An event powered by
Cerca
Close this search box.

Make To Care: sono 11 i progetti finalisti dell’edizione 2021

 

 

DAL 27 SETTEMBRE, VIA ALLE VOTAZIONI SULLA PAGINA INSTAGRAM DI SANOFI ITALIA

 

Make to Care è un progetto a cura di Sanofi in collaborazione con Maker Faire Rome – The European Edition lanciato nel 2016, che stimola e sostiene progetti e iniziative sviluppati da designer, maker, startup, ricercatori, pazienti e caregiver per migliorare la quotidianità di persone affette da disabilità.

Come da Regolamento, i 6 progetti più votati dal pubblico andranno alla finalissima del prossimo 27 ottobre.

 

scopri tutti i progetti finalisti

 

AbleUpp, percorso tattile-plantare-vocale per un paese accessibile 

 

Ableupp

 

AbleUPP è un sistema costituito da un bastone smart e un percorso tattile-plantare-vocale capace di guidare le persone non vedenti, fornendo anche informazioni sui servizi presenti lungo il percorso.

 

AbleUpp 1 - Progetto Make To Care

 

Il sistema si inserisce all’interno di un progetto più ampio di paese accessibile, finalizzato a rendere accogliente e barriere-free il borgo di Monteverde, centro di 770 abitanti, eliminando la distinzione stessa fra disabili e normodotati.

Autore del progetto: Comune di Monteverde

 

Exos Armor, corsetto ortopedico traspirante personalizzabile

 

Exos Armor - Progetto finalista Make to Care

 

Exos Armor nasce dall’esperienza diretta di uno dei co-founder e dalla sua volontà di ripensare i tradizionali corsetti ortopedici.

Una ricerca approfondita e la messa a punto di un originale processo di produzione hanno permesso di realizzare un corsetto di nuova generazione, traspirante, utile sia per l’utente finale che per i tecnici specializzati del settore.

 

Exos Armor - Progetto Make To Care

 

Grazie all’impiego della stampa 3D, colori ed elementi possono essere personalizzati in base alle esigenze o preferenze dell’utente finale.

Autore del progetto: EXOS Srl

 

Swimable, device per facilitare l’approccio agli sport acquatici e attività riabilitative in acqua

 

Swimable

 

SwimAble è un ausilio pensato per bambini affetti da agenesia o amputazione degli arti superiori, per facilitare l’approccio agli sport acquatici e le attività riabilitative in acqua. Il progetto è nato da un’idea di Piera Losciale, volontaria E-nable Italia, Associazione italiana per bambini e famiglie con agenesia, amputazione e malformazioni arti, nata come aggregazione spontanea di genitori e famiglie che condividono le stesse esperienze. 

 

 

Realizzato in stampa 3D e integrato nel costume, consente di bilanciare la spinta corporea in acqua quando si pratica nuoto libero o attività riabilitative (quali idrokinesiterapia) volte al potenziamento della muscolatura dell’arto residuale e/o al riequilibrio fisico della postura del bambino.

Autore del progetto: Piera Losciale + E-nable – Energy Family Project

 

CAMERA LIBERA TUTTI, Welcome kit: soluzioni personalizzabili per strutture turistiche inclusive

 

Camera libera tutti - Progetto Make to Care

 

Camera Libera Tutti nasce dal bisogno di sopperire alla carenza di strutture sufficientemente inclusive. Un team progettuale ha lavorato allo sviluppo di soluzioni di arredo, dispositivi e sistemi per rendere maggiormente accessibili le strutture ricettive e turistiche. 

 

camera libera tutti 1

 

Il risultato è un Welcome Kit composto da dieci oggetti indispensabili che, seppur apparentemente semplici, aumentano sensibilmente la qualità del soggiorno, abbattendo le differenze tra alloggi riservati a persone disabili e quelli destinati a turisti normodotati.

Autore del progetto: Fab Lab Parma (con supporto di Hackability)

 

DoMoMEA, tele-riabilitazione domiciliare neuromotoria per soggetti con esiti di ictus cerebrale

 

DoMoMEA - Progetto Make to Care

 

DoMoMEA è un sistema semi automatizzato di tele-riabilitazione domiciliare a basso costo pensato per pazienti affetti da disabilità neuromotoria lieve o moderata a seguito di ictus cerebrale. Sfrutta sensori indossabili inerziali e di pressione per l’analisi quantitativa del movimento del soggetto durante l’esercizio riabilitativo, fornendo feedback di vario tipo (visivi, uditivi e vibrotattili).

 

Domomea 1

 

Il paziente è coinvolto nel processo di riabilitazione grazie a interfacce semplici implementate su TV o tablet, che garantiscono una maggiore partecipazione. Il sistema mira ad affiancare i convenzionali sistemi di riabilitazione, coadiuvando il Sistema Sanitario Nazionale nel fornire a tutti un equo accesso ai servizi sanitario.

Autore del progetto: Università di Cagliari e Università di Sassari

 

CALLIOPE, assistente vocale per pazienti affetti da morbo di Parkinson

 

Calliope - Progetto Make To Care

 

CALLIOPE è un assistente vocale che, grazie ad algoritmi di sentiment analysis, analizza il contenuto semantico delle parole pronunciate dai pazienti affetti da morbo di Parkinson e lo traduce sotto forma di interfaccia vocale. La caratteristica è data dal tono “emotivo” associato che permette di far comprendere le emozioni espresse dal soggetto ai suoi caregiver, familiari e interattanti. 

 

Calliope 1

 

Inoltre, l’assistente virtuale potrà erogare contenuti multimediali formativi ed informativi per l’empowerment dei familiari, che molto spesso si trovano a dover affrontare situazioni in cui non sanno come comportarsi.

Autore del progetto: The Thinking Clouds (in collaborazione con Women’s Brain Project)

 

Green Mobility & Inclusion, rete di Bike-Rental inclusivo

 

 

 

Green Mobility & Inclusion ha come obiettivo l’attivazione di una rete di Bike-Rental innovativo, dotato di e-bike progettate per il trasporto di anziani, persone con disabilità e famiglie con bambini. Il progetto prevede anche un Servizio di Accompagnamento dedicato, effettuato da figure adeguatamente formate sui temi dell’accessibilità e inclusione. 

 

Green Mobility & Inclusion - Progetto Make to Care

 

L’obiettivo è far vivere un’esperienza di ciclabilità a chiunque, indipendentemente dalla propria condizione, migliorando la qualità di vita e ampliando significativamente il perimetro di libertà ed autonomia individuale.

Autore del progetto: REMOOVE

 

YUP! Your unique power, servizio di supporto per la gestione della rinite allergica in età pediatrica

 

YUP! - Progetto Make to Care

 

YUP! È un Kit di prodotti smart pensati per i bambini (6-9 anni) che soffrono di rinite allergica. Un rituale semplice e divertente per somministrare la terapia correttamente e senza la presenza di un adulto sfruttando semplicemente il rubinetto del bagno. 

 

 

Grazie ad un’APP dedicata i genitori possono verificare la costanza della terapia, condividere informazioni con il medico e ricevere suggerimenti su come agire.

Autore del progetto: Gianluca Micheli, Maria Vittoria Modugno e Ilaria Todeschini

 

Kimap, dispositivo di mappatura e navigazione per facilitare gli spostamenti di chi si muove in sedia a rotelle

 

Kimap - Progetto Make to Care

 

Kimap è un dispositivo tecnologico composto da due app per smartphone (una di navigazione e una di mappatura dell’accessibilità) per facilitare gli spostamenti di chi si muove in sedia a rotelle riducendo le barriere informative sulla percorribilità di strade ed edifici.

 

Kimap

 

Alla base delle due app, una tecnologia sviluppata da Kinoa, che utilizza i sensori dello smartphone e appositi algoritmi di machine learning per rilevare le condizioni delle strade percorse e permettere di georeferenziare le loro condizioni di percorribilità, facilitando il costante aggiornamento dei dati di navigazione e la loro condivisione nella community degli utenti.

Autore del progetto: Kinoa Srl

 

SayEye, suite di software che permette a bambini affetti malattie neurologiche complesse di comunicare con gli occhi

 

Sayeye - Progetto Make to Care

 

SayEye è una soluzione innovativa che risponde alle esigenze odierne di cura nella quotidianità all’interno dell’ambiente familiare, aggravate dall’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da COVID-19. È uno strumento basato sul tracciamento oculare per la cura e la riabilitazione anche da remoto per bambini con gravi patologie neurologiche, scaricabile gratuitamente e rilasciata in modalità open source.

 

Sayeye

 

Permette a bambini affetti da gravi difficoltà comunicative e di linguaggio e malattie neurologiche complesse di comunicare con gli occhi, attraverso scelte visive. Mostra con precisione cosa i bambini guardano e quanto a lungo, calibra automaticamente l’eye-tracker, e permette di creare librerie di immagini in tempo reale, in modo adattabile alle esigenze di ogni bambino. 
E’ semplice da utilizzare a scuola e nel quotidiano, grazie all’app per smartphone e tablet, devices familiari ad adulti e bambini.

Autore del progetto: OpenDot + TOG

 

Leggo Facile, software per la cura della dislessia

 

Leggo Facile 1 - Progetto Make to Care

 

Leggo Facile è una web app per il trattamento della dislessia. Nasce da una forte esigenza, condivisa all’interno del gruppo di studio dei clinici, dei ricercatori e dei docenti delle scuole di specializzazione in materie neuropsicologiche di Istituto Santa Chiara, ovvero implementare un protocollo d’intervento che racchiuda in sé tre caratteristiche distintive e imprescindibili:

  • l’efficacia, cioè la capacità di produrre i risultati desiderati;
  • l’arco temporale breve, che si realizza tramite un trattamento intensivo di tre mesi;
  • la disponibilità della piattaforma per le famiglie (e per i clinici) grazie a costi accessibili a tutti.

 

Leggo Facile - Progetto Make to Care

 

Leggo Facile si basa sui trattamenti di tipo sub-lessicale e lessicale volti a stimolare la via lessicale e l’accesso diretto visivo alla parola.

Autore del progetto: One Health Vision

 

VOTA I TUOi PROGETTi PREFERITi SUL PROFILO INSTAGRAM DI SANOFI e segui l’hashtag #maketocare