Eventi 2020

Scopri il programma di Maker Faire Rome 2020. Tutti gli eventi che puoi vivere gratuitamente



RIGENERAZIONE DI LUOGHI: Progetti, Pratiche ed esperienze di trasformazione delle città del territorio e del paesaggio.

RISONANZE è progetto nato dalla collaborazione di Palazzo Guerrieri Medaarch e Knowledge for Business. É un ciclo di incontri pubblici costruito sulla base degli esigenze e degli stimoli dei partecipanti al nostro Laboratorio di Innovazione Urbana. Il secondo degli 8 cicli di formazione avrà come tema la Rigenerazione di luoghi per la trasformazione delle città del territorio e del paesaggio.
Il ciclo di incontri " RIGENERAZIONE DI LUOGHI" si articola intorno all’idea di raccogliere esperienze e pratiche su come la rigenerazione urbana può declinarsi ed ibridarsi con alcune pratiche di innovazione condivisa ed arrivare ad una rigenerazione delle città dei territori e dei paesaggi sostenibile, duratura ed aperta.

Orari

Venerdì 11 Dicembre

Dalle 18.00 alle 19.00 CET


Evento su digital.makerfaire.eu
RIGENERAZIONE DI LUOGHI: Progetti, Pratiche ed esperienze di trasformazione delle città del territorio e del paesaggio.

Amleto Picerno Ceraso

Founder di Medaarch, Architetto docente di Design Computazionale presso la Federico II di Napoli. Ha insegnato Data Driven Design nel master in Tecnologie Emergenti presso l’Istituto Nazionale di Architettura. Fonda il Mediterranean FabLab, primo fablab del Sud Italia, nel 2012 e BIOlogic, il primo Bio Fablab, nel 2018. É stato direttore del Laboratorio di Design and Research in Advanced Manufacturing di Città della Scienza. I suoi lavori sono stati premiati in ambito internazionale, come progetti visionari e innovativi

Roberta Truono

Valerio Barberis

Valerio Barberis, nasce a Livorno nel 1971, sposato con Tatiana hanno due bambini, Taddeo e Duccio Giovanni. Vive a Prato. Studia alla Facoltà di Architettura di Firenze, dove si laurea con lode in Progettazione Architettonica e Urbana nel 1995 e dove discute, nel 2004, la tesi di Dottorato di Ricerca in Progettazione Architettonica. Dal 2005 è docente in Progettazione Architettonica alla Facoltà di Architettura di Firenze, oggi DIDA.

Alla fine degli anni ‘90 fonda a Prato lo studio MDU architetti con gli architetti Marcello Marchesini e Alessandro Corradini e Cristiano Cosi. Il lavoro dello studio emerge per l’originalità della ricerca, si afferma in numerosi concorsi di progettazione ed è pubblicato nelle più importanti riviste e webzine internazionali. Nel 2014 il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, lo chiama a rivestire il ruolo di Assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici. Cessa l’attività professionale e si dedica integralmente all’incarico pubblico. Nel suo ruolo di Assessore promuove una vision complessiva del futuro della città di Prato, che si concretizza nella formazione di una Agenda Urbana che è emersa nel panorama nazionale ed europeo, nel dibattito sullo sviluppo locale sostenibile. Dal 2016 è coordinatore per l’Italia nella Partnership sull’Economia Circolare all’interno del programma Urban Agenda for the EU, intrapreso dalla Commissione Europea. Nel 2018 viene approvato il Piano Operativo del Comune di Prato che, assieme al Piano di Azione di Forestazione Urbana, colloca la città di Prato al centro del dibattito sui temi ambientali e della resilienza urbana.

Nel 2019 il Comune di Prato ottiene il finanziamento al programma Urban Innovative Actions con il progetto Prato Urban Jungle, che consolida il ruolo di rilevanza della città nel panorama delle green cities a livello europeo. Nel 2019 il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, lo conferma nel ruolo di Assessore all’Urbanistica, Ambiente ed Economia Circolare.

Walter Nicolino

Walter Nicolino (nato nel 1975) è architetto e svolge attività professionale a Torino nei campi del design, dell’architettura e della progettazione urbana. Tra i membri fondatori dello studio Carlo Ratti Associati, nel 2015 avvia lo studio WNA Walter Nicolino Architects. Coinvolto in diverse collaborazioni con Università ed Enti Culturali, è professore incaricato presso il Politecnico di Torino e l’Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD), dove coordina il Dipartimento di Interior design. Svolge ricerca con il gruppo MD-Next City Lab - da lui co-fondato - all’interno del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, su temi legati alla rigenerazione urbana e alla mobilità sostenibile.

