Espositori 2017


Resine di origine vegetale per stampa 3D stereolitografica

Resine di origine vegetale per stampa 3D stereolitografica

Le resine per la stampa 3D con luce visible o UV sono attualmente sviluppate utilizzando acrilati. Dato che le resine commerciali rilasciano sostanze organiche volatili (VOC) durante la stampa, abbiamo deciso di sviluppare resine a base naturale. In particolare, abbiamo dimostrato come gli oli vegetali possono essere convertiti a monomeri utili per la stampa 3D. In aggiunta, un nuovo fotocatalizzatore, derivato anch'esso da fonti rinnovabili, può essere utilizzato per la fotopolimerizzazione. Le nostre formulazioni non rilasciano quantità apprezzabili di VOC e l'oggetto stampato può essere biodegradabile. Ora le resine sono in fase di sviluppo in laboratorio. Con l'aiuto del crowdfunding proponiamo di sviluppare il prodotto.
Italy


Resine di origine vegetale per stampa 3D stereolitografica

Daniele Dondi, Diego Savio Branciforti, Simone Lazzaroni

Daniele Dondi è Professore Associato presso l'Università degli Studi di Pavia. E' specializzato in fotochimica e chimica dei polimeri.
Diego Savio Branciforti è laureato in ingegneria Ambiente e Territorio. E' specializzato in stampa 3D a stereolitografia. Come suo lavoro di tesi ha sviluppato una stampante DLP.
Simone Lazzaroni è dottorato in Chimica Organica. E' specializzato in fotochimica e chimica dei radicali.


  B3 (pav. 8) - Daniele Dondi, Diego Savio Branciforti, Simone Lazzaroni, Carla Augello
 2017

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04