Premio L’Oréal-UNESCO: sei borse di studio per giovani ricercatrici

Premio L’Oréal-UNESCO: sei borse di studio per giovani ricercatrici

 

Ogni borsa di studio ha il valore di 20mila euro. Invio candidature: scadenza prorogata al 31 maggio 2021!

 

Una bellissima opportunità per sei ricercatrici. Da quasi vent’anni, l’Oreal offre, attraverso questo premio, opportunità importanti di studio e di lavoro a giovani ricercatrici. Anche in questa nuova edizione, in palio 6 borse di studio del valore di 20 mila euro. C’è tempo fino all’8 febbraio per candidarsi. 

Spargi la voce tra amiche e conoscenti impegnate nella ricerca scientifica!

 

  • Il premio l’OREAL-Unesco

 

Giunto ormai alla diciannovesima edizione, il premio “L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza” ha premiato fino ad oggi 94 giovani scienziate di talento, che hanno potuto proseguire i propri progetti di ricerca in Italia.

Promosso in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, mette nuovamente in palio anche quest’anno sei borse di studio, ognuna del valore di 20mila euro, nei campi delle scienze della vita e della materia, incluse ingegneria, matematica e informatica.

  • A chi è rivolto

 

Il bando di concorso, aperto fino all’8 febbraio 2021 al 31 maggio 2021, è rivolto a ricercatrici di età inferiore o uguale ai 35 anni alla data di scadenza per la presentazione delle candidature, che devono essere inviate attraverso la piattaforma http://www.forwomeninscience.com/ (selezionando la pagina relativa all’edizione italiana del premio dalla mappa)

I nomi delle vincitrici verranno comunicati durante una cerimonia di premiazione ufficiale.

 

Vincitrici di una precedente edizione
Vincitrici di una precedente edizione

 

  • La giuria

 

Ad esaminare i progetti candidati sarà una commissione composta da un panel di illustri professori universitari ed esperti scientifici italiani, guidati da Lucia Votano, dirigente di ricerca emerita dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Della giuria faranno parte:

  • Enrico Alleva – Centro di riferimento per le scienze comportamentali e la salute mentale (SCIC), Istituto Superiore di Sanità. Socio corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei
  • Mauro Anselmino – già professore di fisica teorica dell’Università degli Studi di Torino e socio nazionale dell’Accademia delle Scienze di Torino
  • Luigia Carlucci Aiello – già professoressa di intelligenza artificiale dell’Università La Sapienza di Roma; 
  • Maria Benedetta Donati – capo del Neuromed Biobanking Centre, Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione, IRCCS Neuromed di Pozzilli-Isernia; 
  • Cristina Emanuel, direttrice scientifica e regolamentare di L’Oréal Italia; 
  • Salvatore Magazù – professore ordinario di fisica sperimentale presso il Dipartimento di Scienze Matematiche e Informatiche, Scienze Fisiche e Scienze della Terra (MIFT) dell’Università di Messina; 
  • Maria Rescigno – professoressa ordinaria di patologia generale, prorettore vicario con delega alla ricerca presso Humanitas University e group leader Unità di Immunologia delle mucose e Microbiota, Humanitas Research Hospital.

 

 

  • Un impegno su scala globale

 

Nato nel 1998 su iniziativa di L’Oréal e Unesco, “For women in science” è stato il primo premio internazionale dedicato alle donne che operano nel settore scientifico. Oggi si inserisce nell’ambito di un vasto programma incentrato sulla promozione della vocazione scientifica a livello internazionale e volto a riconoscere il lavoro delle ricercatrici di tutto il mondo. Fin dalla sua nascita, il programma ha scelto di premiare con un contributo di 100mila dollari cinque candidate, una per ciascuno dei cinque continenti.

Un impegno su scala globale che è stato rafforzato dalla creazione di borse di studio: oltre ai premi alle 5 laureate, infatti, ogni anno vengono assegnate 15 borse internazionali e numerose borse di studio nazionali a giovani ricercatrici. Dal 1998 a oggi sono state sostenute nel loro percorso di carriera ben 3.500 ricercatrici in 118 Paesi, compresa l’Italia.

Il Premio L’Oréal-UNESCO ‘Per le Donne e la Scienza’ si conferma una delle iniziative di maggior successo nel Paese nell’ambito della formazione e specializzazione delle giovani scienziate italiane. Anche per questa edizione ci aspettiamo numerose candidature e saremo lieti di poter assegnare nuove borse di studio a brillanti e promettenti scienziate che faranno la differenza nelle discipline di riferimento”, commenta François-Xavier Fenart, presidente e amministratore delegato di L’Oréal Italia. “In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di candidature e abbiamo premiato 94 scienziate contribuendo in modo attivo al sostegno del dibattito sull’uguaglianza di genere nella scienza, così da rafforzare la comunità scientifica e fornire sempre più figure di riferimento femminili per le nuove generazioni”.

 

  • Come candidarsi

 

Regolamento e informazioni sono disponibili sul sito del premio

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

 

 

 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy