VoloCity: il primo taxi volante al mondo

Un taxi volante che utilizza l’energia elettrica per librarsi, decollare e atterrare verticalmente.

Sviluppato dall’azienda tedesca Volocopter, l’aerotaxi potrebbe entrare in funzione a partire dal 2024.

Fantascienza o realtà? In un futuro non molto lontano i classici taxi potrebbero essere sostituiti da veri e propri taxi volanti, in grado di percorrere lunghe distanze in breve tempo. Se vi tornano in mente immagini di grandi classici della fantascienza come Blade Runner, avete perfettamente capito di cosa stiamo parlando.

L’idea è di una start-up tedesca, la Volocopter, che dal 2011 sta lavorando allo sviluppo di un eVTOL totalmente elettrico, vale a dire un aereo che utilizza l’energia elettrica per librarsi, decollare e atterrare verticalmente.

Dopo anni di ricerca, studi e tentativi, l’azienda ha finalmente presentato il primo prototipo di aereotaxi elettrico al mondo. Un elicottero dotato di 18 eliche, azionate da altrettanti motori elettrici, che rendono il velivolo 4 volte più silenzioso rispetto ad un classico elicottero. L’energia è fornita da 9 batterie agli ioni di litio, progettate per garantire la massima affidabilità mentre si è in volo e sostituibili in 5 minuti per una veloce ripartenza.

Le dimensioni del velivolo sono piuttosto compatte, con un’altezza massima di 2,5 metri e un peso di 700kg. Il corpo di VoloCity è inoltre sormontato da un enorme paraeliche di 11 metri di diametro, necessario per la sicurezza in città.

L’aerotaxi ha autonomia stimata di 35 km e può raggiungere una velocità massima di 110 km/h, supportando un peso di 200kg, che corrisponde a due passeggeri più eventuali bagagli.

Ad ora è prevista la presenza di un pilota, ma l’obiettivo è quello di arrivare ad una guida autonoma a controllo remoto, come un vero e proprio drone.

 

 

A dicembre 2021 è stato effettuato il primo volo inaugurale del velivolo con il solo pilota, seguito nel marzo 2022 dal primo volo ufficiale con passeggeri reali. In questi mesi il team di Volocopter sta continuando a effettuare prove tecniche e test prima della messa in commercio e in servizio ufficiale, prevista per il 2024.

L’obiettivo per l’azienda è quello di essere operativi per i Giochi Olimpici di Parigi 2024 con un vero e proprio collegamento commerciale tra l’aeroporto di Parigi, Roissy-Charles de Gaulle (CDG) e il centro della capitale, in collaborazione con Aéroports de Paris (ADP), l’azienda che si occupa della gestione di tutti gli aeroporti della regione della Capitale Parigina.

Oltre a Parigi, tra le prime città europee che offriranno servizi di mobilità aerea urbana ai propri cittadini c’è anche una città Italiana: Roma. Il taxi volante collegherà l’aeroporto di Fiumicino con il centro di Roma, non appena saranno completati i passaggi tecnici e regolamentari per disciplinarne il volo e per realizzare i “vertiporti”, ossia le aree predisposte per la partenza e l’atterraggio di questi velivoli. Gli aeroporti della capitale italiana sono infatti leader nelle attività aeroportuali sostenibili e hanno fissato l’ambizioso obiettivo di essere NetZero entro il 2030.


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Visita Maker Faire Rome dal 7 al 9 ottobre al Gazometro Ostiense. Info e biglietti https://makerfairerome.eu/it/biglietti/.