Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



Re:Humanism - Artificial Intelligence in Contemporary Art: Labour and Gender bias

Il talk indaga come la diffusioni dei sistemi tecnologici di Intelligenza Artificiali influenzano a livello esistenziale le vite delle persone, le loro abitudini e ancora di più il loro lavoro. Il focus verrà posto su come i pregiudizi di genere vengono perpetrati nel rapporto uomo- macchina e come anche nel lavoro automatizzato delle AI il punto di vista femminile sia stereotipato.
Il tema verrà affrontato confrontando il punto di vista di un artista internazionale che incentra la sua recente produzione sulle attività umane al servizio dell'Intelligenza Artificiale e una filosofa specializzanda in etica delle tecnologie, con particolare attenzione al rapporto tra intelligenza artificiale, big data e pregiudizi di genere.


Modera: Arianna Forte

Orari

Domenica 13 Dicembre

Dalle 11.00 alle 12.00 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
Re:Humanism - Artificial Intelligence in Contemporary Art: Labour and Gender bias

Re:Humanism

L’Ass. cult. Re:Humanism nasce per dare una struttura alle diverse attività culturali intese come mostre, festival, conferenze e progetti di formazione che indagano sul rapporto tra cultura umanistica e scientifica ed in particolare identificano nell’intelligenza artificiale il focus principale della ricerca. Tale tecnologia si presta a molteplici riflessioni di carattere etico, sociale e filosofico. Compito della cultura è porre nuovi quesiti e offrire possibili nuove configurazioni, sviluppi, modi d’uso della tecnologia intesa come medium. Dopo aver lanciato l’art prize Re:Humanism persegue lo scopo di allargare il suo raggio d’azione, impegnandosi anche in altre attività culturali, di ricerca ed educazione. www.re-humanism.com

Elisa Giardina Papa

Il lavoro di Elisa Giardina Papa indaga temi quali genere, sessualità e lavoro in relazione al capitalismo neoliberista, l'intelligenza artificiale e il Sud Globale. I suoi lavori sono stati presentati, tra gli altri, presso: MoMA (New York), Whitney Museum [Sunrise/Sunset Commission], Seoul Mediacity Biennale 2018, Unofficial Internet Pavilion della 54° Biennale di Venezia, XVI Quadriennale di Roma, rhizome.org e ICA Milano. Giardina Papa ha conseguito un Master of Fine Arts presso la Rhode Island School of Design ed è attualmente PhD student in Film, Media e Gender Studies presso l’University of California Berkeley. Vive e lavora tra New York e Sant'ignazio, Sicilia. www.elisagiardinapapa.org

Arianna Forte

Arianna Forte è una curatrice indipendente e organizzatrice di programmi artistici, basata a Roma. Si muove liberamente tra istituzioni culturali ufficiali, organizzazioni no profit, spazi occupati e indipendenti: ha fatto parte di team di eventi internazionali come transmediale-festival for art and digital culture in Berlin, Live Performers Meeting e il centro di ricerca HER She loves Data La sua ricerca riguarda i modi in cui le pratiche artistiche trattano le tecnologie - concepite come artefatti culturali ed esistenziali - e la computazione. Recentemente si è concentrata su come le infrastrutture tecnologiche sono legate a questioni di genere, pregiudizi e tabù legati alla femminilità

Diletta Huyskes

Dopo aver studiato filosofia e politica, Diletta si sta specializzando in etica delle tecnologie, con particolare attenzione al rapporto tra intelligenza artificiale, big data e pregiudizi di genere e ad un nuovo “tecnofemminismo”. Si occupa di advocacy e divulgazione, oltre a scrivere per alcune testate online.


Categoria Talk · Type Talk
Back