Tickets coming soon
An event powered by
Cerca
Close this search box.

ISA, il nuovo sistema elettronico e’ obbligatorio sulle auto dal 6 luglio

l’ISA, l’Intelligent Speed Assistance, potrebbe salvare in Italia oltre 250 vite ogni anno

 

Un nuovo sistema elettronico di sicurezza è diventato obbligatorio sulle auto di nuova omologazione dallo scorso 6 luglio: ISA. Grazie a questo dispositivo, infatti, da luglio le auto decideranno in autonomia sulla velocità grazie ad un limitatore automatico .

Considerando che in Italia, solo nel 2021, ci sono stati 64.162 incidenti e 1.313 vittime, grazie a questo nuovo sistema elettronico obbligatorio potremmo salvare non meno di 250 persone ogni anno.

Come dice il nome stesso, infatti, l’Intelligent Speed Assistance è un limitatore elettronico di velocità “intelligente“, che usa e combina tra loro molte tecnologie già presenti e ben rodate sulle auto già oggi in vendita per ottenere un solo risultato: impedire al guidatore di correre troppo quando guida e obbligarlo a rispettare i limiti di velocità, perché la velocità eccessiva è sempre la prima causa di incidente.

Immagine: ESTC

Come funziona ISA

ISA – Intelligent Speed Assistance è un sistema elettronico ideato circa quattro anni fa da un team di ingegneri con l’obiettivo di aumentare la sicurezza stradale riducendo la velocità dei veicoli, che sfrutta tecnologie nate per altri scopi: le telecamere frontali e i radar delle auto a guida semi autonoma (i cosiddetti “ADAS“: Advanced Driver Assistance Systems). Tramite telecamere e radar l’ISA può leggere e riconoscere la segnaletica stradale, capendo quale sia il limite di velocità in vigore su quel tratto di strada.

Uomo alla guida che osserva limite di velocità
immagine: ETSC

Dopo aver capito qual è il limite di velocità vigente, lSA fa di tutto affinché il guidatore lo rispetti:

  • manda un segnale acustico (simile a quello delle cinture di sicurezza). Se il guidatore ignora il segnale
  • fa vibrare sedile, il pedale dell’acceleratore ed emette un altro segnale acustico. Se il guidatore continua a ignorare questi segnali
  • riduce in autonomia la velocità dell’auto. Ma non lo fa agendo sui freni (sarebbe pericoloso): piuttosto ISA agisce sul pedale dell’acceleratore, grazie a un servomotore che “spinge via” il piede del guidatore affinché la velocità scenda. Quando ISA entra in azione, quindi, non avviene una brusca frenata: l’effetto del sistema elettronico è graduale e “soft“.

Di serie dal 2022, obbligatorio dal 2024

ISA – Intelligent Speed Assistance diventerà di serie su tutti i nuovi modelli presentati in Unione Europea a partire dal 6 luglio 2022, e diventerà invece obbligatorio su tutte le nuove auto prodotte soltanto a partire dal 2024.

La Commissione Europea ha informato che non ci saranno campagne di retroattività per dotare del sistema tutte le auto già in circolazione.

Nella prima fase, inoltre, ISA potrà essere disattivato dal guidatore. Successivamente, sarà sempre attivo e non sarà più possibile escluderlo. 

15 nuovi sistemi di sicurezza

ISA è soltanto il primo di ben 15 nuovi sistemi di sicurezza che da qui a pochissimi anni diventeranno di serie su tutte le nuove auto.

Oltre al limitatore di velocità sono attesi anche, come parte della dotazione di serie, il sistema di mantenimento di corsia, la frenata automatica d’emergenza (già di serie anche sui mezzi pesanti), il rilevamento della perdita di attenzione e di sonnolenza (già di serie su molte nuove auto), la scatola nera, le luci di stop lampeggianti in caso di frenate brusche (di serie già su molte auto), la telecamera di retromarcia e il tanto discusso avvio del motore con l’etilometro.

fonte: Motor1.com I Tom’s Hardware

immagine di copertina: HD Motori


Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben nove edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse