Espositori 2019


Tourist Eyes

Tourist Eyes

Le persone con disabilità visiva incontrano enormi difficoltà nel visitare posti sconosciuti, perfino se muniti di supporti tradizionali quali bastone bianco o cane guida. Una possibile soluzione è quella di ricorrere ad app basate sul GPS degli smartphone. Tuttavia, queste non forniscono il giusto grado precisione per garantire la mobilità in sicurezza, oltre a non funzionare al chiuso.
L’idea è quella di installare delle cam nei luoghi dove i non vedenti potrebbero volersi muovere. Essi dovranno indossare un cappello di un dato colore, in modo da essere localizzati e tracciati dal sistema.

Italy


Tourist Eyes

vEyes (virtual Eyes) - ONLUS

vEyes (virtual Eyes) è una onlus nata nel 2012 i cui interessi sono focalizzati nelle tecnologie assistive (con particolare riferimento verso la disabilità visiva), gli strumenti di diagnostica per la ricerca medica e biomedica, la bioinformatica e la ricerca genetica (con particolare attenzione verso le malattie rare di tipo degenerativo della vista). vEyes copre le specifiche capacità di sviluppo tecnico e di programmazione grazie alle competenze nelle attività di ricerca e sviluppo ed al know-how certificato derivato dalla collaborazione tra professori, studenti di dottorato e post-dottorato, università italiane e centri clinici. Inoltre, vEyes, grazie al proprio network è in grado di raggiungere un grande numero di pazienti affetti da rare patologie oculari, in collaborazione con le più importanti associazioni italiane di pazienti. Tutti i progetti e le attività di vEyes sono sviluppati in vEyes Land, un campus esteso su di un parco grande 48000 metri quadrati, sul vulcano Etna. All’interno vi sono uffici, laboratori, aule corsi, alloggi per ricercatori e collaboratori, etc.
I più importanti progetti ed attività di vEyes sono: vEyes Wear, redEyes, Leonard, visual BCI (Brain Computer Interfaces), Poseidon 2.0, Arianna e Tourist Eyes.
vEyes Wear è una piattaforma open hardware e software basata su occhiali e cintura, connessi ad un dispositivo Androd (smartphone o tablet), nella quale un non vedente può installare dei “mattoncini” (quasi fosse un Lego) dove ogni mattoncino è semplicemente un dispositivo in grado di assistere un non vedente.
redEyes è il componente più importante del progetto vEyes RRE (Red Reflex Examination) e permette di effettuare il test del riflesso rosso su di un bimbo, senza farmaci, usando solo uno smartphone Android, rilevando patologie oculari quali la cataratta, il glaucoma, il retinoblastoma o anomalie retiniche.
Leonard è un sistema che converte il movimento delle mani di un direttore di orchestra in un clic (come quello di un metronomo), inviandolo agli auricolari a conduzione ossea indossati da musicisti non vedenti.
Poseidon 2.0 permette di tracciare un nuotatore non vedente, segnalando il fine corsia o l’eventuale perdita della rotta in piscina.
Arianna include un grande database con dati clinici e genetici, un insieme di interfacce per l’integrazione tra qualsiasi registro web esistente ed il registro vEyes RNP (Registro Nazionale Pazienti), una rete neurale per la diagnosi automatica di malattie rare della vista.


  A14 (pav. 6) - vEyes (virtual Eyes) - ONLUS
 2019

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04