CO2: da emissioni a carburante

Le ricerche di due società aprono nuove frontiere nel trasporto aereo

 

Conquista la ribalta un progetto che potrebbe convertire le emissioni del comparto aeronautico trasformando la CO2 dell’atmosfera in carburante. Una soluzione capace di portare vantaggi sia all’industria del trasporto aereo che all’ambiente: decisamente una rivoluzione.

La ricerca e’ stata iniziata da una azienda canadese, la Carbon Engineering, una società co-fondata anche dall’esperto di cambiamenti climatici di Harvard David Keith.

L’alimentazione conta

L’alimentazione e’ fondamentale, lo sappiamo. Anche quando si tratta dei carburanti che “nutrono” veicoli. Società, startup e centri di ricerca di tutto il mondo sono già da tempo alla ricerca di soluzioni per “catturare” la CO2 dispersa nell’atmosfera.

Funzionano cosi, ad esempio, le tecnologie “Carbon Capture and Storage”, che permettono di “sequestrare” la CO2 bloccandola, letteralmente, o  quelle “Carbon Capture and Utilization”, che la trasformano in sostanza utile ad altro scopo.

 

co2 Plane
Design of Carbon Engineering air contactor that would collectively capture about a million tons of CO2 – ph. CARBON ENGINEERING

Il punto è che se l’anidride carbonica è troppa nell’atmosfera, la colpa e’ delle attività umane: allevamenti intensivi, trasporto aereo alimentato a gasolio, sistemi di riscaldamento non evoluti… Fortunatamente, la percentuale di CO2 nella nostra aria è ancora solo pari allo 0,04%, cioè 400 parti per milione.

Questo però rende complesso “immagazzinarla” sottraendola all’aria, perché questa bassa concentrazione impone che per ricavare un litro di CO2 sia necessario filtrare circa 2.500 litri di aria.

E’ il motivo per il quale non esistono ancora veri e proprio impianti industriali a questo scopo, e la ricerca continua a muoversi su piccola scala.

 

Aerion supersonic jet S2
ph. Aerion

Potremmo volare “carbon neutral”?

In ogni caso, la Carbon Engineering, basata in British Columbia, ha stretto un accordo con la Aerion, una startup di Reno, in Nevada.

Quest’ultima sta a sua volta sviluppando un jet supersonico battezzato AS2, che potrebbe volare alimentato proprio a carburante sintetico derivato dalla CO2 – a sua volta “raccolta” proprio da sistemi del tipo descritto sopra.  L’obiettivo e’ quello di assicurare, entro pochi anni, voli interamente “carbon neutral”.

Ci auguriamo davvero che la ricerca riesca ad avanzare velocemente; quello del cambiamento climatico e delle sue conseguenze e’ uno dei temi più urgenti; risolverlo, almeno in prospettiva, significherebbe poter assicurare standard qualitativi di vita sul nostro pianeta ancora a lungo – qualcosa che invece, attualmente, non siamo più in grado di garantire.


 

Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

Promosso e organizzato da

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

© 2020 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy