An event powered by
Cerca
Close this search box.

Il Settore Aerospaziale: un mondo di innovazione e possibilità

Scopri il settore dell’aerospace con Life Foliage, Personal Satellite, il lavoro del Sapienza Space Team e ASI Agenzia Spaziale Italiana!

 

Il settore aerospaziale è di fondamentale importanza per diversi motivi chiave. In primo luogo, svolge un ruolo cruciale nell’avanzamento dello sviluppo e dell’innovazione. Le sfide legate all’esplorazione dello spazio spingono, infatti, l’umanità a progettare nuove tecnologie e soluzioni che trovano, poi, applicazione in numerosi altri settori: dall’aviazione civile alla medicina, dall’energia alle telecomunicazioni. In secondo luogo, poi, il settore aerospaziale contribuisce in modo significativo all’economia globale: coinvolge, infatti, una vasta rete di aziende, istituti di ricerca e organizzazioni governative, creando opportunità di lavoro e sostenendo la crescita economica. Inoltre, proprio perché spesso associata a contratti internazionali e partenariati, questa industria è il motore di molte delle collaborazioni internazionali in tutto il mondo.

 

Un settore, dunque, che ispira e cattura l’immaginazione umana. L’esplorazione dello spazio ci porta naturalmente ad alcune delle domande fondamentali sulla nostra esistenza, sul nostro pianeta e sulla natura dell’universo. Ci sfida a superare i limiti della conoscenza umana e a perseguire obiettivi ambiziosi. Potremmo dire che è un vero catalizzatore per la ricerca scientifica, l’educazione e l’ispirazione di generazioni future.

 

È per questi motivi che Maker Faire Rome 2023, uno degli eventi più attesi nell’ambito della tecnologia e dell’innovazione, offre la straordinaria opportunità di scoprire nuovi progetti visionari e sorprendenti del settore aerospaziale. In questo articolo, esploreremo solo tre dei progetti imperdibili che mettono in mostra il ruolo centrale del settore nella nostra società.

 

Sapienza Space Team – SST: studenti nello spazio

Il Sapienza Space Team è un gruppo studentesco universitario composto da studenti provenienti da rami diversi di ingegneria, uniti dalla passione per la realizzazione di progetti in ambito aerospaziale. Il loro obiettivo principale è applicare le conoscenze teoriche acquisite durante il percorso accademico allo sviluppo di progetti innovativi e stimolanti per le loro future carriere.

Ciò che distingue questo team è il loro impegno nella simulazione di missioni spaziali complete: dalla scrittura della documentazione preliminare e critica passando per la realizzazione fisica dei prototipi, dalla progettazione e programmazione del software di volo e della stazione di terra fino alla verifica attraverso test ambientali e briefing di pre e post missione.

Il Sapienza Space Team è stato selezionato per partecipare all’edizione 2023 della CanSat Competition, organizzata dalla NASA e Lockheed Martin, posizionandosi nella top 5 della classifica internazionale. Questo prestigioso evento sfida i partecipanti nella realizzazione di un modulo di servizio e una sonda atmosferica, rispettando le richieste della commissione statunitense. La missione prevede un lancio a bassa quota, il dispiegamento iniziale del modulo di servizio contenente la sonda come carico al suo interno, tramite un paracadute primario, seguito dal rilascio autonomo della sonda a una quota atmosferica prefissata e il suo ritorno in sicurezza a terra.

Una volta rilasciata, la sonda avrà il compito di dispiegare uno scudo termico aerofrenante e iniziare una discesa controllata, raccogliendo dati video e atmosferici lungo il percorso. Successivamente, dovrà rallentare utilizzando vari sistemi di paracadute fino a compiere un atterraggio controllato, per poi raddrizzarsi autonomamente e segnalare la sua posizione al team di recupero.

A Maker Faire Rome 2023 presenteranno la sonda atmosferica autonoma e il relativo modulo di servizio, realizzati con tecnologie all’avanguardia come la stampa 3D, lavorazioni CNC e l’utilizzo di materiali compositi come la fibra di carbonio e di alta specializzazione come il mylar.

Inoltre, presenteranno l’elettronica di bordo progettata su misura e realizzata su circuiti stampati personalizzati, al fine di ottimizzare il peso e garantire l’affidabilità e la sicurezza dei sensori e dei sistemi di controllo principali. Saranno mostrate anche la stazione di terra, che riceve telemetria in tempo reale e le interfacce di controllo remoto.

La loro aspirazione più grande? Utilizzare le loro conoscenze per inserirsi nel promettente settore aerospaziale dei CubeSats, così come nelle applicazioni atmosferiche e planetarie.

 

LIFE FOLIAGE per una governance forestale migliore

Il progetto europeo LIFE FOLIAGE è incentrato sulla governance forestale nelle regioni del Lazio e dell’Umbria. Questo progetto ambizioso si propone di:

  1. Dematerializzare le procedure amministrative regionali;
  2. Monitorare le superfici boschive tramite tecniche di telerilevamento applicate a immagini satellitari;
  3. Fornire ai cittadini un’informazione completa della gestione forestale in atto e delle criticità e potenzialità degli ecosistemi forestali;
  4. Fornire statistiche per lo sviluppo delle politiche forestali;

Durante Maker Faire Rome 2023, saranno presentati i servizi digitali sviluppati nell’ambito di questo progetto, come:

  1. La Piattaforma Amministrativa delle Foreste (PAF), destinata alle pubbliche amministrazioni, alle forze dell’ordine, ai liberi professionisti e ai proprietari forestali.
  2. La Piattaforma di Monitoraggio delle Foreste (PMF) che si basa su tecnologie di telerilevamento ed è indirizzata alle pubbliche amministrazioni.
  3. La Piattaforma di Rilievo e Informazione Forestale (PRIF) che supporta le indagini forestali in campo tramite un’applicazione mobile.
  4. La Piattaforma di Supporto alla Governance (PSG) che fornisce preziose statistiche forestali a regioni e portatori di interesse nazionali.

