Il colosso dello sport continua il suo percorso verso il digitale e punta sulla nuova realtà NFT

Nike compie una mossa strategica che asseconda la scelta di espandere la propria impronta nel ‘metaverso’ in rapida crescita

 

Nike Inc ha annunciato di aver acquisito la società di scarpe da ginnastica e gadget virtuali RTFKT.

Fondata da Benoit Pagotto, Chris Le e Steven Vasilev, e con appena due anni di vita, la startup è stata valutata a 33,3 milioni di dollari – sebbene i dettagli finanziari dell’operazione non siano stati resi noti. RTFKT nella sua breve vita indipendente aveva raccolto oltre 9,5 milioni di dollari per costruire il Supreme of digital fashion, piattaforma di articoli collezionabili di nuova generazione che fondono cultura e gioco.

L’acquisizione rappresenta per Nike un’altra delle sue scelte strategiche per espandere rapidamente la sua impronta nel “metaverso” in rapida crescita. Già il mese scorso, infatti, Nike era diventata uno dei primi grandi marchi ad entrare nel nuovo mondo virtuale anticipato da Mark Zuckerberg. 

“Questa acquisizione è un altro passo che accelera la trasformazione digitale di Nike e ci permette di servire atleti e creatori all’intersezione di sport, creatività, gioco e cultura”, ha detto l’amministratore delegato di Nike John Donahoe in una dichiarazione. (Segnalazione di Praveen Paramasivam a Bengaluru)

Chi è RTFKT

I co-fondatori di RTFKT, Benoit Pagotto, Chris Le e Steven Vasilev, hanno collaborato con artisti e piattaforme tecnologiche su progetti NFT sellout e hanno testato il fashion AR-augmented reality. Nell’ottobre 2020, la start-up ha venduto sneakers digitali per l’equivalente di 90mila dollari (circa 80mila euro). Questo aprile, inoltre, ha venduto 600 NFT in sette minuti per più di 3 milioni di dollari (2,6 milioni di euro) e recentemente ha stretto una partnership avatar con l’artista Takashi Murakami totalizzando quasi 65 milioni di dollari (57,5 milioni di euro) in volume di transazioni.

credits: RTFKT

Perché è importante questa operazione

L’acquisizione di RTFKT è una delle più significative rispetto all’evoluzione degli NFT in ambito commerciale. Nike infatti ha acquisito un player di grande prospettiva, che ha già avuto collaborazioni importanti e lanci che hanno avuto enorme successo: un player che si integra alla perfezione nella traiettoria che NIKE ha disegnato per il suo futuro nel mondo degli asset digitali.

Lo stesso annuncio dell’acquisizione è stato diffuso online associando il logo di RTFKT con quello di Nike di Air Jordan e di Converse, i tre marchi più iconici tra quelli detenuti da Nike, segno che il progetto del più famoso e popolare brand dello sport a livello internazionale potrebbe essere di quelli molto articolati.

NIKE, Inc. Acquires RTFKT 0

credits: Nike Inc

Un successo, dunque, anche per le tecnologie NFT, che da nicchia per artisti e per collezionisti sui generis ora possono dire di essere entrati a far parte del mondo economico che conta.

Anche Adidas era recentemente entrata nel metaverso, tramite The Sandbox e anche negli NFT con Bored Apes, una collezione  e con una collaborazione con Coinbase che però dovrà essere ancora sviluppata nei dettagli.

Il mondo del commercio maggiormente legato alla cultura pop ha finalmente scoperto l’enorme potenziale del mondo degli NFT – Non Fungible Tokens – cosa che porterà anche lustro all’industria che ci gira intorno.

Che cos’è il metaverso

Quelli del ‘metaverso’ sono ambienti basati su blockchain nei quali gli gli utenti possono acquistare terreni virtuali e altri beni digitali – come l’abbigliamento per gli avatar – sotto forma di un bene cripto chiamato token non fungibile (NFT).

Il metaverso è un universo virtuale in cui ritrovare gran parte delle attività quotidiane, e molto di più: riunioni, pranzi, allenamenti, film, concerti, giochi, tutto declinato in versione 3D e alla portata di tutti con un click e una serie di strumenti fondamentali per vivere in pieno questa esperienza immersiva. Concretamente nel metaverso ci si potrà riunire con gli amici, fare surf o kayak, partecipare a un concerto, esplorare paesaggi sconosciuti, senza muoversi di casa.

Ne abbiamo scritto più approfonditamente in questo articolo.

L’interesse della moda per il digitale e il metaverso

“L’interesse della moda e della vendita al dettaglio per il digitale e il metaverso è incrementato quest’anno quando i mondi virtuali sono diventati mainstream e oggetto di interesse per le nuove generazioni. I marchi hanno di conseguenza assecondato questa tendenza, a partire dalle grandi realtà, che hanno creato basi solide per spingere l’universo virtuale al 12% del lusso entro il 2030 (vedere MFF del 9 dicembre 2021).

Nike stessa, come dicevamo sopra, aveva già iniziato a esplorare il metaverso, aprendo Nikeland su Roblox, dove le persone possono provare una serie di prodotti esclusivi e giocare. Per migliorare la virtual experience il gigante statunitense, all’inizio di quest’anno, aveva anche assunto Andrew Schwartz come direttore dell’ingegneria del metaverso. Coerentemente alla nuova strategia, Nike è inoltre entrata in possesso della piattaforma di integrazione dei dati Datalogue. Nel 2018 aveva anche acquisito Invertex, un’azienda di computer vision”, come segnala Milano Finanza Fashion

fonti: Nike Inc I MFFashion I MarketScreener I TechTimes

Immagine di copertina: RTFKT


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse