Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



Divittofono (Lithos di Puglia), strumento musicale unico al mondo, composto da 41 pietre arcaiche del giurassico inferiore.

Presentazione dello strumento musicale unico al mondo composto da 41 pietre arcaiche.
PRESENTAZIONE INTERAMENTE IN ITALIANO.

Orari

Sabato 12 Dicembre

Dalle 16.00 alle 17.00 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
Divittofono (Lithos di Puglia), strumento musicale unico al mondo, composto da 41 pietre arcaiche del giurassico inferiore.

Donato Divittorio

Donato Divittorio Musicista e compositore con la passione per l’arte, in particolare la scultura, Donato Divittorio nasce a Rutigliano nel 1947 e risiede a Mola, è artista multimediale. Diplomatosi nel 1969 presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari con il massimo dei voti, a soli venticinque anni è primo flauto nell’Orchestra Sinfonica di Bari e Teatro Petruzzelli titolare della cattedra al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e successivamente al Conservatorio di Bari. Nel 1979 è stato insignito della targa A.I.C.S (Associazione Italiana Cultura e Spettacolo) insieme al M° Nino Rota. Suonando incontra grandi maestri quali Wladimir Delman, Anatole Fistoulari, Kurt Redel, Charles Bruck, Nino Rota, Gabriele Ferro, René Leibowitz, Curt Sanderlick e riscontra grande apprezzamento nel pubblico per le sue spiccate qualità musicali. Nel 1987, a Torino, gli viene conferita l’Onoreficenza di “Cavaliere di Cipro” e cinque anni dopo è nominato dal Ministero della Pubblica Istruzione Presidente della prima commissione del Concorso a Cattedra per l’insegnamento del flauto nei Conservatori, a Verona. Per sei anni consecutivi tiene corsi di formazione Post Diploma di flauto presso il Conservatorio di Bari, ma nel 2006 lascia l’insegnamento per dedicarsi esclusivamente a manifestazioni artistico-culturali. Divittorio, autodidatta per la parte creativa, ama da sempre l’archeologia e la natura, anche grazie al proprio paese natale, Rutigliano. Scultore per gioco già dai cinque anni, quando dava forma alla terra come passa tempo, sviluppa l’amore per la pietra, da plasmare al fine di farne emergere la musicalità intrinseca, come lui stesso sottolinea. Le opere si presentano morbide, delicate, alcune ricordano la creta ancora fresca per la dinamicità dei movimenti, altre rimangono grezze, incompiute. Quello di Divittorio è però un non- finito studiato, il quale genera bellezza e deriva da un notevole e ponderato gusto estetico. Con le mani virtuose ed esperte del musicista, egli modella anche le pietre più dure, animandole e regalandogli respiro vitale, così che possa usarle come strumenti musicali, i quali emettono le tonalità del “la” e del “fa”. A prima vista, il suo sembrerebbe un cambiamento repentino e invece … egli non ha fatto che continuare la sua ricerca musicale seguendo il solco di V.Kandinskij, R.Wagner, A. Schonberg, per far suonare l’organo presente, oltre che in ognuno di noi, più estesamente nelle forme naturali. Nel 2016 – dopo cinque anni di paziente lavoro nel territorio pugliese e non solo l’artista inventa e poi costruisce il cosiddetto “divittofono” o “lithos di puglia” (pietra di puglia). Lo strumento musicale unico al mondo, con accordatura fissa a 445 hz è formato da quarantuno pietre scelte tra diversi litotipi: marmi, calcareniti, marne argillose e altro materiale, continuando nella sua ricerca il Maestro ha realizzato un lithos da 29 pietre, certamente più facile da trasportare, che suona a 441 hz. L’artista espone le sue opere in importanti sedi istituzionali si citano a titolo non esaustivo: l’Archivio di Stato, la Cittadella della Scienza, il Conservatorio di Musica N.Piccinni, la Biblioteca Nazionale di Bari, il Museo Nazionale di Altamura, il Museo Onufri di Berat (Albania) il Museo Civico di Apricena, il Museo Archeologico di Rutigliano, Auditorium Nino Rota, Bari “Mercoledì di Noi che l’Arte Bari-Milano”, Galleria centro Storico Firenze, Matera città della Cultura 2019. Dal 2017 è socio Onorario dell’Associazione Culturale “Noi che l’Arte Bari-Milano”. Il “divittofono” e alcune sue opere scultoree, sono presenti nel volume “L’élite selezione Arte” 2018-2020 ed. Artitalia Roberto Perticaro, sotto segnalazione del Prof. Gianni Dunil viene selezionato e partecipa al “Priemio Lupa” Roma, successivamente come scultore, viene selezionato e inserito nel volume “Atlante dell’Arte Contemporaneo” ed. De Agostini.


Categoria Talk · Type Talk
Back