Think and Do è il primo hackathon dedicato al growth hacking

Il Growth Hacking è una forma di marketing per supportare la crescita veloce e esponenziale di un business adottata da molte aziende di successo

 

“Think and Do” è un hackathon online a tema Growth Hacking, il primo in Italia nel suo genere. Obiettivo: ricercare nuovi modelli di business nel campo della crescita aziendale.

Come ogni hackathon, anche in Think and Do ogni partecipante è chiamato entro 72 ore, in team, ad individuare una soluzione alle challenge che saranno presentate. Guidati da mentor esperti, i partecipanti si sfideranno, in team, per la ricerca di soluzioni e nuovi modelli di business per la crescita delle aziende, piccole e grandi che siano.

 

Info su Think and Do

Think and Do è rivolto a tutti gli innovatori interessati a contribuire all’ideazione di soluzioni innovative accrescendo al contempo le proprie competenze professionali e sviluppandone di nuove. Può partecipare chiunque sia interessato a vivere un’esperienza nuova e incontrare persone entusiaste e con gli stessi interessi.

Non sono richieste competenze tecniche specifiche se non l’entusiasmo. La multidisciplinarietà sarà un valore aggiunto per ciascun un team. L’hackathon infatti nasce come luogo di contaminazione delle idee, dovunque esse provengano.

In un hackathon, i partecipanti sono chiamati a sviluppare in gruppo un’idea o un progetto in risposta alla challenge proposta, con una presentazione in forma di slide o con un prototipo visuale. Le parole d’ordine saranno: Team-building, brain-storming, contaminazione, promozione e sviluppo di idee. I partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi con temi reali del mondo del business, mettendo alla prova le proprie capacità e dimostrando le loro competenze. Inoltre, sono previste alcune sessioni di formazione con i mentor e giudici qualificati.

Ci sarà spazio anche per la formazione, con interventi di altissimo valore, in cui Mentor e Giurati racconteranno i segreti delle loro aree e del loro successo. Tra loro:

  • Alessandro Rossi, CFO di GoPillar, startup di successo che ha raccolto 2,8 milioni di euro dal 2°acceleratore più importante al mondo, 500 Startup
  • Marco Taddei, CEO di Together Price, startup da 1,4 milioni, con una community di oltre 600 milapersone
  • Giulio Michelon, CEO di Belka, dopo aver vissuto in Silicon Valley, è tornato in Italia perfondare la sua azienda e portando innovazione sul mercato
  • Luca Barboni, Esperto di Growth Hacking, Founder & Head of Growth 247X, l’unica agenzia italiana digrowth hacking partner di growthhackers.com
  • Elena Facco, e-commerce e data scientist expert, responsabile e-commerce di Safilo Group
  • Laura Venturini, CEO di Quindo, Consulente SEO e web marketing

Tra i mentor: 

  • Jacopo Mele, Digital Life Coach. Forbes 30under30 e 5under30 dell’enterprise technology Italiana
  • Giorgio Trabaldo, Networker professionista, ed esperto di mindset imprenditoriale
  • Leonardo Martinelli, Business Expert, ed esperto pluripremiato di Hackathon
Per partecipare è necessario essere maggiorenni e registrarsi online al sito, tramite questo link. La partecipazione è completamente gratuita e al termine della registrazione, verrà inviata una conferma entro 24 ore. I Partecipanti si possono registrare singolarmente o in team già formati. Sarà l’Organizzazione, all’inizio dell’evento, a formalizzazione i gruppi di lavoro. Clicca qui per iscriverti
Se sei una startup o un’azienda, scegli di seguire Think and Do: le soluzioni sviluppate dai partecipanti potrebbero rivelarsi di grande ispirazione anche per il tuo business. Le presentazioni si terranno online, il 16 maggio: consulta il programma e salva la data in agenda.
 

Think and Do è organizzato da Clio Minotti, Michele Pavone e Riccardo Putignano, in collaborazione con Re-Mark S.r.l., agenzia di formazione e marketing, promosso da Leonardo Leone e patrocinato dalla Regione Lazio. .

Cos’è il Growth Hacking

Il Growth Hacking è un processo di sperimentazione rapida sul prodotto e sui canali di marketing per trovare il modo più efficiente per far crescere un business. Chi si occupa di questa disciplina deve provare continuamente nuove tecniche per potersi assicurare una crescita veloce nei momenti in cui lo ritiene indispensabile.

La parte che interessa la disciplina del Growth Hacking è proprio quella del processo. Infatti, i risultati si ottengono solo mediante un procedimento capillare e strutturato. Il Growth Hacking è quindi un vero e proprio processo di sperimentazione costituito da tentativi per scoprire qual è la strada più corretta da percorrere per consentire l’aumento dei clienti e delle vendite.

Il Growth Hacking non definisce un’unica tecnica in sé e per sé, ma rappresenta un processo di sperimentazione che coinvolge diversi canali di marketing, utilizzato soprattutto dalle start-up. È una mentalità. È la creazione di sistemi e processi che, attraverso una nuova mentalità, hanno tutti un solo obiettivo: la crescita.

Il Growth Hacking mixa marketing digitale, sviluppo del prodotto e analisi dei dati per creare una matrice di opportunità aventi tutte come obiettivo ultimo quello di far crescere il  business.

Come nasce il Growth Hacking

Una decina di anni fa, grazie a questo signore: Sean Ellis, il padre di questo concetto, che ha ridisegnato completamente il modo di fare marketing e teorizzato questo modello di crescita veloce ed esponenziale. Diverse startup della Silicon Valley devono il proprio successo Sean Ellis: da Dropbox a Eventbrite, giusto per citare due esempi noti.

Sean Ellis

Come aiuta le aziende

Il Growth Hacking è utile alla sperimentazione di diverse soluzioni per riuscire a capire con quale metodo ottenere il più alto ritorno sugli investimenti (ROI).

Per ottenere una crescita ottimale del business, vanno perfezionate tutte le fasi della canalizzazione di marketing e di vendita. Il Growth Hacking aiuta in questo percorso che permette di attrarre potenziali clienti, avvicinarli al brand e poi, uno step dopo l’altro, portarli fino alla fase di acquisto. Se l’obiettivo è la crescita, magari veloce, è sicuramente una strategia da considerare.

 

Curioso di saperne di più sul Growth Hacking? Segui Think and Do dal 14 al 16 maggio, è online!


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Maker Faire Rome 2020 Partner

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD TECHNICAL PARTNER

© 2021 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy