Espositori 2020


Simulatore di un trattore agricolo per ricerche di “agricoltura di precisione”

Simulatore di un trattore agricolo per ricerche di “agricoltura di precisione”

Il simulatore è stato progettato nell’ambito del Progetto AgriDigit - Sottoprogetto Agrofilere (Finanziato dal MiPAAF con D.M. 36503.7305.2018 del 20/12/2018) per verificare, a priori, scelte progettuali senza ricorrere a sistemi fisici, eccezion fatta per le interfacce con l’operatore (postazione di guida e comandi). Lo scopo è di poter valutare l’influenza e la messa a punto di nuove logiche di operazioni agricole, sia di sistemi già esistenti in agricoltura, sia da implementare, anche a senza la reale fattibilità meccanica o di controllo.
Il simulatore sarà utilizzato sia a scopo di ricerca scientifica sia per la formazione di conducenti agricoli professionisti cui sarà fornito un addestramento specifico per operare secondo le modalità dell'agricoltura di precisione. Tramite il simulatore, le persone in formazione potranno interagire con modelli realistici di macchine agricole ed eseguire operazioni come se avvenissero in uno scenario reale.
Il sistema verrà utilizzato per simulare la guida di un trattore agricolo sia in presenza sia in assenza di: i) attrezzi collegati (portati o trainati come ad es. rimorchi, irroratrici, ecc.), ii) sensori incorporati (es. sensori NDVI, sensori on the go, sistemi di visione artificiale, ecc.), iii) interfacce uomo-macchina specifiche configurabili (ad es. joystick, monitor, ecc.), iv) sistemi di comunicazione macchina-macchina (es. ISOBUS, gestione dell'attrezzatura del trattore, gestione dei dati/gestione dell'azienda agricola, telemetria, interfacce di sistemi di informazione, ecc.).
Nell’ambito delle attività di ricerca, il simulatore agirà anche come uno strumento per testare applicazioni o porre a confronto operazioni eseguite sia con tecniche convenzionali sia di agricoltura di precisione. Alla luce di ciò, il simulatore potrà anche essere in grado di acquisire dati.


Italy


CREA

Maurizio Cutini: laureato in Ingegneria Meccanica all'Università ”La Sapienza” di Roma, Dottorato in Meccanica Agraria all'Università degli studi della Tuscia, Viterbo. Da maggio 2006 è ricercatore presso il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA), Centro di ricerca Ingegneria e Trasformazioni agroalimentari. L'attività di ricerca si indirizza sulla sicurezza e sulle prestazioni delle macchine agricole, con particolare riguardo ai trattori.


Carlo Bisaglia: laureato Scienze Agrarie all'Università di Padova, Dottorato in Innovazioni tecnologiche per l'agroalimentare e le le scienze ambientali all'Università di Milano. E' Dirigente tecnologo presso il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA), Centro di ricerca Ingegneria e Trasformazioni agroalimentari, Treviglio (BG). L'attività di ricerca riguarda la meccanizzazione e l'automazione dell'azienda zootecnica con particolare riguardo all'ergonomia e alla sicurezza.



 Life
  CREA
 2020

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04