Espositori 2020


PICUS C.L
PICUS C.L

PICUS C.L

Rilevare la presenza, la posizione e l'estensione dei distacchi nei rivestimenti architettonici è alla base dell'analisi dello stato di conservazione delle strutture antiche e delle opere d'arte. Sono state utilizzate molte metodologie di indagine non distruttiva e la tecnica a ultrasuoni applicata attraverso l'uso di trasduttori parametrici sembra essere molto promettente. I trasduttori parametrici permettono di focalizzare i fasci acustici nella banda audio, utilizzando gli ultrasuoni come "mezzo di trasporto". L'uso di trasduttori parametrici per rilevare difetti strutturali è stato ampiamente dimostrata, ma normalmente i sistemi "off the shelf" non sono focalizzati: questi sistemi hanno fasci con dimensioni dell'ordine di decine di cm. Recentemente, l'introduzione di un trasduttore parametrico guidato da una scheda Arduino, chiamata Ultraino, ha permesso di avere a disposizione un trasduttore parametrico focalizzato a costi molto bassi. L'uso di "Ultraino" permette di ottenere fasci acustici con aree focali dell'ordine di millimetri, focalizzati a distanze molto piccole dal dispositivo radiante. Questo vantaggio, combinato con la possibilità di pilotare il dispositivo con un PC, permette di implementare la tecnica della misurazione della risposta impulsiva nella gamma audio del punto in esame, ed estrarre la riflettività acustica del punto. Questo permette di definire se al di sotto del punto in esame ci sono degli strati distaccati oppure dei vuoti e quindi definire lo stato di conservazione del bene artistico. Infine, l'intera strumentazione ha un prezzo molto basso ed è facilmente portatile e utilizzabile in situ.


Italy


Giosuè Caliano

Giosuè Caliano (Gino) ha conseguito la laurea con lode in Ingegneria Elettronica nel 1993 presso l'Università di Salerno. Dopo la laurea, ha lavorato presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell'Università di Salerno nello sviluppo di sensori piezoelettrici di pressione. È stato consulente per alcune aziende nella progettazione di trasduttori per terapia ad ultrasuoni.
Nel 1995 è stato assunto dalla F.O.S. Fibre Ottiche Sud (uno stabilimento che produce fibra ottica) come Ingegnere dell'Automazione Industriale.
Dal 1997 lavora presso ACULAB, Laboratorio di Acusto-Elettronica, Dipartimento di Ingegneria dell'Università Roma Tre, come responsabile del laboratorio. Ha introdotto in Italia la tecnologia dei trasduttori ad ultrasuoni su silicio (CMUT). È stato coinvolto nella progettazione e caratterizzazione di tali trasduttori e ne ha sviluppato molte tipologie: dai trasduttori mono-elemento alle sonde a 192 elementi per gli ecografi medicali. Ha brevettato una nuova tecnologia di fabbricazione dei CMUT, chiamata "Reverse Process". Ha ottenuto le prime immagini ecografiche utilizzando la sonda CMUT in combinazione con un sistema ecografico commerciale (2003). Recentemente si è dedicato allo sviluppo di sistemi di misura dei difetti nelle opere d'arte.
E' stato Professore a contratto di "Sensori e trasduttori" dal 2012 e di "Laboratorio di elettronica" dal 2017.
È autore di 136 articoli in questi ambiti, pubblicati su riviste internazionali e conferenze e 12 brevetti internazionali. Il suo H-Index è 21 con 1405 citazioni.
È stato il fondatore del Workshop Internazionale sui CMUT e ha organizzato l'evento nel 2001 (Roma), nel 2011 (Salerno) e nel 2016 (Roma).
Nel 2009 è stato chair della Conferenza internazionale IEEE-IUS International Ultrasonic Symposium a Roma, la più importante conferenza scientifica sugli ultrasuoni, con più di 1000 partecipanti da tutto il mondo.
È "Associate Editor" del Journal of Applied Sciences, sezione Acoustics and Vibrations.
Ha ottenuto l'Abilitazione Scientifica Nazionale come Professore universitario di prima fascia (ordinario) nel 2019, oltre a due abilitazioni a professore universitario di seconda fascia (2014 e 2019).
I suoi interessi vanno dall'acustica alla microelettronica. Il mondo dei sensori, soprattutto nell'ambiente industriale e nelle applicazioni al patrimonio culturale, lo hanno sempre affascinato e la loro integrazione con l'elettronica è il suo lavoro attuale.



 Arts
  Giosuè Caliano
 2020

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04