I Sony Computer Science Laboratories di Parigi e Roma rinnovano la partnership con Maker Faire Rome e si preparano ad accogliere il pubblico in una grande area espositiva ricca di progetti e di esperienze da non perdere

 

Le filiali europee di Sony Computer Science Laboratories Inc. (di seguito “Sony CSL”), Sony CSL Paris e Sony CSL Rome, svolgeranno un ruolo centrale all’interno dell’area espositiva Sony, con stand dedicati all’agricoltura sostenibile, alla città di 15 minuti, all’infosfera e al dialogo sociale, al linguaggio e all’affascinante interazione tra intelligenza artificiale e arte. Come lo scorso anno a Sony CSL si affiancheranno le altre divisioni di Sony Europe: SSS-Europe, con uno stand dedicato ai sensori che contribuiscono allo sviluppo delle smart cities, e da Sony Professional Displays & Solutions, che offrirà al pubblico un’esperienza di interazione con la tecnologia Crystal LED Sony.

 

 

Città 15 minuti

 

 

Le città moderne sono disegnate per massimizzare la velocità dei cittadini, causando un’espansione delle città per la grande efficienza dei sistemi di trasporto. Il tempo impiegato dai cittadini per spostarsi è rimasto uguale, ma la distanza percorsa è aumentata, causando il sovraffollamento dei mezzi pubblici, ingorghi e un aumento delle emissioni. Lo scienziato Carlos Moreno ha teorizzato il concetto di Città 15 Minuti, secondo il quale gli individui dovrebbero avere la possibilità di raggiungere i servizi di cui hanno bisogno in meno di 15 minuti muovendosi in bicicletta o a piedi.

Per stabilire se le città siano aderenti a questo concetto, Sony CSL ha sviluppato la piattaforma 15 Minuti. Sfruttando dati aperti sui servizi delle città, dati anonimizzati sugli spostamenti degli individui e algoritmi di routing, è possibile mappare quanto siano vicine le aree urbane al concetto di Città 15 Minuti. Questo strumento è gratuitamente accessibile online e sarà arricchito con nuove funzioni.

 

ARTIS

 

La comprensione del testo è un compito cognitivo complesso che per molti bambini con Disturbo dell’Apprendimento può essere difficoltoso e frustrante. La comprensione di un testo – oltre a essere un’abilità cruciale per molti aspetti della nostra vita quotidiana – costituisce la base del nostro sistema educativo.

Nel team di linguaggio di Sony CSL ci si pone l’obiettivo di risolvere tale difficoltà progettando tecnologie linguistiche accessibili e inclusive per permettere terapie e pratiche educative ibride. Al CRC – Centro Ricerca e Cura, centro specializzato nella riabilitazione dei Disturbi del Neurosviluppo, i bambini intraprendono percorsi per accrescere le loro competenze linguistiche e comunicative e apprendere strategie utili a compensare le difficoltà di apprendimento.

Con questo obiettivo, Sony CSL collabora con il CRC per progettare e valutare insieme se un’interfaccia di comprensione della lettura, alimentata dall’intelligenza artificiale, possa rendere l’intero processo di lettura e di comprensione dei testi più personalizzabile, multimodale e realmente inclusivo.

 

Arte e Scienza: il Progetto S+T+ARTS

 

 

S+T+ARTS è un Progetto Europeo volto all’intersezione tra scienza, tecnologia e arte. Per l’edizione del 2021, Repairing the Present, è stato chiesto ad artisti di tutto il mondo di immaginare una città più sostenibile, verde e vivibile. Sony CSL e il museo MAXXI hanno selezionato due artiste che hanno trascorso sei mesi di residenza artistica a Roma. Olga Kisseleva, un’artista di Parigi, ha approfondito il tema del ruolo benefico degli alberi nelle aree urbane. Con l’installazione “Cities live like trees,” ha ridisegnato la mobilità urbana secondo la consapevolezza del verde da parte dei cittadini. La seconda installazione, dell’artista viennese Susi Gutsche, è focalizzata sulla consapevolezza pubblica sulla mobilità dei rifiuti. In “Trace your Waste,” ha mappato il percorso seguito dai rifiuti urbani nelle diverse aree di Roma e, più in generale, a livello nazionale. Sony CSL ha supportato le artiste fornendo dati e supporto algoritmico, mentre il MAXXI ha contribuito con la sua esperienza curatoriale. Queste due installazioni verranno presentate alla mostra Re-Wild al MAXXI, il Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo di Roma, dal 15 ottobre al 13 novembre 2022. 

 

Faccia a faccia

 

Da un punto di vista scientifico, la creatività può essere messa in relazione all’esplorazione di quello che noi chiamiamo “lo spazio delle possibilità”. Questo spazio contiene tutte le possibili variazioni di ciò che già conosciamo, insieme a nuove idee inattese la cui origine e contenuto sono difficilmente prevedibili. In generale, l’esplorazione dello spazio delle possibilità permette di trovare soluzioni originali, piacevoli o valide partendo dalle informazioni o dai dati di cui già disponiamo. Oggi, l’Intelligenza Artificiale è uno strumento efficace per estrarre le caratteristiche importanti di un insieme di dati, permettendo una diretta interazione con lo spazio delle possibilità. In questa installazione, Sony propone al pubblico di Maker Faire Rome di esplorare lo spazio delle facce umane partendo da una foto del proprio volto.

I visitatori, dal 7 al 9 ottobre, potranno interagire con l’IA disegnando e modificando il modo con cui la macchina rappresenta i volti. Talvolta troveranno qualcosa di originale e piacevole, mentre in altri casi potranno muoversi in direzioni in cui la faccia viene del tutto compromessa. La “sfida” sarà quella di trovare la perturbazione migliore per i propri gusti: chi ci riuscirà?

 

Foremusic

 

 

Quanto successo avrà la prossima canzone del tuo artista preferito? Foremusic permette di scoprire in anticipo quanto una canzone verrà apprezzata dal pubblico, basandosi sulle metriche di successo di Spotify e YouTube. A Sony CSL è stato sviluppato un sistema di AI per studiare se il successo può essere predetto usando i megadati delle più importanti piattaforme di streaming e determinare i fattori chiave di popolarità nell’industria musicale. Il progetto Foremusic nasce da una linea di ricerca che punta a comprendere gli schemi del successo condivisi da diversi prodotti artistici e di intrattenimento. Tale ricerca si interseca con lo sviluppo di sistemi di AI a supporto del processo decisionale e che coinvolgono l’interazione tra uomo e macchina.

 

KOUZAN

 

 

Capire come le informazioni si diffondono nella nostra società è sempre stato un compito impegnativo: individuare e classificare le interazioni che comportano il trasferimento di conoscenza è complesso. La conoscenza può essere trasmessa attraverso testi scritti, conversazioni o visitando una fiera. KOUZAN, progetto sviluppato in collaborazione con il Complexity Science Hub di Vienna, permette di quantificare il valore altrimenti intangibile delle informazioni fornendo strumenti per annotare e registrare le interazioni umane che coinvolgono un trasferimento di  conoscenza.

A Maker Faire Rome 2022 KOUZAN presenta un’app, Kouzan-Expo, che consente un’interazione tra i visitatori e le installazioni della fiera. I visitatori potranno accedere al materiale informativo sull’installazione scansionando con l’app il relativo codice QR. Potranno anche esprimere il loro apprezzamento dell’installazione attraverso stellette (1=non interessante, 5=interessante) e aggiungere commenti. In qualsiasi momento avranno la possibilità di richiamare la cronologia del loro percorso e avere un’indicazione della prevedibilità della loro attività di valutazione.

 

VALAWAI

 

 

Un’AI che sia consapevole dei valori morali deve svolgere le stesse funzioni della coscienza umana: saper acquisire e mantenere un sistema di valori, usarlo per determinare l’allineamento di un’azione ad un codice morale, ed adattarsi ai valori morali dell’utente.

Per questo progetto, finanziato dall’UE, Sony CSL collabora con altre istituzioni europee (CISIC Barcelona, Institut Mar d’Investigacions Mediques, Istituto Italiano di Tecnologia, Ghent University, Studio Stelluti) per sviluppare componenti di  AI consapevoli di un codice morale, basati su modelli neuroscientifici. Scopo dell’azienda è quello di includere l‘allineamento a valori morali nel processo decisionale della macchina, in modo da rendere trasparenti sia le decisioni che i valori di riferimento e rafforzare l’azione umana.

