Espositori 2022


Quasar Progetto S.r.l.

Quasar Progetto S.r.l.

“Women/Design“ di Quasar Institute for Advanced Design è un progetto espositivo dedicato alla questione di genere e incentrato sulla creatività e sull’empowerment femminile che conferma la costante attenzione dell'Istituto ai temi dello sviluppo e dell’uguaglianza sociale. I progetti presentati, ideati dagli studenti e docenti QIAD nell’ambito del corso triennale in Habitat Design, vogliono promuovere una riflessione critica e altrettanto lucida circa le identità e gli studi di genere nata da un percorso didattico e progettuale per la Casa Internazionale delle Donne. La mostra si presenta così come un esperimento dialogico e formativo volto alla riprogettazione di alcuni luoghi nodali del significativo complesso monumentale da anni destinato a finalità collettive, di inclusione e di condivisione e come occasione per esporre inedite visioni e idee progettuali ispirate ai temi dell’associazionismo femminile unite infine a una serie di prodotti e oggetti volutamente esortativi ed evocativi realizzati all’interno del Q-Lab di Quasar Institute, laboratorio di acquisizione digitale di ultima generazione: oggetti aumentati, intelligenti, dissacranti e pop caratterizzano l’intera collezione, che vuole provocare un’azione di attiva riflessione sull’utente.


Descrizione progetti


GENEDU'
Generatore di famiglie contemporanee
GENEDU' è un gioco per la famiglia che aiuta a conoscere il principio della parità di genere in tutte le sue forme e attività, attraverso delle carte che raccontano delle storie i cui protagonisti appartengono a famiglie diverse da quelle tradizionali. Il box Genedu' contiene inoltre 16 forme antropomorfe liberamente ispirate ai quadri di Carla Accardi, la cui composizione permette a bambine e bambini di esplorare la diversità in tutte le sue sfumature.


INNER BEAUTY
Specchio incoraggiante in PMMA
Lo specchio, realizzato in PMMA tagliato al laser, riprende il simbolo grafico assai noto del genere femminile ispirato a Venere, la dea romana dell’amore e della bellezza.
Il segno raffigura proprio uno specchio, uno strumento usato prevalentemente per intravedere orgoglio e aspetto esteriore, il che lo rende simbolicamente adatto a rappresentare i valori che si sono voluti comunicare. Lo specchio, oggetto di routine quotidiana, presenta sulla superficie delle frasi incoraggianti, esortazioni all’ottimismo, al coraggio, all'auto accettazione, scritte in rosso lacca come
il più antico dei rossetti, strumento sensuale che diviene in questo caso un'esortazione ad autodeterminarsi. Dietro quelle frasi la nostra immagine, ogni volta che ne abbiamo bisogno, ogni volta che, seppur di sfuggita, lo sfioriamo con lo sguardo.


MANIERE
Porta pane in legno che riprende il simbolo più evocativo dell’aiuto verso l’altro, le mani.
Le mani parlano, con le mani comunichiamo ed esprimiamo la nostra interiorità. La parola stessa “mano” ricorre in molti modi di dire che rimandano al concetto dell’accoglienza e dell’unione.


MYBOOBS
Lanterna di legno e polipropilene per l’accettazione del corpo femminile.
L’oggetto realizzato all’interno del Q-Lab intende affrontare in modo provocatorio ma anche ironico il tema legato all’auto accettazione. La lanterna è formata da una base composta da quattro strati di legno compensato tagliato al laser e assemblati tra loro. Nella parte superiore una lastra di polipropilene accoglie la texture mentre al centro, la candela tealight, vuole evocare il tema del focolare quale simbolo di comunità.


Progetto di l’allestimento del Ristorante/caffetteria della Casa Internazionale delle Donne che vuole rispondere alle presenti domande:
Come progettare uno spazio per le donne nelle quali si possano riconoscere?
Come progettare uno spazio che si vada a relazionare con l’associazionismo?
Come progettare uno spazio che dialoghi con il femminismo?


LANDSCAPE
L’analisi di tutti i chiostri di antichi conventi presenti nel rione di Trastevere, Regina Coeli, Santa Cecilia, San Giovanni dei Genovesi, San Cosimato, in relazione
anche al contesto ambientale naturale (Tevere e pendici del Gianicolo) e a quello dei giardini storici (Palazzo Corsini, Villa Farnesina e Orto botanico) hanno dato vita al progetto di riprogettazione degli spazi verdi della Casa Internazionale delle Donne.


Via Crescenzio 17/A, 00193 Roma

+39 06 855 7078

Email

Web site

Facebook

Instagram



  D.02 (pav. D) - Quasar Progetto S.r.l.
 2022

Back
 
Dati aggiornati il 08/11/2022 - 10.59.34