Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



Re:Humanism - Rethinking the body and identity in the age of artificial intelligence

Come cambiano i concetti di corpo e identità alla luce delle nuove scoperte in ambito scientifico e tecnologico. Quale ruolo ha l’AI in questi cambiamenti?
Questo è uno dei temi alla base della seconda edizione di Re:Humanism, il premio dedicato al rapporto tra arte e intelligenza artificiale.
Il panel ha l’obiettivo di inquadrare le principali trasformazioni che l’universo delle tecnologie di intelligenza artificiale ha apportato nelle pratiche artistiche contemporanee con particolare riferimento alla performance e a tutti quegli approcci che identificano il corpo come luogo di esplorazione dell’identità.


Modera: Federica Patti

Orari

Venerdì 11 Dicembre

Dalle 12.00 alle 13.00 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
Re:Humanism - Rethinking the body and identity in the age of artificial intelligence

Federica Patti

Federica Patti (1983) è storica dell'arte e curatrice indipendente di base a Bologna, la cui ricerca si concentra sulle arti multimediali, su progetti interattivi e partecipativi, sulle pratiche liminali e sulla valorizzazione di giovani artisti emergenti, con una propensione all’apertura e alla contaminazione verso pubblici e spazi non convenzionali. Collabora attivamente con diverse realtà (fra tutte: MAMbo - Museo di Arte Moderna Bologna, CUBO – Centro Unipol Bologna e Romaeuropa Festival) nell'ideazione e realizzazione di mostre e attività educative legate ai temi di arte, scienza, nuove tecnologie. E' membro del collettivo LaRete Art Projects e di IKT – International Association of Curators of Contemporary Art. Scrive per le riviste Artribune magazine, Creativeapplication.net e Digicult.

The Cool Couple - Simone Santilli

The Cool Couple è un duo fondato a fine 2012 da Niccolò Benetton (1986) e Simone Santilli (1987). La loro ricerca si concentra sui processi di produzione, condivisione e interazione con le immagini. Il lavoro di TCC è stato esposto in diverse istituzioni italiane e straniere tra cui: Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, Fondazione Bevilacqua La Masa, Unseen Photography Festival, Centquatre, Les Rencontres des Arles, Museo MACRO, MAMBO, Galleria Civica di Trento. Tra i riconoscimenti ricevuti: il Premio Fabbri per la Fotografia Contemporanea (2014), il Premio Graziadei per la giovane fotografia (2015), il Premio Fotografia Under 40 di Artverona (2017), il Premio Johannesburg (2019). Nel 2020, TCC sono tra i vincitori dell’ottava edizione dell’Italian Council, riconoscimento che si aggiunge al conseguimento del premio Artevisione, promosso da Careof, in collaborazione con Sky Arte, e del premio Bonotto ad Artefiera. The Cool Couple affianca alla ricerca artistica la didattica: ha collaborato con diverse università ed è attualmente lecturer presso NABA e course leader del triennio di arti visive di Made Program.

Re:Humanism

L’Ass. cult. Re:Humanism nasce per dare una struttura alle diverse attività culturali intese come mostre, festival, conferenze e progetti di formazione che indagano sul rapporto tra cultura umanistica e scientifica ed in particolare identificano nell’intelligenza artificiale il focus principale della ricerca. Tale tecnologia si presta a molteplici riflessioni di carattere etico, sociale e filosofico. Compito della cultura è porre nuovi quesiti e offrire possibili nuove configurazioni, sviluppi, modi d’uso della tecnologia intesa come medium. Dopo aver lanciato l’art prize Re:Humanism persegue lo scopo di allargare il suo raggio d’azione, impegnandosi anche in altre attività culturali, di ricerca ed educazione. www.re-humanism.com

