Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



HIC SUNT LEONES

La performance di Rä di Martino, mostrerà l'opera “Hic Sunt Leones”. Un progetto in realtà aumentata grazia al quale, scaricata l'apposita applicazione, il pubblico potrà vedere piazza Navona tramutata in uno scenario da film di fantascienza, la piazza è ormai sotto la sabbia come se il mondo fosse desertificato.
Il titolo “Hic sunt leones” è una locuzione latina, un'espressione che viene associata alle carte geografiche antiche, è diffusa la spiegazione secondo cui in origine, hic sunt leones sarebbe comparsa su carte geografiche dell'antica Roma e di età successiva in corrispondenza delle zone inesplorate dell'Africa e dell'Asia. La frase stava ad indicare che non si sapeva cosa si trovasse in quelle lande sconosciute, a parte il fatto che fossero abitate da belve, oppure si riferiva a territori che non potevano essere conquistati.
L'artista performerà inoltre l'opera attraverso una pratica low tech del tutto particolare.

Orari

Domenica 13 Dicembre

Dalle 15.00 alle 15.30 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
HIC SUNT LEONES

Rä di Martino

Rä di Martino (Roma, 1975) ha studiato al Chelsea College of Art e alla Slade School of Art di Londra, ha poi vissuto a New York, dal 2005 al 2010; attualmente vive e lavora a Torino. Ha esposto in istituzioni quali la Tate Modern a Londra, il MoMA PS1 a New York, Palazzo Grassi a Venezia, GAM e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino, MACRO e MAXXI a Roma, Museion a Bolzano, MCA a Chicago, Hangar Bicocca e PAC a Milano. Ha partecipato a festival del cinema internazionali quali Festival del film Locarno, VIPER Basel, Transmediale.04, New York Underground Film Festival, Kasseler Dokfest, Torino Film Festival, e al Festival del Cinema di Venezia vincendo nel 2014 il Premio SIAE, il premio Gillo Pontecorvo e una menzione speciale ai Nastri d’Argento con il film The Show MAS Go On (2014). Il suo primo lungometraggio Controfigura (2017) è stato presentato in anteprima all’ultimo Festival del Cinema di Venezia. Attraverso un’articolata produzione composta dal lavoro fotografico e video, e con l’ausilio di un sostanzioso apparato letterario e musicale, fatto di citazioni e rimandi colti, di Martino osserva la relazione che la memoria e le dinamiche private e mentali dell’individuo contemporaneo instaurano con la cultura bassa diffusa dai media, come le fictions e lo slogan pubblicitario. Quest’attrazione per le storie intende illustrare il vivere contemporaneo in forma narrativa, tramite il cui processo, l’artista svela i meccanismi del potere manipolatorio del cinema e della televisione sul nostro inconscio e sul nostro modo di interpretare il mondo.

Mauro Remiddi

Compositore, sound designer e songwriter. Nel 1998 scrive la colonna sonora del cortometraggio ‘La Matta Dei Fiori’ che vince quell’anno il Davide Di Donatello. Nel 2000 si trasferisce a Londra dove inizia la sperimentazione con musica elettronica. Proprio a Londra comincerà la collaborazione con l’artista film maker Ra Di Martino, scrivendo musiche per le performance e media installation della Di Martino. La loro ultima collaborazione e’ stata al Mattatoio (Roma) con l’istallazione audio visiva AFTERALL (2019). Nel 2011 Remiddi si sposta a NY, dove sotto il nome di Porcelain Raft pubblicherà’ tre dischi con l’etichetta Americana Secretly Canadian (la casa discografica di Anthony & The Johnston e Bon Iver). Con Porcelain Raft tra il 2011 e il 2018 si esibira’ dal vivo con svariate tourne’ in USA e Europa, sia da solista che aprendo per band come Beach House, Blonde Redhead, M83 e James Blake. Le sue musiche sono state usate per film come ‘The Collection’ (2013) e per serie televisive americane come ‘Lucifer’ (FOX) e ‘Messiah’ (Netflix). Dopo alcune collaborazioni con artisti Newyorkesi del calibro di Sufjan Steven and Bryce Dresser (The National), Remiddi incontra’ a Brooklyn Derrick Belcham, regista e film maker Canadese, il quale tra il 2014 e 2017 dara’ vita a tre spettacoli di teatro-danza al Knockdown Center di Brooklyn. Remiddi scriverà’ le musiche, suonandole dal vivo per tutti e tre gli spettacoli. Dopo essersi spostato a Los Angeles nel 2018, Remiddi inizia a lavorare alla sua prima opera, dove atmosfere oniriche si fondono a drum machine e voci trattate elettronicamente. L’opera, chiamata ‘Moonbird’, sara’ completata inizio 2021. L’ultima pubblicazione musicale di Remiddi e’ ‘Callas In Wonderland’. Qui Remiddi prende ‘in prestito’ la voce di Maria Callas, la campiona per pochi secondi e la ri-elabora, facendo perdere alle parole il loro significato, per mettere di nuovo tutto in discussione. LINKS ‘Callas In Wonderland’ https://www.youtube.com/watch?v=upRxTdxv2mY&t=8shttps://www.youtube.com/watch? v=upRxTdxv2mY&t=8s Jam with Sufjan Steven https://youtu.be/yMjTj17Wjs4?t=47 Mauro Remiddi improvisation with modular synth https://www.youtube.com/watch?v=bXtCr8ITKHU&t=67s Porcelain Raft https://www.youtube.com/watch?v=DWnxEX0N3k0


Categoria Performance · Type Performance
Back