Un aspetto interessante di questo progetto è il coinvolgimento del pubblico. Durante l’evento, il pubblico avrà l’opportunità di partecipare a un gioco online chiamato “Landscape Hunt”, dove potranno cercare tagli forestali e altre anomalie forestali (come gli incendi) su immagini satellitari. Un progetto interessante che dimostra come la tecnologia aerospaziale possa essere utilizzata per migliorare la gestione delle risorse naturali e la governance forestale.

Tra i creatori: Loredana Oreti, Dottoressa di Ricerca in Scienze Tecnologie e Biotecnologie per la sostenibilità, attualmente assegnista di ricerca presso il consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria -centro di ricerca Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari (CREA-IT), Alessandro Alivernini, Ricercatore presso il consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria – centro di ricerca Foreste e Legno  e Marco Bascietto, ideatore e coordinatore del progetto Life Foliage e Ricercatore in Ecologia Forestale.

 

Personal Satellite per la democratizzazione dello spazio

Il Personal Satellite è un progetto che ha l’obiettivo di democratizzare l’accesso allo spazio. Si tratta di un satellite di classe “SPRITE” composto da tre piccole schede, ciascuna delle quali ha dimensioni leggermente superiori a un francobollo. Queste schede includono una Mother Board con un microcontrollore e una sezione radio LoRa, una Payload Board con alcuni sensori e una Power Board con una batteria o celle solari. Ciò che rende questo progetto affascinante è la sua accessibilità. È aperto a una vasta gamma di utenti, tra cui università, studenti, tecnici, ingegneri hardware e software, radioamatori e altri appassionati. Ogni utente può mettere in orbita il proprio Personal Satellite per un periodo limitato e ricevere dati telemetrici e dati del payload. Questi dati vengono trasmessi utilizzando la tecnologia IoT LoRaWan TTN network e possono essere ricevuti in tutto il mondo tramite internet. Un aspetto cruciale di questo progetto è l’attenzione all’ambiente. I Personal Satellite sono progettati per entrare in collisione con l’atmosfera terrestre e autodistruggersi dopo un breve periodo in orbita, eliminando il rischio di creare detriti spaziali. Il creatore di Personal Satellite è Giuseppe Talarico, ingegnere elettronico e progettista circuitale su progetti per Telettra, Selenia Spazio e DCC.

Maker Faire Rome 2023 offre una straordinaria finestra sul mondo affascinante del settore aerospaziale. Progetti come quelli presentati dal Sapienza Space Team, LIFE FOLIAGE e Personal Satellite dimostrano quanto sia vario e cruciale il contributo di questo settore alla nostra società. Dal monitoraggio forestale all’esplorazione spaziale accessibile a tutti, la tecnologia aerospaziale apre nuove frontiere per l’innovazione e l’accessibilità, plasmando il nostro futuro in modi sorprendenti.

 

ASI Agenzia Spaziale Italiana

ASI parteciperà a maker Faire Rome con un proprio stand dedicato al  programma ALCOR  all’interno del quale verrà utilizzato come modello espositivo/dimostrativo l’Engineering Model Astrobio cubesat. Il modello è messo a disposizione dalla Scuola di Ingegneria Aerospaziale dell’Università di Roma “La Sapienza” (SIA) che parteciperà all’evento congiuntamente con ASI; il personale della SIA gestirà le prove di assemblaggio/disassemblaggio e le simulazioni software.  Alcor è uno dei programmi più innovativi dell’Agenzia Spaziale Italiana, un programma che guarda lontano, nato dall’interesse verso i nanonsatelliti, satelliti di piccole dimensioni che pesano un paio di decine di kilogrammi contro le tonnellate dei satelliti tradizionali. Questo programma nasce dall’idea di creare un programma continuativo dedicato ai nanosatelliti, ponendo la nostra comunità spaziale in una condizione di leadership sia a livello europeo che internazionale. Tra gli obiettivi quello di agire da incubatore tecnologico dando l’opportunità, a chi ha nuove idee o a chi è alla ricerca di nuovi servizi, di sviluppare almeno il primo prototipo per poi poter portare avanti il proprio business in un’ottica fortemente “customer oriented” individuando, in autonomia, i potenziali utilizzatori tra una grande varietà di attori, tra cui le istituzioni come la Difesa e la Protezione Civile. Insomma, un progetto che non poteva mancare a Maker Faire Rome 2023!

 

Clicca qui per acquistare i biglietti e partecipare a Maker Faire Rome 2023


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, PMI e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Youtube) e  iscriviti alla  newsletter  per ricevere aggiornamenti, sconti, agevolazioni per  organizzare al meglio la tua partecipazione. I biglietti, disponibili SOLO online, sono già in vendita.