), socio di Nextworks, proponente dell’Azienda Spin-off dell’Università di Pisa Netresults srl ed ha contribuito a fondare CUBIT (Consortium Ubiquitous Technologies) dove è presidente del Comitato Tecnico Scientifico è inoltre direttore Tecnico di Natech di cui è socio. Stefano Giordano è senior Member dell’IEEE Communication Society, dell’Internet Society dalla sua fondazione nel 1992, dell’IFIP WG 6.3 (Performance of Communication Systems). Nell’ambito delle iniziative relative alla standardizzazione proposte da IEEE è chair di un Gruppo di Studio su “IoT Communications and Networking Infrastructures” nell’ambito del quale sta guidando le iniziative nel settore “SDN for IoT
• Vincenzo Ferrari. Vincenzo Ferrari è ricercatore di Ingegneria Biomedica presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e coordinatore tecnico scientifico del Centro EndoCAS per la chirurgia assistita dal calcolatore dell’Università di Pisa. Il suo ambito di ricerca riguarda algoritmi, dispositivi e sistemi per la chirurgia guidata dalle immagini e la simulazione chirurgica. Gran parte delle sue ricerche sono basate sull’applicazione e sullo sviluppo di nuove soluzioni di realtà aumentata sia hardware che software. Lavora a stretto contatto con l’esigenza clinica e molte delle sue invenzioni sono protette da brevetto.
• Carmelo De Maria. Carmelo De Maria è un ricercatore in bioingegneria presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa, ed è affiliato al Centro di Ricerca E. Piaggio dello stesso Ateneo. E’ inoltre guest professor in bioingegneria presso l’Università di Addis Ababa in Etiopia e membro della segretariato dell’African Biomedical Engineering Consortium. La sua attività di ricerca è centrata sull’Additive Manufacturing, con particolare attenzione alla biofabbricazione. In parallelo promuove l’utilizzo dei principi dell’open source nello sviluppo dei dispositivi medici, con lo scopo di ridurre i costi e aumentare la qualità nel settore delle tecnologie sanitarie.
• Di Pietro Licia. Licia Di Pietro è una dottoranda presso il Centro Ricerche E. Piaggio dell'Università di Pisa. Ha conseguito la laurea triennale e magistrale in Ingegneria Biomedica presso l'Università di Pisa, rispettivamente nel 2014 e nel 2017. Nel 2016 ha vinto la borsa “Erasmus for Traineeship” che le ha consentito di trascorrere un periodo di tirocinio presso l’azienda Hilditch Group a Malmesbury, in Inghilterra, dove ha lavorato ad una parte del suo progetto di tesi magistrale intitolata "Different approaches to improve healthcare in Africa through Biomedical Engineering ". Durante questo periodo ha trascorso un mese a Kampala, in Uganda, dove ha lavorato come volontaria con la fondazione “Amalthea Trust” per contribuire a fornire programmi di formazione e manutenzione sostenibile delle attrezzature mediche per i tecnici biomedici locali. Il suo interesse di ricerca è rivolto all’innovazione in campo biomedico per Global Health con particolare attenzione ai paesi in via di sviluppo. Attualmente sta lavorando alla produzione di dispositivi medici a basso costo da poter inserire all’interno di contesti con scarse risorse, che siano conformi agli standard internazionali al proposito di garantire la stessa sicurezza e qualità dei dispositivi medici attualmente disponibili nei mercati occidentali.
• Giuseppe Caruso. Giuseppe Caruso è un ricercatore Post Doc presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa. La sua attività di ricerca è focalizzata su Tactile Internet, l’evoluzione del settore di Internet of Things (IoT), prendendo in considerazione le interazioni uomo-macchina e macchina-macchina, per realizzare sistemi interattivi con applicazioni nel campo dell’industria e dell’economia.
• Ilias Seitanidis. Ilias Seitanidis è laureato in Information Technology, con esperienze di programmazione in ambiente Android, iOS e .NET. Attualmente lavora come web developer.
• Clara Amato. Clara Amato si laurea in “Psicologia del lavoro e delle organizzazioni” all’Università LUMSA di Roma nel 2007. Consegue il dottorato di ricerca in “Psicologia del lavoro e delle risorse umane” presso l’università di Roma LUMSA nel 2011. Si abilita all’esercizio della professione nel 2007. Già titolare di due assegni di ricerca presso il dipartimento di Psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione dell’università "Sapienza" di Roma. Tra i suoi principali temi di ricerca: le “motivazioni epistemiche”; i “modi regolatori della condotta”; imprenditorialità e personalità. Attualmente titolare di assegno di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria dell’informazione dell’Università di Pisa si occupa di valutazione e misura degli atteggiamenti nei confronti delle STEM (materie Scientifiche, Tecnologiche, Ingegneristiche e Matematiche) da parte di studenti, insegnanti e stakeholders e di approcci pedagogici innovativi che prevedono l’utilizzo di tecnologie avanzate in ambito educativo. Già docente di "Psicologia del lavoro e delle organizzazioni" presso l’Università Europea di Roma e presso l’Università degli studi di Perugia. Autore di pubblicazioni nazionali e internazionali.
• Giuseppe Portaluri. Giuseppe Portaluri è uno studente di dottorato in Ingegneria dell’Informazione dell’Università d Pisa. La sua ricerca è focalizzata sull’efficienza energetica dei Data Center e delle reti di sensori, con collaborazioni con l’Università del Lussemburgo e l’ETH di Zurigo.


  F1 (pav. 6) - Università di Pisa
 2017

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04