Wallife: la start-up italiana che assicura sui rischi del futuro

Wallife protegge la persona, per tutto l’arco della sua vita e oltre, da rischi futuri e ancora sconosciuti.

La prima azienda al mondo che protegge dai rischi ancora sconosciuti derivati dall’innovazione tecnologica e dal progresso scientifico.

Nella nostra società le polizze assicurative sono fondamentali. I cittadini, le loro attività e i loro beni sono esposti a molteplici rischi ed è necessario essere sempre tutelati e protetti. Il mondo delle assicurazioni nasce per adempiere a questa missione e mette a disposizione degli utenti le più svariate tipologie di polizze il cui obiettivo è quello di tutelare dai rischi la vita e la salute, il benessere dei propri familiari, la casa, veicoli e conducenti, i risparmi, e molto altro.

La storia che vi stiamo per raccontare ha come protagonista una start-up che si occupa proprio di assicurazioni. E se vi state chiedendo cosa possa avere di così speciale questa azienda ve lo spieghiamo subito: è l’unica azienda al mondo che protegge la persona, per tutto l’arco della sua vita e oltre, da rischi futuri e ancora sconosciuti, che derivano dall’innovazione tecnologia e dal progresso scientifico.

 

 

Wallife è stata fondata a Roma nel 2020 da Fabio Sbianchi e Maria Enrica Angelone, la start-up ha attirato subito l’attenzione di oltre quaranta investitori di grande influenza nel settore economico-finanziario, tra cui Wellness Holding, Proximity Capital e Aptafin. Nel giro di pochi mesi dalla sua fondazione, Wallife ha chiuso il suo primo round di finanziamenti per una cifra di 4,8 milioni di dollari, posizionandosi al sesto posto in Europa nel settore insurtech per valore del round di investimento Seed, secondo la classifica di Crunchbase (tra i principali database a livello globale di informazioni finanziarie su aziende private, in particolare nel mondo delle start-up).

Wallife utilizza parametri mai sperimentati prima e le sue aree di interesse includono la manipolazione genetica (conservazione di materiale biologico e identità genetica), il biohacking (uso di tecnologie all’interno del corpo umano, per esempio protesi e dispositivi medici impiantabili) e l’uso di dati digitali (come impronte digitali e face detection). Oltre ad indagare su rischi nuovi ed emergenti, Wallife punta a sviluppare prodotti assicurativi innovativi per i rischi già esistenti, che ad oggi non sono stati coperti dalle tradizionali assicurazioni.

 

 

A luglio 2022 l’azienda ha chiuso anche il secondo round di investimenti con risultati sorprendenti, ben 12 milioni di euro. Al round, guidato da United Ventures, gestore italiano di venture capital, hanno partecipato anche gruppi di investitori e business angels italiani e internazionali, tra cui Aptafin. Con questo risultato Wallife si pone al settimo posto in Europa nel settore insurtech per valore del round di investimento di Serie A nel 2022, secondo la classifica di Crunchbase.

Questi nuovi finanziamenti verranno utilizzati da Wallife per crescere su scala internazionale, rafforzare la propria infrastruttura tecnologica e ampliare il proprio team con l’assunzione di diversi profili ad alta specializzazione. Ma l’innovativa società di insurtech non si ferma qui perché, tra i diversi progetti di sviluppo inerenti a nuovi prodotti assicurativi, c’è quello di mettere sul mercato la prima polizza al mondo per difendere l’identità digitale. Se tutto procede come previsto, il lancio del nuovo prodotto avverrà molto presto, entro la fine dell’anno.


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Visita Maker Faire Rome dal 7 al 9 ottobre al Gazometro Ostiense. Info e biglietti https://makerfairerome.eu/it/biglietti/