Eventi 2019



Divulgazione scientifica con tecnologie Maker

A partire dalla fine degli anni '90 gli attori della divulgazione scientifica: giornalisti, docenti, divulgatori professionali, scienziati o appassionati hanno imparato a far uso di strumenti digitali per parlare di scienza al pubblico. Questo ha permesso di trasmettere in modo semplice e chiaro contenuti un tempo ritenuti troppo complessi per il pubblico non specialistico. L'uso di strumenti digitali impone pero' all'ascoltatore di decidere se credere o meno a quanto gli viene proposto, perdendo di vista il fatto che i risultati della ricerca sono il risultato di esperimenti pratici. Sino ai primi decenni del secolo scorso, i divulgatori facevano uso di semplici esperimenti da tavolo per "materializzare" i concetti di cui andavano a parlare, ma tale pratica si e' sempre piu' persa col passare del tempo anche a causa delle oggettive difficolta' di costruire semplici esperimenti. La nascita del movimento Maker nell'ultimo decennio apre pero' la possibilita' di una rinascita degli esperimenti da tavolo per la divulgazione scientifica. Infatti, l'uso di metodologie Maker permette ai divulgatori di costruire esperienze per il pubblico basate su semplici leggi fisiche. In questo talk vorrei illustrare alcune esperienze fatte in questo campo presso INAF/Osservatorio Astronomico di Trieste in collaborazione con lo SciFabLab di Trieste.

Tutti gli orari

Sabato 19 Ottobre
Dalle 16.45 alle 17.45
6.STAGE6 pav. 6
Divulgazione scientifica con tecnologie Maker

Michele Maris

Ricercatore presso l'Osservatorio Astronomico INAF / Trieste, Michele Maris ha studiato astrofisica e fisica delle particelle. Dal 1998 è Staff presso l'INAF / Osservatorio Astronomico di Trieste, partecipando alla missione di Planck sin dal suo inizio. Ha contribuito alla missione Euclid, e attualmente fa parte del team del telescopio STRIP / LSPE e si è unito alla missione ARIEL. I suoi interessi di ricerca comprendono CMB, sistema solare ed esopianeti e outreach con metodologie Maker. È entrato a far parte dell'Istituto europeo di astrobiologia (EAI). Principali hobby: Making, scrittura, fotografia, trekking e speleologia.


Categoria Talk & Conference · Type Talk
Back