Espositori 2020


Still Life

Still Life

Still life, è una installazione site-specific che si fruisce anch’essa attraverso la tecnologia della realtà virtuale. Il progetto nasce con l’intento di indagare i processi della natura in relazione a ciò che oggi è rappresentato in arte attraverso la raffigurazione della natura morta.
Still Life è un racconto selvaggio in chiave fiabesca dalle note surrealiste e metafisiche, è una natura morta tridimensionale e vibrante che vuole mantenere viva la tradizione del genere artistico attraverso una visione ontologica che specula su paesaggi e dipinti per ricreare uno spazio interattivo orientato agli oggetti e sviluppato tutto intorno allo spettatore. L’opera è strutturata come una passeggiata attraverso l'idea di labirinto in cui il fruitore per vedere tutto e da ogni angolazione, deve scegliere alcuni percorsi faticosi piuttosto che altri più semplici. È in qualche modo un'esperienza dantesca, che si basa sull’idea di scelta tra i diversi possibili percorsi e arrampicate su e giù, durante una passeggiata naïf e inaspettata.
Still Life è composta da tre ampie scene e per passare da una scena all’altra occorre lasciarsi precipitare nel vuoto. In ogni scena vi sono una cinquantina tra oggetti e scenari virtuali con cui il visitatore può interagire in vario modo.
Per Still Life ho disegnato gli ambienti virtuali adoperando tecniche come fotogrammetria e scansione 3D. Quindi, ho lavorato sulla manipolazione cromatica di mappe e texture, creando singolari oggetti ontologici che, spingendosi verso il pubblico, si muovono irrazionalmente.


Italy


Chiara Passa

Chiara Passa (Roma 1973) è un’artista visiva che ha lavorato e ricercato nell’ambito della media art dal 1997. Ha indagato lo spazio in tutte le sue estensioni e forme realizzando animazioni, opere web, installazioni interattive, progetti di realtà aumentata e virtuale come strumenti creativi e punti di osservazione da dove analizzare lo spazio nelle sue diverse sfaccettature, oltre la dimensione fisica. Il suo lavoro è stato presentato in ambito internazionale in festival, conferenze e istituzioni. Tra queste: 2019 «Object Oriented Space». Solo show at Museum MLAC Rome «Virtual Natives – Sculpture», Roehrs & Boetsch gallery, Zurich (2019); «Oslo Night show», HEK Museum Basel (2018); «InSonic», immersive art show, ZKM | Center for Art and Media Museum, Karlsrhue (2017); «From live architecture: Dimensioning», solo show at Furtherfield gallery, London (2016); «Off Biennale Cairo» (2015-2016); «ISEA Disruption», Conference and exhibition at Vancouver Art Gallery. (2015); «Morphos», Vortex Dome - immersion media, Los Angeles (2014); Media Art Histories IV - RENEW conference, Riga. (2013). FILE | Electronic Language International Festival, São Paulo. (2011); Electrofringe - festival of new media art, Newcastle, Australia. (2008); BizArtCenter, Shangai (2005); MACRO – Museo di Arte Contemporanea, Roma (2004), 11° Biennale of young artists of Europe and the Mediterranean countries: «Cosmos - a sea of art», Athens. (2003); 48a Biennale di Venezia (con Oreste group), Venezia (1999) e Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia (1999).
Mostre selezionate: http://www.chiarapassa.it/SelectedExhibitions.html
Full CV statement http://www.chiarapassa.it/Artisticprofile.html



 Arts
  Chiara Passa
 2020

Back
 
Dati aggiornati il 13/12/2020 - 23.41.04