Espositori 2020


Università di Bologna - ALMALABOR
Università di Bologna - ALMALABOR

Università di Bologna - ALMALABOR

Il progetto è nato dall'hackathon #SocialMakersforCovid19, un bando per gli studenti dell'Università di Bologna per creare progetti ad alto impatto sociale, con lo scopo di aiutare i ragazzi con disabilità intellettiva durante il lockdown dopo la chiusura dei centri diurni a causa dell'emergenza coronavirus.
La sfida iniziale è stata lanciata dall'Università di Bologna in collaborazione con GRD (Associazione Genitori Ragazzi Down) allo scopo di aiutare i ragazzi dell'associazione a esprimersi e a diventare più indipendenti.
L'hackathon è durato 5 giorni in cui 4 squadre di studenti hanno lavorato insieme per trovare la soluzione migliore alle sfide proposte. Grazie ai mentor di "Learning by helping" - partner di Unibo - gli studenti hanno prima imparato una nuova metodologia poi hanno lavorato in gruppo con i tutor per selezionare la soluzione finale.
Codesign19 è una di queste: una piattaforma online in cui educatori e designer aiutano i ragazzi con disabilità intellettiva nella creazione di opere artistiche e di design grafico. Queste opere potranno poi diventare gadget. Questa soluzione permette agli studenti universitari di design, scienze dell'educazione e psicologia di poter svolgere il loro tirocinio curriculare anche durante il lockdown.
Il progetto è stato sviluppato dallo staff di ALMALABOR con gli studenti universitari delle varie discipline sopra menzionate da giugno a settembre. Alla fine del progetto verrà presentata una mostra per esporre le opere dei ragazzi dell'associazione.


Italy


Università di Bologna - ALMALABOR

ALMALABOR è uno spazio aperto alla contaminazione di saperi per far maturare competenze utili a sviluppare nuove idee imprenditoriali. È un’officina digitale per la prototipazione di idee di impresa. È uno spazio di formazione e coworking.



 Research
  Università di Bologna - ALMALABOR
 2020

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04