Antonia Gravagnuolo

Antonia Gravagnuolo è Ricercatrice presso l'Istituto di Ricerca per l'Innovazione e i Servizi per lo Sviluppo del CNR IRISS, Consiglio Nazionale delle Ricerche. Architetto specializzato nella valutazione di piani e progetti per la rigenerazione e il riuso adattivo del patrimonio culturale e paesaggistico. Ha conseguito il Dottorato di ricerca in Metodi di valutazione per la conservazione integrata, recupero, gestione e manutenzione del patrimonio architettonico, urbano e ambientale presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. E' co-coordinatrice (co-PI) del progetto Horizon 2020 CLIC (2017-2021) e responsabile scientifica per la valutazione degli impatti multidimensionali dei progetti di riuso adattivo del patrimonio culturale nella prospettiva dell'economia circolare. E’ coordinatrice (PI) del progetto Horizon 2020 Be.CULTOUR recentemente finanziato su nuovi modelli circolari per il turismo culturale (2021-2024). I suoi interessi di ricerca includono l'economia circolare, il riuso adattivo del patrimonio culturale, la rigenerazione dei paesaggi rurali storici, modelli economici innovativi e circolari per la rigenerazione del patrimonio e del paesaggio culturale.

Marialuisa Palumbo

Architetto e senior fellow del McLuhan Program in Culture and Technology dell'Università di Toronto, dal 2003 sono membro dell'Istituto Nazionale Italiano di Architettura di Roma. La mia ricerca abita la storia e la teoria dell'architettura come spazi di critica ed impegno sociale, per discutere e promuovere nozioni di giustizia, ecologia e democrazia. Sono autrice di Nuovi Ventri. Corpi elettronici e disordini architettonici (Birkhauser, 2000) e Paesaggi Sensibili. Architetture a sostegno della vita (Duepunti, 2012); ed ho curato Architettura Produttiva. Principi di progettazione ecologica (Maggioli, 2012), Laboratorio Roma. Amministrazione impresa e progeto per la rigenerazione urbana (Aracne 2016), e Fare Città nella Città (Aracne 2017). Nel 2012 ho curato reMade in Italy, sezione finale del Padiglione Italia alla Biennale di Architettura di Venezia 2012, con Luca Zevi come curatore principale della mostra Architettura italiana, da Adriano Olivetti alla Green Economy. Attualmente sono dottoranda in Storia dell'Architettura e dello Sviluppo Urbano presso Cornell University.

Davide Agazzi

Esperto in innovazione sociale e imprenditorialità, interessato ai processi di trasformazione sociale e ai percorsi di sviluppo territoriale, con uno sguardo da vicino alla collaborazione tra attori pubblici e privati. Consigliere di amministrazione di ActionAid Italia (Organizzazione della Società Civile Internazionale per la lotta all'ingiustizia sociale, alla fame e alla povertà). Ho un master in analisi e politiche di sviluppo locale e regionale e una laurea in pubbliche relazioni e pubblicità. Le mie principali aree di interesse sono l'innovazione sociale, l'imprenditoria sociale, i movimenti collettivi, il coinvolgimento delle parti interessate, l'economia collaborativa e le tecnologie civiche.

Federica Verona

Federica Verona è architetta dal 2003, si occupa di disagio abitativo attraverso ricerche sul campo, progetti di social housing e servizi all’abitare. Ha collaborato con gruppi di ricerca interdisciplinare come Multiplicity e il Politecnico di Milano. E’ consigliere del Consorzio Cooperative Lavoratori per cui ha coordinato il progetto di social housing ZOIA l’abitare popolare a Milano e promosso progetti come Zoia Officine Creative, dando spazio a basso costo ad attività creative in cambio di attività dedicate ad abitanti e quartiere. Coordina l’associazione Noicoop che si occupa di animare gli spazi dell’abitare attraverso processi culturali e laboratoriali con gli abitanti. Dal 2015 ha fondato Super, il festival delle periferie di Milano insieme a un gruppo eterogeneo di professionisti per dare voce a tutte quelle realtà attive che dal basso animano i quartieri. Ha un blog di street photography che si chiama Streetpost-it.Il suo sito personale è: www.federicaverona.com

Marco Zappalorto

Marco è il Chief Executive di Nesta Italia. Marco si è unito a Nesta nel 2011 e, prima di fondare Nesta Italia, è stato a capo dello Sviluppo Europeo della Fondazione e contribuito alla nascita del Challenge Prize Centre, guidando gran parte del lavoro Europeo e internazionale del Centro. Prima di Nesta, Marco ha lavorato per OmniComplete (oggi Innocentive), dirigendo l’esecuzione delle competizioni in vari settori sia per il settore pubblico che privato. Ha lavorato per la Camera del Commercio e dell’Industria di Londra, dove si è occupato di consigliare piccole e medie imprese su questioni e opportunità Europee. Marco si è specializzato in Economia Politica Europea alla London School of Economics and Political Science. Nel suo tempo libero Marco ama viaggiare, andare a mostre d’arte contemporanea, fare yoga e cucinare per gli amici.


Categoria Talk · Type Talk
Back