giocare con l’arte: i laboratori di bruno munari si aprono a tutti

Giocare con l’arte con un sito interamente dedicato a bambini, genitori e docenti e pieno zeppo di informazioni e stimoli per vivere diversamente il tempo in casa e sviluppare il talento creativo.

L’Associazione Bruno Munari (ABM) in collaborazione con lo studio Incode di Cremona ha realizzato un nuovo sito dedicato ai bambini, ai genitori ed ai docenti: In Casa Con Munari , accessibile anche da mobile.

In casa con Munari - web app
giocare arte In casa con Munari – web app

Si tratta di uno spazio che permette di accedere in forma gratuita e solidale ad informazioni e stimoli che potranno aiutare bambini e genitori a vivere diversamente la loro casa: promuovendo attività, riferite all’approccio metodologico di Bruno Munari, utili a sviluppare il talento creativo.
Tutte le proposte originali, sono realizzate unicamente con cio’ che e’ possibile reperire all’interno di una casa , nella prospettiva di rendere lo ” stare a casa ” una inaspettata possibilità.

Il progetto “In casa con Munari” – che ha anche una pagina Facebook dedicata – “nasce da una sinergia che si è innescata in tempi brevissimi a partire da una matrice etica condivisa, che ha fatto suo il bisogno di moltissimi bambini, genitori ed anche docenti di poter fruire di attività originali che aiutassero a “vivere la casa” in maniera creativa e non solo come una necessità. Un bisogno che deve trovare risposte originali ed innovative, non limitandosi ad un semplice “intrattenimento”, ma accettando la sfida di promuovere un vero e proprio laboratorio ludico creativo nei limiti , ma anche nelle potenzialità riscoperte, di tutto ciò che possiamo avere normalmente in casa!

 

giocare arte

In casa con Munari e’ un’opportunità interessante anche per i docenti, per offrire ai loro studenti in didattica a distanza nuovi stimoli e spunti di gioco e riflessione.

 

Il Metodo Bruno Munari®

Se ascolto dimentico Se vedo ricordo Se faccio capisco.”

Il “Metodo Bruno Munari®” nasce ufficialmente nel 1977, quando a Milano viene presentato dall’artista il primo laboratorio per bambini intitolato “Giocare con l’arte“.
Munari afferma che ciò che distingue questo laboratorio dagli altri laboratori esistenti è appunto il metodo. Prima dell’ufficiale presentazione, tale metodologia di azione è stata sperimentata all’interno di scuole, biblioteche, musei, gallerie d’arte e piazze di molte città, in modo tale da rilevarne i risultati.

L’innovazione apportata da Munari alla didattica dell’arte per bambini risiede nel fatto che questi ultimi vengono lasciati liberi di fare quello che credono avendo davanti agli occhi le riproduzioni di opere esposte al museo, luogo trasformato da spazio di contemplazione passiva dell’arte ad un luogo d’esperienza, in cui la partecipazione attiva dei bambini sta nell’utilizzo degli strumenti e delle principali tecniche di espressione artistica.

Bruno Munari
Bruno Munari

Giocare con l’arte visiva vuol dire che al bambino viene permesso di sperimentare le tecniche e le regole ricavate dall’osservazione e dalla manipolazione di ciò che vede; la conoscenza quindi si forma autonomamente all’interno del bambino grazie all’esperienza diretta con l’arte.

Il laboratorio è il mezzo attraverso il quale Bruno Munari mette in atto la propria didattica. Ne vengono organizzati molteplici nel corso della carriera dell’artista, tutti caratterizzati dalla grande partecipazione del pubblico a questo nuovo modo di fare arte. L’artista viene contattato dalla RAI in merito alla produzione di video documentari capaci di spiegare i contenuti dei laboratori.
Il più famoso è il promo del primo laboratorio “Giocare con l’arte“, facilmente rintracciabile nel web. Ad attirare l’attenzione, soprattutto dei più piccoli, è il fatto che il bambino nel laboratorio è convinto di giocare.
Il fatto che gli si presenti l’attività sotto forma ludica fa si che ogni “complesso di inferiorità sparisca” ed egli si senta libero di fare esperienze nuove.

Giocare con l'arte
Giocare con l’arte

Con il gioco il bambino partecipa globalmente; al contrario, se ascolta si distrae perché continua a pensare ad altre cose.”
L’approccio munariano si basa sulla manipolazione dei materiali da parte dei bambini affinché si esprimano liberamente senza l’interferenza degli adulti, divenendo indipendenti, sicuri di sé ed imparando a risolvere i problemi autonomamente. “Fare per capire” dichiara Munari quando parla del metodo di approccio alle arti visive utilizzato all’interno dei suoi laboratori.

Alcuni descrivono il “Metodo Bruno Munari®” come un’educazione plurisensoriale, termine che fa intendere quale sia il grado di partecipazione dell’individuo ad attività che coinvolgono più sensi e svariate capacità operative.
L’artista sostiene che bisogna lavorare con i bambini senza dire cosa fare ma facendo vedere come si fa. Munari è convinto che l’imitazione sia il primo mezzo di operatività d’arte. Egli afferma di sentirsi vicino ai principi utilizzati da Maria Montessori “aiutami a fare da me“. 

Quando qualcuno dice: questo lo so fare anch’io, vuol dire che lo sa rifare altrimenti lo avrebbe già fatto prima.”

Azione senza imposizione di sé è la massima del filosofo cinese Laoo Tse in cui Bruno Munari sente rispecchiato il suo pensiero ed il suo metodo. “Dare ai bambini tutte le informazioni di tipo tecnico, sul come si fa a fare, senza dar loro temi predisposti dagli adulti. Non dar loro idee già fatte, ma dar loro un metodo perché ognuno si costruisca il suo modo di fare, di produrre immagini, di costruire oggetti, di come osservare e capire“.

Buone sperimentazioni a tutti!

___________________________________________________________________________________________________

Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità  per curiosi, maker, di ogni etò che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed le proprie competenze.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ci impegnamo a fornirti le informazione giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

Promosso e organizzato da

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

BRONZE PARTNER

© 2020 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy