Wood Card, l'idea vincente degli studenti del Liceo Rosmini

Da una SCIAGURA, un’idea vincente che si è aggiudicata la finale del progetto GreenJobs 2020!

Wood Card è una tessera ecologica che rispetta la natura. Scopriamola insieme!

 

No alla plastica, sì al legno: i ragazzi della 4GR del Liceo Rosmini di Rovereto (Trento) hanno ideato Wood Card: una tessera ecologica ricavata dal legname.  Ma non si tratta di un legno qualsiasi.

Gli studenti hanno ben pensato di aiutare le comunità del territorio a risollevarsi dai danni della tempesta Vaia, che nel 2018 ha flagellato le regioni del Nord Italia devastando intere aree boschive tra Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia – Giulia, incentivandole a salvaguardare i loro boschi e le loro montagne utilizzando, per creare la tessera, proprio dal legname di faggio recuperato nei boschi trentini.

 

Aree boschive rase al suolo dalla Tempesta Vaia, nel 2018
Aree boschive rase al suolo dalla Tempesta Vaia, nel 2018

GreenJobs: il progetto che propone agli studenti un’idea di business amica dell’ambiente

L’idea è nata partecipando all’iniziativa Green Jobs, che propone agli studenti di sviluppare un’idea di business green. Il progetto, avviato in Lombardia nel 2015, si è oggi esteso a livello nazionale grazie al supporto da nove fondazioni bancarie, arrivando a coinvolgere oltre 157 classi e 3000 studenti.

Grazie al suo approccio innovativo e concreto – basato sul “learning by doing” – Green Jobs consente agli studenti di:

  • Sviluppare un’idea di business green
  • Sperimentare l’avviamento di una mini-impresa green sul territorio
  • Conoscere i modelli organizzativi e di gestione imprenditoriale
  • Scoprire le professionalità coinvolte nel mondo produttivo green percorrendo tutti gli step che trasformano un’idea in un’attività imprenditoriale
  • Valorizzare la creatività individuale e collettiva e promuovere le soft skills

Gli studenti della 4GR – insieme agli esperti green e i “dream coach” Filippo Galeotti e Emanuele Guarino dell’azienda Volta Green Energy, e con la professoressa referente del progetto per la scuola, Lucia Candioli – hanno potuto conoscere i temi della sostenibilità ambientale e dell’imprenditorialità dando vita ad una mini-impresa Green Jobs. 

 

Come è nata Wood Card?

 

Wood Card, il futuro delle comuni tessere in plastica, tra i principali agenti inquinanti del Pianeta.

 

I ragazzi della 4GR sono partiti da una constatazione: nel portafoglio di una persona sono presenti mediamente 40 grammi di plastica di varie tessere indispensabili per la vita di tutti i giorni. All’incirca ogni dieci anni queste si consumano o scadono e devono essere sostituite, portando ad un incremento dell’enorme quantitativo di plastica che inquina il nostro pianeta.

 

Ecco allora l’idea di una card ecologica, fatta di legno. E perché non il legno dei boschi devastati dalla tempesta Vaia? 

 

Green Jobs ci ha permesso di ideare e realizzare una tessera utilizzabile in primis da noi ragazzi come badge scolastico e successivamente allargarne l’uso, proponendo il prodotto a diverse imprese locali ed aziende di vario tipo. Il prodotto ha le potenzialità di poter essere adoperato in altri ambienti, come ad esempio skipass, tesserino di abbonamento ai mezzi pubblici, tessera di riconoscimenti per membri di aziende, comitati, società“. A tale proposito, molto stretta è stata la collaborazione con aziende ed enti del territorio.

E non è tutto! Gli studenti hanno già pensato ai futuri possibili utilizzi di Wood Card, che “potrebbe essere impiegata poi come tessere apri-porta per gli alberghi e le fidelity card di qualsiasi tipo: il nostro prodotto infatti ci insegna, partendo dalle piccole cose, a rispettare e ad essere educati con l’ambiente“.

 

GreenJobs 2020: passione, creatività e resilienza!

 

Ma a premiare i ragazzi del Liceo Rosmini non è stata solo la creatività e lo spiccato spirito imprenditoriale: è stata la loro tenacia.

Quest’anno,  infatti, la vittoria del #contestGJ2020 è stata certamente ancor più sentita: a causa dell’epidemia di Covid-19 e del lockdown l’edizione si è svolta per via digitale e telematica, dalla realizzazione dei lavori alla premiazione di fine maggio.

In questa occasione la giuria ha scelto di valutare proprio la resilienza delle classi, ovvero la capacità di realizzare i progetti anche in condizioni non ottimali, come l’incapacità di uscire, di incontrare persone e di vedersi anche fra i membri dello stesso team.

La sospensione dell’anno scolastico da marzo ha solo ulteriormente complicato il lavoro degli studenti.Eppure molte di queste idee si sono rivelate più che apprezzabili: e Wood Card ne è la prova concreta!

 

Supportato da nove Fondazioni bancarie, GreenJobs è il Contest che invita gli studenti a proporre un’idea di business sostenibile. L’edizione 2020 si è svolta interamente online.

Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup scuole e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

MAIN PARTNER

Robot Cosa è Maker Faire

È la più importante manifestazione sull’innovazione. Un evento ricco di invenzioni e creatività, che celebra la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico. È il luogo dove maker, imprese e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. Riunisce gli appassionati di tecnologia, gli artigiani digitali, le scuole, le università, gli educatori, gli hobbisti, i centri di ricerca, gli artisti, gli studenti e le imprese. Tutti vengono a mostrare le loro creazioni e condividere le loro conoscenze. I visitatori vengono a Maker Faire Rome per “intravedere” il futuro e trovare l'ispirazione per diventare essi stessi “Makers”.

 

© 2020 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy