DECARBONIZZARE I SITI DI FLARING PRODUCENDO IDROGENO E GRAFENE

Una nuova tecnologia aiuterà a decarbonizzare l’industria, produrre calcestruzzo più ecologico ed estrarre idrogeno

Trasformare il gas in idrogeno e grafene potrebbe cambiare le regole del gioco: un’azienda britannica ha raggiunto un accordo per farlo su larga scala negli Emirati Arabi Uniti.

Cos’è il grafene, il ‘super materiale’

Il grafene, che consiste di monostrati di atomi di carbonio legati in uno schema esagonale ripetuto, è il materiale più sottile conosciuto. È stato isolato nel 2004 all’Università di Manchester da Andre Geim e Konstantin Novoselov, che hanno vinto un premio Nobel per la loro scoperta.

L’aggiunta di grafene ai materiali può aiutare ad aumentare l’efficienza. I produttori possono aggiungerlo alle vernici, alla gomma per pneumatici e ai materiali da costruzione.

La produzione di cemento e calcestruzzo rappresenta l’8% delle emissioni globali. Inserire del grafene nella miscela può raddoppiare la forza per centimetro cubo, motivo per cui si potrebbe usarne la metà della quantità abitualmente impiegata. 

Il mercato del grafene non è ancora ‘commodizzato’. Tuttavia, negli ultimi anni è cresciuto del 39%. “

Problema > soluzione: Loop

Ora, una società pionieristica con sede nel Regno Unito, Levidian, ha sviluppato una tecnologia, LOOP, che produrrà sia idrogeno verde che grafene di alta qualità. LOOP si aggancia alle infrastrutture esistenti per rimuovere il carbonio dal flusso di gas, il che potrebbe aiutare le imprese e le infrastrutture nazionali a decarbonizzare.

Il dispositivo utilizza le onde elettromagnetiche per ionizzare il metano in un plasma. LOOP combina tre aree di interesse in una. Può affrontare i problemi con il gas, la necessità di idrogeno e valorizzare l’impiego di grafene.

“Fai entrare gas, togli il carbonio, produci idrogeno. Decarbonizzare il gas, produrre idrogeno e produrre grafene fanno tutti parte di questo megatrend globale”, ha detto a Energy Voice il CEO di Levidian, Hartley, in una recente intervista. “Il fulcro della crescita per l’azienda è nell’idrogeno, è da lì che proviene la maggior parte della domanda di LOOP”.

Il sistema LOOP è modulare e immagazzinato in un container, facilitando gli spostamenti in tutto il mondo.

Cointainer grigio con scritta Levidian
L’immagine mostra un’unità Levidian Loop 10. Foto: Levidian

La sfida per decarbonizzare gli Emirati Arabi Uniti

Levidian ha recentemente raggiunto un accordo per aiutare a decarbonizzare i siti di estrazione di gas negli Emirati Arabi Uniti.

Il sistema, già in viaggio verso gli Emirati Arabi Uniti, aiuterebbe a decarbonizzare le operazioni a monte. Il metano è un grosso problema; se il LOOP riesce a catturarlo, sarà estremamente utile.

L’accordo vedrà più di 500 sistemi di decarbonizzazione LOOP implementati negli Emirati Arabi Uniti, insieme a Zero Carbon Ventures, che si concentrerà sulla decarbonizzazione dei gas di scarico nelle discariche e nei siti di flaring di gas, in collaborazione con le principali compagnie petrolifere e del gas e agenzie governative negli Emirati.

Utilizzando l’esperienza di Levidian nei nanomateriali e l’ampia rete di Zero Carbon, il grafene prodotto da LOOP verrà utilizzato per migliorare e decarbonizzare ulteriormente i materiali industriali in applicazioni come vernici e rivestimenti, plastica e compositi, materiali da costruzione e tecnologie delle batterie. L’idrogeno pulito sarà utilizzato nelle celle a combustibile e nelle applicazioni di riscaldamento ed elettricità.

L’importanza dell’idrogeno

In termini di transizione energetica, l’idrogeno giocherà un ruolo chiave, anche se permangono alcune incertezze su come trovare il giusto mix di domanda e offerta.

L’elettrolisi è buona quanto la sua energia è verde. L’idrogeno blu è buono solo quanto la sua cattura del carbonio. La classificazione del colore non riflette il carbonio associato al modo in cui viene prodotto l’idrogeno.

Le aree che necessitano di notevoli quantità di calore sono un mercato per l’idrogeno. La domanda di riscaldamento è, storicamente, la parte difficile da decarbonizzare del sistema energetico.

Scopri come Levidian può ‘chiudere il LOOP’:

Progetti futuri per Levidian

Al di là del ‘modello’ LOOP iniziale, Levidian sta lavorando su dispositivi più grandi e potenti. Sta inoltre effettuando ricerche su dove applicare il grafene.

Al momento, Levidian non vende i suoi dispositivi LOOP, ma ne affitta le unità. Le aziende possono prendere l’idrogeno e affrontare i loro problemi di emissioni con un ritorno dell’investimento inferiore a cinque anni, in genere.

fonti: Economist I Energy Voice

immagine di copertina: Levidian


Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben nove edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse