Espositori 2019


Small Scout Rover Project
Small Scout Rover Project

Small Scout Rover Project

Il progetto consiste nella simulazione di sonde terrestri, ispirate a quelle lanciate dalle varie agenzie spaziali internazionali sugli altri corpi celesti, in particolare su Marte.
Si sono creati rover da esplorazione (3 per la precisione) in grado di muoversi autonomamente, raggiungere determinati obiettivi e svolgere particolari funzioni, a seconda di ciò che viene loro comandato. I rover sono programmati per sapersi muovere sia da soli che venendo comandati a distanza dalla ground station (un computer), devono saper riconoscere quando si presentano ostacoli davanti o dietro di essi, fornendo continuamente dati di sensoristica al loro controllore. Uno di essi è in grado di ricaricarsi attraverso due pannelli solari e di catturare immagini e video da una telecamera.

Per costruire queste sonde, si è partiti da una base con cingoli prefabbricata per uno, e da una struttura interamente stampata in 3D per gli altri due. Sopra queste basi sono state montate le strutture elettromeccaniche, interamente progettate e realizzate in 3D dai membri del Team.
I rover sono gestiti dal single-board-computer Raspberry Pi3 o Raspberry Pi Zero ( in pratica un computer montante sistema operativo linux) a cui si può accedere collegando la ground station allo stesso wifi cui esso è connesso, o tramite un'antenna a 2.4 GHz.
I sensori più importanti presenti sono:
• I sensori di distanza: trasmettono costantemente la distanza registrata con dei segnali ad ultrasuoni. Con un'opportuna funzione, se i rover sono in movimento e se questa distanza diminuisce oltre un valore minimo, sono in grado di fermarsi e cambiare strada.
• l'IMU (Inertial Measurement Unit, è un complesso di sensori costituito da un accelerometro, una bussola e un giroscopio, cui si aggiunge un sensore di temperatura) permette ai rover di capire in che modo sono orientati e verso che direzione si stanno muovendo rispetto al nord della bussola;
• Il GPS è in grado di riconoscere la propria posizione sul globo terrestre, apparendo su una mappa visibile dalla ground station.
• Il pan-tilt e il servo-driver sono l'insieme della struttura e dei controlli che sorreggono e dirigono la telecamera in ogni direzione. Essa può essere diretta in alto o in basso e a destra o sinistra, attraverso l'impostazione di due servomotori (motori ad angolo programmabile), con un'apertura per entrambe le direzioni di 180°;
• La telecamera (12 MP), è in grado di catturare immagini e video (ad un limitato fps) ed inviarli in tempo reale alla ground station.

Italy


Small Scout Rover Project

Sapienza Technology Team

Il Technology Team nasce nel 2017, mettendo insieme studenti di Ingegneria Aerospaziale della Sapienza, Università di Roma. Nel giro di 3 anni abbiamo prodotto 4 esemplari di rove. Nel 2019 abbiamo raggiunto la presenza di 30 membri e partecipato alla competizione AUVSISUAS in Maryland, USA. Siamo perlopiù un team che mira a colmare le competenze teoriche dell'università con attività pratiche di costruzione di un sistema in tutto il suo complesso.


  E18 (pav. 7) - Sapienza Technology Team
 2019

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04