Pulsee Energy Hack: la vittoria degli studenti dell’ITIS Fermi di Roma

La qualità degli ITIS in Italia è in crescita e i risultati continuano a confermarlo

Studenti dell’ITIS Enrico Fermi di Roma hanno sfidato professionisti ed esperti e si sono guadagnati il podio del Pulsee Energy Hack 

 

Il mondo del lavoro in quest’ultimo decennio è diventato sempre più mutevole e selettivo. In un mercato globalizzato dove la trasformazione digitale è sempre più reale, stravolgendo molte tra le professioni esistenti e creandone di nuove, è necessario che anche l’offerta formativa si adatti al contesto.

E’ quello che accade negli Istituti Tecnici italiani, strutture formative in grado di offrire ai ragazzi un’istruzione basata su alcune figure professionali emergenti, molto richieste dai datori di lavoro delle diverse aree merceologiche e produttive.

Il valore degli Istituti Tecnici

Sempre più frequentemente, questi istituti permettono agli studenti di sperimentare concretamente cosa accade all’interno di un ambiente di lavoro, sviluppando sia le competenze professionali vere e proprie (le cosiddette hard skills), sia le competenze trasversali (le cosiddette soft skills), che comprendono un allenamento all’empatia, al lavoro di squadra, al problem solving, all’autonomia decisionale e alla leadership, e lo fanno accadere attraverso un continuo dialogo con le realtà aziendali e del mercato, in un riversamento continuo di contenuti e opportunità che formano i professionisti del mondo tech e digital di domani.

In questo senso, l’ITIS Enrico Fermi di Roma è una vera eccellenza. Non è un caso se uno dei suoi docenti, unico italiano, sia entrato lo scorso anno nella rosa dei candidati al Global Teacher Prize, un premio che sottolinea l’importanza degli educatori e il fatto che, in tutto il mondo, i loro sforzi meritino di essere riconosciuti e celebrati, premiando i migliori insegnanti, che valuta non solo sui loro studenti ma sulle comunità che li circondano e l’impatto che sono in grado di generare.

Per l’ITIS Fermi di Roma, quel docente è Leonardo Durante, già ospite della Opening Conference di Maker Faire Rome 2021.

E il professor Durante è anche la ragione per la quale l’ITIS Fermi ha partecipato, lo scorso maggio, all’evento Pulsee Play for Future, round finale di un progetto di Open innovation durato avviato nel 2021 dall’operatore energetico Pulsee, nel quale un team di studenti dell’istituto romano – suoi studenti – si è classificato terzo ex aequo e ha vinto un premio in denaro e la partecipazione ad un ulteriore corso di formazione.

Il programma ‘Pulsee Play for Future’ 

Le esigenze legate alle nostre abitudini sono cambiate; la pandemia ha accelerato questo cambiamento ed emerge sempre più il bisogno di sviluppare un approccio innovativo e collaborativo.

Sono necessari nuovi servizi e nuove soluzioni che aiutino ad acquisire e incrementare la consapevolezza dei propri consumi energetici e a sviluppare un senso di responsabilità collettiva in relazione ai nostri stili di vita, ai nuovi modi di lavorare, di vivere le proprie passioni e la quotidianità.

Il programma di Open Innovation ‘Play for Future’ di Pulsee, è dedicato a differenti aree e chiama a raccolta giovani talenti, studenti, appassionati di tecnologia, innovatori e startup con l’obiettivo di rispondere alle nuove sfide del mondo di oggi e di domani.

La partecipazione dell’ITIS Fermi di Roma

La Challenge cui gli studenti hanno scelto di partecipare era relativa ad una soluzione green dedicata a supportare il cambiamento degli stili di vita e di consumo attraverso delle add-on ad una app. In particolare, le soluzioni offerte dagli studenti vertavano su.

  • Feature add-on green: il cliente di Pulsee ha la possibilità di completare delle sfide che ne incentivano comportamenti positivi in un determinato arco di tempo, solitamente mensile. Una volta completate con successo, può riscattare premi e vantaggi messi in palio da Pulsee. Sono state inoltre previste notifiche regolari di aggiornamento sui consumi, per aiutare l’utente a tenere sotto controllo il proprio consumo energetico e motivandolo a ridurre la propria carboon footprint.

  • Feature legate alla gestione della community e al problem solving: Pulsee ha sperimentato nel tempo alcune debolezze nei servizi di assistenza. La soluzione proposta mira alla creazione di una community interattiva tra gli utenti, moderata, nella quale ogni utente può rendersi utile agli altri e offrire soluzioni a problemi che ha già sperimentato e risolto con successo in passato, bypassando quindi l’assistenza del brand o rivolgendosi ad essa soltanto in seconda battuta

La vittoria 

Le soluzioni progettate dal team di studenti del Fermi di Roma – Aurel Negraru, Mattia Madonna, Liu Yihao, accompagnati proprio dal prof. Durante – hanno conquistato il terzo posto ex aequo nella competizione.

La vittoria ha avuto il sapore dolce di un premio in denaro di 2000 euro e l’opportunità di partecipare ad un ulteriore corso di formazione.

 

Vieni a scoprire tutti i progetti degli ITIS italiani a Maker Faire Rome 2022, o candida la tua scuola a partecipare e presentarli: le Call for Projects sono tutte aperte!

fonte: prof. Leonardo Durante

immagine di copertina: ITIS Fermi


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben nove edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.