Caffè: Change Please, un’azienda e un’idea che aiutaNo migliaia di persone

Il caffe’ di Change Please e’ buono e “fa bene” a tutta la filiera

 

L’azienda sociale londinese Change Please  ha dimostrato negli ultimi due anni che l’industria del caffè ha la capacità di cambiare molte vite lungo la sua catena di approvvigionamento, dai senzatetto agli agricoltori.

L’azienda sta rapidamente scalando i ranghi e ha recentemente vinto il Chivas Venture Award, un premio di “Social Entrepreneurship” assegnato alle aziende che si impegnano a contribuire a una società migliore attraverso la loro attività.

 

Puoi scoprire la sua bellissima storia dalle parole del suo fondatore, in questo video:

 

 

 

  • Change Please porta un valore aggiunto alla società

 

Commenta il suo fondatore, Cemal Ezel: “Vogliamo essere la quarta catena di caffè più grande del Regno Unito. Non ci fermiamo”.

Di recente, alcune catene di caffè hanno annunciato i loro piani per affrontare i problemi legati ai rifiuti di plastica. Vale, naturalmente, anche per Change Please: le sue tazze sono infatti riciclabili al 100%.

La materia prima proviene da fattorie che supportano le comunità locali. Gli stessi fornitori applicano lo stesso modello sostenibile di Change Please: uno di questi fornitori, in Perù, ad esempio, aiuta le vittime di abusi domestici: un altro, in Tanzania, sostiene le persone ferite dalle mine.

E anche quando i chicchi di caffè arrivano nel Regno Unito, il circolo virtuoso non si interrompe: il caffè viene tostato vengono da persone senzatetto, che hanno avuto trascorsi difficili alle spalle. Queste stesse persone entrano inoltre in un percorso di formazione per diventare baristi e per poter poi entrare a far parte dell’azienda.

 

Caffè chicchi

I margini nel settore del caffè sono piuttosto elevati. Tuttavia, non vanno dove dovrebbero andare.

Gli agricoltori dei paesi poveri ricavano solo una piccola percentuale del profitto dal settore e il reddito dei lavoratori che servono il caffè è trascurabile, mentre crescono i profitti delle grandi aziende per cui lavorano.

L’idea che il caffè possa aiutare così tante persone sta raggiungendo i consumatori, motivo per cui Change Please prevede di aprire quest’anno 22 nuove sedi nel Regno Unito.

La società ha anche firmato un contratto con Transport for London (TFL), l’autorità che gestisce il trasporto pubblico urbano a Londra, per una collaborazione in alcune stazioni della metropolitana, che ne ospiteranno punti vendita. Il 50% dei lavoratori impiegati in questo progetto questi saranno persone che hanno dormito sugli autobus o sui treni della rete TFL in momenti difficili della loro vita.

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy