An event powered by
Cerca
Close this search box.

Grazie alla diffusione del software open source, il movimento dei maker ha preso vita, permettendo lo sviluppo di tecnologie innovative che altrimenti non sarebbero mai state disponibili sul mercato. Due esempi iconici di questa rivoluzione sono la piattaforma Arduino e la stampa 3D.

Dall’Open Source Hardware (OSHW) all’Open Design, il paradigma della collaborazione e della condivisione della conoscenza è da sempre uno degli elementi di base del movimento dei maker.

Dai un’occhiata in anteprima ai progetti in materia di Open source che vedrai a Maker Faire 

Il padiglione 3 MAKE rappresenta l’anima della manifestazione perché è qui che sono esposti i progetti più “maker” con l’elettronica, la componentistica, la stampa 3D, la manifattura digitale, l’automazione industriale e la ricerca spaziale.

Arduino, con il suo fondatore Massimo Banzi presenterà un intero Village; Raspberry PI e Melopero guideranno il pubblico nel mondo dei microcomputer e della creatività tecnologica. Si tratta di piattaforme tecniche e di prototipazione concepite per favorire l’innovazione e l’invenzione, fornendo nuovi stimoli per l’imprenditoria locale.

Non mancheranno inoltre i grandi player internazionali dell’elettronica, come Arrow Electronics, Digi-Key e Mouser, per raccontare al pubblico le innovazioni del futuro.

I Fablab, laboratori di ricerca e fabbricazione digitale, hanno da sempre avuto un ruolo in primo piano a Maker Faire Rome.
Sono piattaforme tecniche e di prototipazione concepite per favorire l’innovazione e l’invenzione, fornendo nuovi stimoli per l’imprenditoria locale. Luogo di incontro di idee e progetti.

Come sempre non mancheranno i progetti dedicati al 3d printing e al tema fabrication 

 

>>> Scopri gli altri Topics!