A Maker Faire Rome 2020, Andrea Lai ha curato la sezione “Maker Music”

Andrea Lai, curatore di Maker Music, conquista il Corriere della Sera

di Maria Egizia Fiaschetti sul Corriere della Sera. Repost e integrazione dell’articolo originale

 

Dagli esordi come bassista al liceo in gruppi punk e hardcore, fino alla decisione di vendere lo strumento per acquistare un giradischi, Andrea Lai è stato pioniere della club culture inglese anni Novanta e tra i protagonisti della cultura underground.

Da «uomo del Rinascimento», divoratore insaziabile di contenuti, è alla continua ricerca di connessioni. La sua prima chiave di accesso alla trasversalità del sapere è la musica quando, ancora bambino, si finge malato per saltare la scuola e rimanere a casa con le orecchie incollate alla radio.

La formazione e gli esordi

«Già alle elementari avevo un mio gusto; sono cresciuto con il sound tipico degli anni Settanta e Ottanta», racconta Andrea Lai, 51 anni, protagonista versatile della scena underground, fino a costruirsi un profilo da addetto ai lavori di respiro internazionale.

Dall’ascolto alla sperimentazione, durante il liceo con i soldi guadagnati facendo le consegne in motorino acquista un basso e inizia a suonare in gruppi punk, hardcore e post-punk (tra gli altri i Maials, da cui poi nasceranno i Prophilax).

Dopo l’ultima esperienza in una band post rock «densa e culturalmente altissima», sente che è arrivato il momento di cambiare: «Basta, vendo il basso e compro il giradischi».  L’impianto-feticcio, il Technics 1200, va a recuperarlo da un privato in piazza Mazzini.

Il giornalismo, Andrea Petitti e “Agatha”

Le radici rock intrecciano le nuove influenze anni Novanta mentre registra suoni, rumori e voci della televisione: «Trafficavo con le cassette». La scrittura giornalistica (per Musica di Repubblica e L’Espresso ) arricchisce la sua conoscenza musicale grazie alle anteprime discografiche, spesso in versione extended o remixata, che ha l’opportunità di recensire: «Ho scoperto generi che all’epoca sembravano un po’ strani, l’inizio della club culture inglese, della jungle e del trip hop».

Nel frattempo approda a Radio Città Futura dove conosce il dj Riccardo Petitti, scomparso nel 2014, «un altro come me, onnivoro musicalmente» , con il quale crea un’intesa umana e professionale destinata a lasciare il segno: il progetto «Agatha», per nove anni serata di culto al Brancaleone (memorabili anche gli appuntamenti estivi al bocciodromo di Testaccio nell’ambito di Bluecheese Factory). Vuoi rivivere l’esperienza di quegli anni? Qui un approfondimento a cura di Zero

 

La curatela di Maker Music e il dialogo con le istituzioni

Dopo aver infiammato la consolle per un decennio, di fronte all’inevitabile cambio generazionale (tra il pubblico e nella scena artistica) intensifica l’attività nell’organizzazione di eventi e nel booking dei concerti. Consulente per brand e marketing manager per importanti etichette discografiche, ha curato #MakerMusic, la sezione musicale di Maker Faire Rome 2020, rassegna dedicata all’innovazione tecnologica.

Nel dialogo con le istituzioni (tra gli altri è talent scout per Lazio Sound,) punta a realizzare iniziative in grado di riverberarsi sul tessuto sociale e di riscrivere il paesaggio culturale della città in chiave meno passatista e più contemporanea: «La musica può essere un volano, ma serve un cambio di mentalità».

Forse non sapevi che…

Da produttore, oltre a brani di grande successo su Beatport ha collaborato a numerose hit dance e ai remix di pezzi dei Subsonica, degli Avion Travel e degli Assalti Frontali. Appassionato di cucina – da ragazzo ha lavorato come chef all’Antica Carboneria in via Cagliari – è specializzato nella preparazione di pasta fresca: ravioli, tagliatelle, lasagne e cannelloni.

Vuoi rivedere i talk e gli eventi di #mfr2020? Trovi i contenuti nella piattaforma Maker Faire Rome e sul nostro canale YouTube


 

Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD INNOVATION PARTNER

è organizzato indipendentemente ed opera sotto licenza di
Maker Media inc. È un evento

COSA È MAKER FAIRE

È la più importante manifestazione sull’innovazione. Un evento ricco di invenzioni e creatività, che celebra la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico. È il luogo dove maker, imprese e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. Riunisce gli appassionati di tecnologia, gli artigiani digitali, le scuole, le università, gli educatori, gli hobbisti, i centri di ricerca, gli artisti, gli studenti e le imprese. Tutti vengono a mostrare le loro creazioni e condividere le loro conoscenze. I visitatori vengono a Maker Faire per “ intravedere” il futuro e trovare l’ispirazione per diventare essi stessi “Makers”.

© 2022 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy