Lumiweave è un tessuto solare in grado di reagire alla luce 

Il progetto arriva da Israele e ha vinto il Women4Climate Tech International Challenge

 

Lumiweave è un tessuto solare: di giorno fa ombra, di notte fa luce.

Lumiweave, è stato creato da Anai Green, una designer industriale israeliana che ha ottenuto riconoscimenti internazionali per averlo concepito, dato che si tratta di una interessante tecnologia amica dell’ambiente.

L’ultimo premio le è stato conferito dalla Women4Climate, un’organizzazione che riunisce sindaci, imprenditori, innovatori, studenti, scienziati e attivisti e che promuove la partecipazione e la leadership delle donne nella costruzione di un futuro sostenibile.

Lumiweave è un materiale embeddato con cellule fotovoltaiche organiche che fornisce ombra di giorno e luce di notte, senza bisogno di energia elettrica I credits: Anai Green

Un tessuto per illuminare le vie delle città

Lumiweave combina la raccolta di energia con la funzione di l’illuminazione notturna, senza che siano necessari collegamenti elettrici.

Si tratta di un vero e proprio tessuto, leggero e flessibile, in grado di assorbire energia solare nelle ore diurne per poi rilasciare sotto sottoforma di illuminazione LED durante la notte.

Grazie a queste semplici caratteristiche, LumiWeave consente di risparmiare sui costi di installazione delle infrastrutture di illuminazione standard e il 100% dei costi dell’elettricità.

credits: Flickr – Tel Aviv Global & Tourism, Tel Aviv Global & Tourism License

Come funziona Lumiweave

I componenti principali di LumiWeave sono una lastra fotovoltaica organica flessibile incollata su un tessuto resistente ai raggi UV.

Il tessuto è stampato con inchiostro conduttivo a base di rame che funge da circuito stampato. A quest’ultimo si intrecciano strisce di polimero con LED. Il tessuto può resistere a qualsiasi condizione atmosferica, garantendo efficienza massima per 3 anni.

LumiWeave può fornire costante illuminazione anche dopo tre giorni senza sole, cosa che accade occasionalmente durante gli inverni di Tel Aviv.

credits: Israel21c

Il test a Tel Aviv, in Israele

Attualmente, il comune di Tel Aviv sta testando LumiWeave all’Atidim Business Park. “Pensare alla sostenibilità, all’energia verde e alla protezione del clima fa parte del DNA del comune di Tel Aviv-Jaffa”. Con queste parole il sindaco Ron Huldai ha voluto sottolineare il costante impegno della città nel promuovere iniziative green. E ‘Lumiweave’ è fra queste.  

“Dalla fase di progettazione a quella di esecuzione – ha detto il sindaco Huldai – pensiamo, progettiamo e immaginiamo green. Tel Aviv è una delle città leader nella tutela ambientale. Stiamo promuovendo progetti urbani per ridurre le emissioni di gas serra, che vanno da una intensa piantumazione all’ampliamento di spazi verdi, alla rimozione di veicoli inquinanti. Sono continui gli sforzi verso una educazione ambientale in ambito scolastico e pubblico”. “Lumiweave si rivelerà un progetto rivoluzionario” ha aggiunto Huldai.

Sarebbe fantastico se i test confermassero che Lumiweave potrebbe sostituire i tendaggi che abitualmente utilizziamo per le coperture esterne di case, balconi, edifici.

Se hai un progetto simile, puoi candidarlo a partecipare a Maker Faire Rome 2022: la Call for Makers è aperta!

Fonte: LumiWeave

Foto di copertina.  Flickr – Tel Aviv Global & Tourism, Tel Aviv Global & Tourism License


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna da ben nove edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse