Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



Sound Identity

Che suono ha il tuo brand?


Ogni brand ha bisogno di un suono o di una musica che ne identifichi la personalità per rendere la marca maggiormente riconoscibile e per creare un legame emotivo con il pubblico di riferimento. L’identità sonora è la traduzione dei valori e della personalità di un brand in linguaggio musicale. I marchi che hanno un’associazione con la musica hanno il 96% di probabilità in più di essere ricordati. Dalla richiesta del brand alla ricerca dei suoni per la creazione della soun identity. In questo percorso ci guida Stefano Fontana, DJ, musicista e fondatore di soundidentity.com.

Orari

Sabato 12 Dicembre

Dalle 18.30 alle 19.00 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
Sound Identity

Andrea Lai

Andrea Lai inizia a suonare in una band crossover rap metal al liceo quando il rap metal non era ancora un genere musicale. Appena finito il liceo inizia a scrivere su XXX Skateboard Magazine rivista di culto della scena skateboard dei primissimi anni Novanta. La sua prima Intervista è ai Public Enemy. Ottiene la sua seconda intervistai infilandosi nel backstage di un concerto dei Metallica, prima di essere scoperto e accompagnato fuori. Continua a dedicarsi alla critica musicale, scrive per l’Espresso, la Repubblica, il Manifesto, Rockerilla, Rockstar e Metal Hammer. Mentre si dedica all’attività di giornalista, iscritto all'albo, continua a suonare in diverse band post-punk con le quali è spesso in tour, fino a quando scopre il fascino dei giradischi e decide di abbandonare le chitarre per dedicarsi alla musica elettronica. Dopo un’esperienza di Writer&Researcher per MTV a Londra, inizia a lavorare come Marketing&Promotion Manager per EMI Music per poi passare a Sony Music. Scrive il libro "Atari Phunk – Dall’hip hop ai Chemical Brothers" per Castelvecchi e diventa speaker di Radio Città Futura, dalle cui frequenze racconta l’ascesa della DJ culture. Siamo alla metà degli anni Novanta; insieme all'amico Riccardo Petitti organizza una serata in un centro sociale di Roma, fino a quel momento sconosciuto ai più: il Brancaleone. Grazie al lavoro della coppia Lai&Petitti, il Brancaleone diventa uno dei club più importanti e sperimentali d’Europa, votato fra i cinque migliori club internazionali da DJ Magazine. Andrea Lai suona in giro per il mondo, dalle serate con il Buena Vista Social Club in Argentina fino al Fabric di Londra e viene inserito dalla radio inglese BBC fra i DJ più influenti della scena di quegli anni. Inizia a collaborare con diversi brand (Nike, Red Bull, Carhartt, Monster, Levi’s, Virgin Express, Diesel), sono i primi esperimenti di collaborazione fra artisti e grossi marchi e queste esperienze negli anni lo portano a diventare consulente artistico per festival, club, agenzie di comunicazione e a progettare eventi per istituzioni. Disegna eventi musicali ed azioni di intrattenimento continuando a tenere la comunicazione e il marketing aderenti al lavoro di progettazione artistica.

Stefano Fontana

Stefano Fontana, laureato in ingegneria elettronica, comincia a fare il dj a Milano e a Londra alla fine degli anni ’90, interpretando le scene musicali di Chicago, New York e Detroit e acquisendo uno stile internazionale capace di unire electro, hip hop, house, r’n’b e techno. In poco tempo diventa uno dei nomi più richiesti del circuito clubbing: dall’Inghilterra a Ibiza, da Mykonos alla Francia, senza dimenticare i Magazzini Generali e il Plastic di Milano, la base da dove partono le sue sperimentazioni. Parallelamente all’attività di DJ e produttore musicale, è tra i primi ad individuare l’esigenza di mercato di offrire progetti e contenuti di comunicazione basati su un uso strategico della musica e del suono e nel 2010 fonda Sound Identity, la prima agenzia di Sound Branding in Italia. Lavora per Adidas, MTV, Coca Cola, Dolce&Gabbana (con la collaborazione di Hype Williams), Diesel, Nike e tanti altri. Nel 2014 è giudice nella prima edizione del programma Top Dj, in onda su Sky Uno. Tra i suoi maggiori successi: “Soul Reply” (2003), “Baby Beat Box” (2005), “Pure Imagination” (2006), “Boom!” ft Giuliano Sangiorgi (2013). Nel 2010 viene fondata Sound Identity, la prima agenzia di Sound Branding in Italia. Stefano ed il suo team esplorano le connessione create dal suono a livello emotivo, mentale e comportamentale e di come queste possono essere implementate ed adoperate dai marchi nelle loro attività e touchpoints. Durante gli ultimi due anni ha prodotto a New York il quinto Album di Stylophonic dal titolo “We Are” @basshit studio, mixato dal grande Dave Darlington, già ingegnere del suono di (Master at work, Adeva, Todd Terry,Sting, Ruffneck, Basement jaxx, technotronic, Bob Sinclair, C&C Music factory,etc,etc). Il disco è uscito distribuito da Universal music Group. Attualmente sta lavorando in studio su nuove uscite discografiche per la sua nuova label /serata mensile a Milano “Beatraxx Recordings”, serate nei club e consulenze per i brand con Sound Identity. In autunno 2020 è uscito il film “sono in lista” prodotto da RS productions, la casa di produzione di Rolling Stone.Il docu/film nato da un idea di Stefano, di cui è anche l’unico autore racconta la storia del clubbing di Milano e dei suoi Personaggi principali, djs, promoter.

Saturnino


Categoria Talk · Type Talk
Back