fuse* - Mattia Carretti

fuse è uno studio e una compagnia di produzione indipendente che opera nell’area di incontro tra arte e scienza con lo scopo di esplorare le possibilità espressive date dall’uso creativo delle tecnologie digitali emergenti. Sin dalle origini la ricerca dello studio ha avuto come obiettivo primario la creazione di installazioni e performance multimediali capaci di coinvolgere profondamente il pubblico amplificando l’impatto emotivo della narrazione. Nel corso degli anni lo studio si è evoluto, tendendo verso un approccio sempre più olistico alla creazione di nuovi progetti. Affidandosi ad un modus operandi che valorizza la sperimentazione pura, l’intento è quello di realizzare opere in grado di ispirare le persone, spostare i confini e cercare nuove connessioni tra luce, spazio, suono e movimento. fuse lega da sempre il proprio sviluppo a quello della comunità in cui opera sostenendo, promuovendo ed ideando progetti che hanno come obiettivo la diffusione della cultura e della conoscenza. Con questo intento dal 2016 co-produce il festival di musica elettronica ed arti digitali NODE. Nel corso degli anni fuse* ha presentato le sue opere e produzioni a livello internazionale in istituzioni d'arte e festival tra cui Mutek, TodaysArt, Sónar Istanbul, Artechouse, STRP Biennial, RomaEuropa, Kikk, Scopitone ed il National Centre for the Performing Arts of China. 



The Cool Couple - Niccolò Benetton

The Cool Couple è un duo fondato a fine 2012 da Niccolò Benetton (1986) e Simone Santilli (1987). La loro ricerca si concentra sui processi di produzione, condivisione e interazione con le immagini. Il lavoro di TCC è stato esposto in diverse istituzioni italiane e straniere tra cui: Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, Fondazione Bevilacqua La Masa, Unseen Photography Festival, Centquatre, Les Rencontres des Arles, Museo MACRO, MAMBO, Galleria Civica di Trento. Tra i riconoscimenti ricevuti: il Premio Fabbri per la Fotografia Contemporanea (2014), il Premio Graziadei per la giovane fotografia (2015), il Premio Fotografia Under 40 di Artverona (2017), il Premio Johannesburg (2019). Nel 2020, TCC sono tra i vincitori dell’ottava edizione dell’Italian Council, riconoscimento che si aggiunge al conseguimento del premio Artevisione, promosso da Careof, in collaborazione con Sky Arte, e del premio Bonotto ad Artefiera. The Cool Couple affianca alla ricerca artistica la didattica: ha collaborato con diverse università ed è attualmente lecturer presso NABA e course leader del triennio di arti visive di Made Program.

fuse* - Samuel Pietri

fuse è uno studio e una compagnia di produzione indipendente che opera nell’area di incontro tra arte e scienza con lo scopo di esplorare le possibilità espressive date dall’uso creativo delle tecnologie digitali emergenti. Sin dalle origini la ricerca dello studio ha avuto come obiettivo primario la creazione di installazioni e performance multimediali capaci di coinvolgere profondamente il pubblico amplificando l’impatto emotivo della narrazione. Nel corso degli anni lo studio si è evoluto, tendendo verso un approccio sempre più olistico alla creazione di nuovi progetti. Affidandosi ad un modus operandi che valorizza la sperimentazione pura, l’intento è quello di realizzare opere in grado di ispirare le persone, spostare i confini e cercare nuove connessioni tra luce, spazio, suono e movimento. fuse lega da sempre il proprio sviluppo a quello della comunità in cui opera sostenendo, promuovendo ed ideando progetti che hanno come obiettivo la diffusione della cultura e della conoscenza. Con questo intento dal 2016 co-produce il festival di musica elettronica ed arti digitali NODE. Nel corso degli anni fuse* ha presentato le sue opere e produzioni a livello internazionale in istituzioni d'arte e festival tra cui Mutek, TodaysArt, Sónar Istanbul, Artechouse, STRP Biennial, RomaEuropa, Kikk, Scopitone ed il National Centre for the Performing Arts of China. 




Categoria Talk · Type Talk
Back