Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



Interactive Star App

Dal 2010 Vincenzo Marsiglia inizia a introdurre nel suo lavoro la Interactive Star App, un’applicazione per iPad che nasce dall’esigenza di approcciarsi a un nuovo mezzo multimediale per dar forma ad un’opera interattiva. L'artista ha successivamente modificato questa app di sua invenzione utilizzandola in progetti e contesti differenti. Durante i mesi di lockdown, insieme a Laetitia Florescu e Julie Fazio, la app è stata utilizzata per il progetto interattivo Un Ritratto per Unirci. Lo stesso progetto è ora riproposto con una nuova versione in occasione della Maker Art 2020.

Orari

Sabato 12 Dicembre

Dalle 11.30 alle 12.30 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
Interactive Star App

Laetitia Florescu

Laetitia Florescu-Sperti è responsabile editoriale di Arteez Magazine, piattaforma svizzera dedicata all’arte visiva moderna e contemporanea. Svolge anche attività di curatrice d’arte indipendente, sviluppando progetti e esposizioni, collaborando con artisti e istituzioni private, fondazioni, musei, e gallerie d’arte. Nel 2020 ha sviluppato con Julie Fazio il progetto artistico Un ritratto per unirci dell’artista Vincenzo Marsiglia. Ha conseguito una laurea in Lingua e Letteratura italiana e Storia presso l’Università di Ginevra e di Firenze nel 2003. È stata contributor per la rivista d’arte Artpassions e ha collaborato con diverse gallerie d'arte. Nel 2018, ha eseguito un corso di perfezionamento -Management per il mondo dell’arte- presso la Sotheby’s Institute of Art di Londra.

Vincenzo Marsiglia

Vincenzo Marsiglia (Belvedere Marittimo, 1972) è laureato in pittura presso l'Accademia di Brera a Milano. È un artista multimediale che ha da tempo individuato il suo segno distintivo nella stella a quattro punte, un simbolo grafico semplice denominato Unità Marsiglia, che l’artista declina attraverso tecniche sempre diverse per sperimentare tutte le sue possibilità formali e di senso, con opere di scultura, pittura e installazioni interattive e immersive realizzate impiegando mezzi tecnologici e digitali. Negli ultimi lavori emerge sempre più la necessità di trovare una convergenza tra naturale e artificiale, reale e virtuale, elaborando una riflessione critica sul mondo attuale, ma guardando con ottimismo al futuro tecnologico. Tra le recenti mostre e progetti personali si ricordano: Vincenzo Marsiglia. Interaction Shapes, a cura di Ilaria Bignotti e Walter Bonomi, Iaga - International Art Gallery Angels, Cluj Napoca, Romania (2014); Dopo-Logica/o, a cura di Matteo Galbiati, Palazzo Ducale e Teatro all'Antica Sabbioneta, Mantova (2016); Digital Antica, a cura Mario Nardo, Abbazia Sant’Eustachio, Nervesa della Battaglia (2019); Art&Design, a cura di Serena Cassissa e Andrea Castrignano, Spazio Andrea Castrignano, Milano (2020); Biennale Light Art, a cura di Vittorio Erlindo e Gisella Gellini, Casa del Mantegna, Mantova (2020); Three Rooms’ Exhibition, a cura di Milena Becci, Traffic Gallery, Bergamo (2020); La città ideale, a cura di Beatrice Audrito e Davide Sarchioni, Mirandola (2020); Buonanotte Contemporanea. Marsiglia, Artan,Pignatelli, a cura di Maria Letizia Paiato, Montebello sul Sangro (2020); Cercles, Galerie Wagner, Parigi (2020).

Davide Silvioli

Davide Silvioli, critico d'arte contemporanea, ha curato mostre in gallerie, spazi indipendenti e istituzionali. Ha partecipato a progetti promossi da Paratissima, Museo MAXXI e Istituto Svizzero. Ha tenuto conferenze in Italia e all'estero. Suoi testi e ricerche sono pubblicate su cataloghi, magazines di settore, monografie ed edizioni di gallerie. È curatore di archivi d'artista, contributor di riviste e uffici stampa specializzati. Collabora con fondazioni, musei pubblici, case editrici e università, a progetti di ricerca e curatoriali.

Davide Sarchioni

Davide Sarchioni (Orvieto, 1979) è un curatore italiano d'arte contemporanea, consulente e storico dell'arte. È curatore dei progetti d'arte della Fondazione Luca e Katia Tomassini di Orvieto - IT. È laureato in Storia dell'Arte Contemporanea con Enrico Crispolti presso l'Università di Siena. Dal 2005 svolge attività di curatore e consulente per enti pubblici, fondazioni, gallerie d’arte e privati in Italia e all’estero, curando numerose mostre, collezioni, libri e cataloghi d’arte, collaborando con svariati artisti italiani e internazionali, affermati ed emergenti. Dal 2010 al 2014 ha collaborato con il Museum am Dom (MAD) di Würzburg curando mostre e progetti di importanti artisti italiani e tedeschi. Dal 2010 è consulente e curatore dell'Associazione Il Frantoio di Capalbio. Nel 2015 è co-fondatore del progetto TerraMedia e LaDi Art. Ha tenuto conferenze in diverse istituzioni italiane e internazionali. Ha scritto per riviste di settore come Exibart e Rivista Segno e ha pubblicato saggi, cataloghi e monografie con diverse case editrici tra le quali SKIRA, Gangemi, Gli Ori, Bandecchi & Vivaldi, Broecking Art Edition.

Julie Fazio

Julie Fazio vive a Ginevra dove svolge un’attività indipendente di Art Manager, Art Curator e Art Dealer presso artisti contemporanei dell’arte cinetica, concettuale e minimalista nonché presso artisti africani. Collabora con delle gallerie in Italia, Francia, Svizzera e Marocco. Il suo ruolo consiste nel promuovere gli artisti, nell’ accompagnarli nel loro lavoro, nell’ organizzare delle esposizioni collettive o personali e creare delle sinergie con gallerie d’arte, fondazioni, istituzioni private e musei. Nel 2020 ha sviluppato con Laetitia Florescu il progetto artistico «Un ritratto per unirci» dell’artista Vincenzo Marsiglia. Ha seguito degli studi a Sotheby’s Institute (Londra). Nel 2016 ottiene il titolo di “Consulente Specialista del Mercato d’Arte” presso Drouot Formation (Parigi). Durante i suoi studi ha lavorato per la galleria d’arte Simon Studer Art a Ginevra, Christie’s Ginevra e Artcurial Parigi.


Categoria Talk · Type Talk
Back