Sony CSL implementerà questi strumenti per identificare i diversi punti di vista espressi dalle notizie, per accrescere la consapevolezza della pluralità nel discorso pubblico, e migliorare la fruizione di informazione dell’utente (a.e., uscire dalle camere ad eco).

 

Robotics for Microfarms

 

 

Il team di sostenibilità di Sony CSL cerca nuove soluzioni tecnologiche per creare una società più sostenibile. Uno di questi progetti è Robotics for Microfarms (ROMI). I giovani agricoltori stanno man mano avviando piccole aziende agricole in tutta Europa, sia nelle aree rurali sia in quelle urbane. Coltivano fino a 100 diverse varietà di ortaggi all’anno su 0,01-2 ettari utilizzando pratiche di agricoltura biologica. Il mantenimento degli standard organici e l’assenza di erbicidi significa che gran parte del lavoro viene svolto manualmente, con un grande sforzo fisico da parte degli agricoltori e alti costi di manodopera.

ROMI si rivolge proprio a queste piccole aziende agricole e punta a eseguire autonomamente parte del lavoro più faticoso assistendo l’agricoltore durante la pianificazione delle colture e dei raccolti. Questo riduce i costi e aumenta la produttività. A Maker Faire Rome Sony CSL mostrerà il proprio “cablebot” che è stato sviluppato congiuntamente da Iaac/FabLab Barcelona e Sony CSL. La fotocamera del “cablebot” viene utilizzata per acquisire immagini quotidiane delle piante e aiutare a prevedere quando saranno pronte per il raccolto e quale spazio sarà la porzione di spazio ad essere disponibile per le nuove piantagioni.

l progetto ROMI ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 dell’UE nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 773875. Il lavoro sui robot ha ricevuto finanziamenti aggiuntivi dal programma Orizzonte 2020 dell’UE attraverso il progetto CENTRINNO nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 869595.

 

WeWrite

 

 

 

La scrittura è un processo complesso. Eppure, quasi tutti gli attuali editor di testo sembrano progettati come se gli autori sapessero già esattamente cosa vogliono scrivere sin dall’inizio e come se debbano semplicemente scriverlo in modo lineare e diretto, trascurando completamente la complessità del processo creativo. La filosofia di WeWrite è quella di creare un ambiente in cui la creatività, l’esplorazione, la ricombinazione e, più in generale, le complessità dell’evoluzione di un testo siano supportate nella loro estensione più sfrenata.

Uno dei concetti alla base di questa filosofia è che la tecnologia dovrebbe essere modellata intorno a noi, e non viceversa. E, in particolare, i nostri strumenti IT dovrebbero essere progettati attorno al processo mentale umano. La scrittura, in particolare, è un processo che soffre di molti vincoli tecnologici, nonostante gli impressionanti progressi degli ultimi decenni. Per saperne di più: https://wewrite.cslparis.com

 

 

Infosfera

 

 

La linea di ricerca “Infosfera” dei Sony Computer Science Labs sta affrontando la sfida di riprogettare le tecnologie dell’informazione per rendere le informazioni più accessibili e il dialogo sociale più trasparente, comprensibile e sano. Il team di Sony CSL ha sede a Roma e a Parigi (Francia) e collabora con giornalisti, editori, autorità nazionali e istituzioni. Il nostro obiettivo finale è quello di migliorare le dinamiche informative della società attraverso nuovi strumenti informatici costruiti intorno all’elaborazione umana delle informazioni, sia a livello individuale che collettivo, e di contrastare i pericoli reali e attuali per le nostre democrazie.

Per saperne di più: https://csl.sony.it/infosphere.

Lab4 News è un’iniziativa di ricerca e sviluppo dedicata al mondo dell’informazione, dell’editoria e dei nuovi media che si propone di fare da ponte tra le innovazioni scientifiche e tecnologiche e gli attori della cosiddetta “infosfera”: dagli editori ai giornalisti, dalle autorità ai social media. Per saperne di più: https://lab4.news.

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Visita Maker Faire Rome dal 7 al 9 ottobre al Gazometro Ostiense. Info e biglietti https://makerfairerome.eu/it/biglietti/