Videochiamate:Le dritte dello stilista in una master class illustrata per il New York Times

Lo smart working richiede molte videochiamate, lo sappiamo, può essere molto working ma molto poco smart ma questo non deve diventare un alibi per trascorrere in pigiama tutta la giornata.

Numerosissimi studi dimostrano che l'”abito fa il monaco”: curare il nostro aspetto e il nostro abbigliamento ci aiuta a calarci meglio nel ruolo e scandire meglio i tempi di lavoro rispetto a quelli dedicati alla vita privata; una sfida, peraltro, non sempre semplicissima quando si e’ costretti in casa per l’intera giornata e si e’ obbligati a riorganizzare spazi e attività non esattamente pensati per questa routine.

Ci viene in soccorso il New York Times che ha chiesto allo stilista Tom Ford alcuni consigli per apparire al meglio durante le videochiamate che stanno distinguendo le nostre giornate.

Illustrata da Tracy Ma, e raccolta da Maureen Dowd, gia vincitrice del Premio Pulitzer nel 1999, la master class dello stilista è fatta di pochi, semplici passaggi e qualche dritta.

Ecco di seguito come apparire al megliodurante le videochiamate:

Posizionate il computer su una pila di libri, in modo che la fotocamera sia leggermente più alta della testa.

E poi puntate la videocamera in basso in direzione degli occhi.

 

pastedGraphic.png
Videochiamate Step n. 1: preparare il giusto set

 

 

Prendete una lampada alta e collocatela accanto al computer sul lato del viso che ritenete essere il vostro profilo migliore.

La lampada dovrebbe essere in linea con il computer e leggermente dietro, in modo che la luce cada piacevolmente sul vostro viso.

 

pastedGraphic_1.png
Videochiamate Step n.2: la giusta illuminazione

 

Mettete un pezzo di carta bianca o una tovaglia, sempre bianca, sul tavolo a cui siete seduti, assicurandovi che non sia visibile nel monitor.

Serve a far rimbalzare bene la luce e a rendere le inquadrature delle videochiamate più lusinghiere

 

pastedGraphic_2.png
Step n.3: il posizionamento

 

Tanta cipria e sarete pronti!

 

pastedGraphic_3.png
Step n.4: cipria!

Anne Wintour e Tom Ford hanno preso sul serio le videocall

L’impegno dello stilista e’ andato comunque oltre questi piccoli consigli: insieme ad Anna Wintour, storica direttrice di Vogue US, ha lanciato un progetto pensato per sostenere l’industria della moda americana – con un occhio di riguardo alle piccole realtà e ai giovani stilisti – messa in ginocchio dalla crisi economica legata al Covid-19.

 

La direttrice di Vogue America Anne Wintour ha lanciato un progetto a sostegno della moda americana, messa in ginocchio dalla pandemia di coronavirus
Videochiamate

 


Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ci impegnamo a fornirti le  informazione giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2020 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy