Espositori 2019


Second Skin: BioIntegrated Wireless Sensors for the Epidermal Monitoring and Reactivation of Sensorial Injuries

Second Skin: BioIntegrated Wireless Sensors for the Epidermal Monitoring and Reactivation of Sensorial Injuries

Tecnologie epidermiche per la realizzazione di membrane bio-integrate a lettura wireless che agiscono come una seconda pelle. Una vera e propria interfaccia digitale tra la pelle umana e l'ambiente circostante dotata di sensori senza batteria ed interrogabile a distanza da sistemi fissi e indossabili con capacità di elaborazione.
Questa nuova tecnologia sarà utile per l'acquisizione di grandezze biofisiche della pelle, quali temperatura, il pH e la sudorazione, ma anche per stimare le caratteristiche fisiche degli oggetti toccati, abilitando quindi sensorialità aggiuntive

Italy


Second Skin: BioIntegrated Wireless Sensors for the Epidermal Monitoring and Reactivation of Sensorial Injuries

The Pervasive Electromagnetic Lab & Radio6ense: Gaetano Marrocco, Cecilia Occhiuzzi, Sara Amendola, Simone Nappi, Nicola D'Uva, Carolina Miozzi, Francesca Camera, Francesco Amato, Giulio Maria Bianco, Sara Parrella.

Gaetano Marrocco: Laurea in Ingegneria elettronica e dottorato di ricerca in Elettromagnetismo Applicato presso l'Università dell'Aquila, Italia, rispettivamente nel 1994 e nel 1998. Ricercatore presso l'Università di Roma Tor Vergata nel 1994-2014. Professore associato di elettromagnetismo nel 2013-2017. Professore ospite presso l'Università di Parigi-est Marne la Vallèe nel 2015 e Professore ordinario presso l'Università di Roma Tor Vergata dal 2018. Attualmente ricopre il ruolo di Direttore della Scuola di Ingegneria Medica.
La sua ricerca è principalmente rivolta alla modellazione e alla progettazione di antenne e array a banda larga e ultra-larga banda (UWB) e di antenne miniaturizzate orientate ai sensori per l'ingegneria biomedica, l'aeronautica e l'identificazione a radiofrequenza (RFID). Durante l'ultimo decennio, ha svolto ricerche sui sensori attivati senza fili, e in particolare sull'elettronica epidermica, contribuendo a passare dall'etichettatura degli oggetti alle reti di sensori passivi nell'era di Internet of Things. È stato redattore associato dell'IEEE Journal of Radiofrequency Identification ed è stato membro del comitato IEEE Antenne and Propagation Society Awards. È inoltre presidente della delegazione italiana URSI Commission D Electronics and Photonics. È stato presidente del comitato locale della V Conferenza europea su antenne e propagazione (EUCAP-2011), presidente TPC dell'IEE-RFID TA 2012 a Nizza, Francia, track-chair TPC delle antenne IEEE 2016 e Propagation Int. Symposium, track-chair TPC di IEEE-RFID 2018 USA.
Il Prof. Marrocco è il direttore del Pervasive Electromagnetics Lab e il co-fondatore e presidente della spin-off University RADIO6ENSE (www.radio6ense.com), attivo nel rilevamento elettromagnetico a corto raggio per l'Internet of Things industriale, Smart Manufacturing, Automotive e sicurezza.

Cecilia Occhiuzzi ha ricevuto la laurea in ingegneria medica e il dottorato di ricerca in elettromagnetismo presso l'Università di Roma "Tor Vergata", Roma, Italia, nel 2008 e nel 2011, rispettivamente.
Attualmente è ricercatrice presso l'Università di Roma "Tor Vergata", dove insegna Campi elettromagnetici. Nel 2008, è stata alla School of Engineering, University of Warwick, Coventary, Regno Unito come studente post-laurea, nel 2010, è stata Visiting Researcher presso il Georgia Institute of Technology di Atlanta, GA, USA e nel 2014 è stata assistente di ricerca presso l'Università di Palermo, Italia. È co-fondatrice e Amministratrice di RADIO6ENSE. I suoi interessi di ricerca includono il monitoraggio wireless della salute mediante dispositivi indossabili e impiantabili e paradigmi di rilevamento pervasivo per Industry 4.0.
La Dott.ssa Occhiuzzi ha ricevuto l' IEEE APS Doctoral Award, nel 2011. Nel 2012, ha ricevuto il premio per la migliore tesi al RFID Journal Live 2012, Orlando, FL, USA. È autrice di oltre sessanta articoli su riviste e conferenze internazionali.

Sara Amendola ha ricevuto la laurea in Ingegneria Medica con lode presso l'Università di Roma "Tor Vergata" nel 2013. Nell'autunno 2013 è entrata a far parte della "Tampere University of Technology" in Finlandia come Visiting Researcher, lavorando su antenne millimetriche impiantabili per sistemi microelettronici con Brain-Machine Interface. Nel dicembre 2015 è stata al ESIEE di Parigi per studiare le tecnologie di microfabbricazione dei radiosensori epidermici. Nel maggio 2017, ha conseguito il dottorato in Computer Science, Robotica ed Elettromagnetismo con lode presso l'Università di Roma "Tor Vergata", discutendo una tesi sui sensori biointegrati wireless e senza batteria per l'Internet of Things Bodycentric. Co-fondatrice dello spin-off universitario RADIO6ENSE, attivamente coinvolto nella progettazione e nello sviluppo di piattaforme di rilevamento e identificazione RFID per l'assistenza sanitaria e Industry 4.0.


Simone Nappi ha ricevuto la Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Roma, Italia, nel 2017, dove è attualmente iscritto al corso di dottorato in Computer Science, Control and Geoinformation.
I suoi interessi di ricerca includono lo sviluppo di sensori RFID per il rilevamento di segni di invecchiamento precoce su materiali plastici e metallici al fine di abilitare procedure di manutenzione predittiva e diagnosi non invasiva.

Carolina Miozzi ha conseguito la Laurea Magistrale in Ingegneria Medica nel 2017, presso l'Università di Roma Tor Vergata, dove è attualmente impegnata nel Dottorato di Ricerca in Ingegneria Elettronica. I suoi interessi di ricerca includono la progettazione e realizzazione di antenne epidermiche ed impiantate e di sistemi di comunicazione wireless per il monitoraggio remoto della salute dell'uomo e il rilevamento di parametri biofisici. In particolare, sta attualmente lavorando allo sviluppo di un sistema di trasferimento di potenza wireless e di telemetria transcutanea per il controllo di protesi di arti robotici, utilizzando sensori EMG impiantati per via sottocutanea.

Francesca Camera ha conseguito la laurea magistrale in ingegneria biomedica e il dottorato in ingegneria elettronica presso l'Università Sapienza di Roma, Italia, nel 2012 e 2016, rispettivamente. L'argomento della sua tesi riguardava la stimolazione elettrica e magnetica del sistema nervoso centrale e includeva lo studio dell'interazione di campi elettrici con modelli matematici neuronali. Tra il 2016 e il 2019 ha lavorato come ingegnere di sviluppo e test per tecnologie innovative di rilevamento di radiazioni ionizzanti in applicazioni scintigrafiche, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Molecolare della Sapienza Università di Roma.
Dal mese di aprile 2019 è assegnista di ricerca presso il Pervasive Electromagnetic Lab dell’università Tor Vergata di Roma. I suoi interessi di ricerca includono lo sviluppo di algoritmi / procedure di interrogazione e l'elaborazione dei dati per l'elettronica epidermica.

Francesco Amato si è laureato in ingegneria delle Telecomunicazioni presso l’università di Roma Tor Vergata nel 2009. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Electrical and Computer Engineering presso il Georgia Institute of Technology di Atlanta nel 2017. Dal 2009 al 2011 è stato Ground System Engineer presso l’operatore satellitare SES, in Lussemburgo. Dal 2012 al 2016 è stato Research Scholar presso il Propagation Group del Georgia Institute of Technology e Research Intern presso gli Intel Labs, Santa Clara, (USA) nel 2015. Tra il 2017 e il 2018 è stato assegnista di ricerca alla Scuola Superiore Sant’Anna presso il Digital and Microwave Photonics Group di Pisa. È ora assegnista di ricerca presso il Pervasive Electromagnetic Lab dell’università Tor Vergata di Roma.
Francesco ha ricevuto il premio Sebastiano e Rita Raeli nel 2009 per la Laurea Specialistica, la borsa di studio Fulbright nel 2012, il Best Student Paper Award nel 2015 alla IEEE International Conference on RFID-Technologies and Applications durante i suoi studi di dottorato; la William Brown Fellowship nel 2015; il premio per Best Paper alla IEEE International Conference on RFID e il Clive Hohberger Technology Award nel 2019.
I suoi interessi di ricerca includono comunicazioni di backscattering a lungo raggio, frequenze a microonde e a onde millimetriche per il 5G ed elettronica epidermica.

Giulia Maria Bianco Ingegnere biomedico laureato all’Università di Roma Tor Vergata nel 2018, attualmente dottorando presso la stessa Università con argomento l’elettromagnetismo per dispositivi indossabili. La sua attività, oltre alle ricerche svolte nella sede di Roma, include la partecipazione a un progetto europeo applicativo in collaborazione con l’European Accademy (EURAC) di Bolzano.

Sara Parrella ha conseguito la laurea triennale in ingegneria medica presso l’università degli studi di Roma Tor Vergata nel 2017. Attualmente lavora alla stesura della tesi di laurea magistrale in ingegneria medica dedicandosi allo studio di sistemi di Identificazione a Radiofrequenza (RFID) ed antenne epidermiche.


  A21 (pav. 7) - Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
 2019

Back
 
Dati aggiornati il 09/11/2021 - 11.51.35