Il nuovo modello di cuffie del brand sportivo punta sull’autonomia infinita

Adidas insiste sulla sostenibilità e lancia cuffie che possiamo dimenticare di ricaricare

 

gadget con ricarica solare non sono una novità assoluta, basti pensare a calcolatrici, tastiere, powerbank e tantissimi altri piccoli dispositivi che esistono da anni sul mercato.

I prossimi dispositivi ad essere contraddistinti dal pannello solare incorporato sono le cuffie wireless: un anno fa aveva dato il via a questo segmento il brand ‘Urbanista’ ma ora è addirittura Adidas a puntare fortissimo su questo tipo di tecnologia con l’arrivo delle nuove cuffie RPT-02 SOL

Troppo belle per essere vere? Uhm, no

Le nuove cuffie Adidas RPT-02 SOL sembrano troppo belle per essere vere, eppure: bluetooth, auto-ricarica e alimentazione a luce solare. Niente male, eh?

Questo nuovo progetto di Adidas offre una soluzione sorprendente a un problema familiare a tanti di noi. Ci siamo passati tutti: usciamo di corsa e ti rendiamo conto che viaggeremo in metropolitana in silenzio perché ti siamo dimenticato di caricare le cuffie. O a metà corsa, con ancora tanto da percorrere, la nostra playlist si interromperà improvvisamente perché, ancora una volta, avremo dimenticato di caricare gli auricolari.

Le nuove cuffie SOL by Adidas rendono questi fastidi un ricordo del passato. Sono leggere, durevoli e, secondo Adidas, non dovranno essere caricate (o sostituite) per anni!

foto: Elizabeth De Luna via Mashable

Come sono fatte

La particolarità di questo modello è che è autoalimentato grazie alle celle solari Powerfoyle di Exeger: invisibili e inserite nella banda superiore delle cuffie, sono realizzate in plastica riciclata con una autonomia massima di 80 ore.   

La sostenibilità al centro

Le cuffie SOL by Adidas sono composte di quattro parti:  l’unità principale della cuffia, l’archetto rimovibile e gli auricolari rimovibili.
Le cuffie si possono scomporre in tutte le parti per la pulizia e anche, quando proprio sarà il momento, per riciclarle correttamente. La fascia interna per la testa e gli auricolari si staccano con una semplice trazione o torsione e possono essere gettati nel bucato insieme ai vestiti. 

Ma perché Adidas, una società quotata in borsa, dovrebbe essere interessata a diminuire il numero di acquisti che i consumatori fanno dei loro prodotti?

“Essere un marchio consapevole non riguarda solo il numero di pezzi che vendi”, afferma il product manager di Adidas, Anders Olsson. “Si tratta anche di creare una relazione a lungo termine con il cliente. Se possono davvero vedere che il tuo prodotto durerà nel tempo, torneranno ancora e ancora. Tutti i marchi dovrebbero concentrarsi sul prolungamento della durata e sulla ricerca di materiali che fanno bene al pianeta, perché altrimenti non finiremo da nessuna parte”.

Il team di progettazione delle cuffie SOL si è concentrato su due elementi principali della sostenibilità: rendere i SOL fisicamente durevoli e utilizzare materiali riciclati per produrli. Raddoppiare la durata di un oggetto da due a quattro anni, infatti, determina un’enorme riduzione delle emissioni di CO2, secondo uno studio interno Adidas.

foto: Adidas

Estetica e funzionalità

Le cuffie Adidas RPT-02 SOL sono fantastiche per vestibilità e funzionalità. 

Waterproof (più o meno)

Sono classificate IPX4, il che significa che sono a prova di schizzi. Gli auricolari rimovibili e le coperture dell’archetto sono lavabili, con sostituzioni disponibili per l’acquisto online in caso di rottura.

Progettazione attenta

Il team di progettazione ha eliminato un auricolare incernierato, che secondo Olsson è la parte più comunemente soggetta a rottura in una cuffia, optando invece per un design modulare – di cui si può facilmente disporre alla fine del ciclo di vita a uso riciclo 

Materiali riciclati

I materiali utilizzati per produrle sono scelti tra quelli con “le più basse emissioni di CO2 possibili”. L’87% della plastica nel SOL è plastica riciclata post-consumo, che non è molto più costosa da produrre rispetto alla nuova plastica.

Il nylon riciclato è stato incorporato anche nel tessuto che ricopre gli auricolari e l’archetto. La plastica che compone il restante 13% delle cuffie è nuova ed è stata utilizzata per parti che richiedono maggiore durata.

Come funziona la ricarica solare?

Il cinturino delle cuffie è costituito da un pannello solare stampabile – una tecnologia svedese chiamata Powerfoyle – che trasforma ogni tipo di luce in energia.

foto: Adidas

I progressi tecnologici hanno consentito di far convergere il costo di stampa di un pannello solare, la quantità di energia che il pannello solare può produrre e la quantità di energia necessaria per alimentare le cuffie in un’applicazione di facile utilizzo.

A piena carica, Adidas afferma che le cuffie forniscono 80 ore di riproduzione. Ma la maggior parte delle persone che usano i SOL durante le passeggiate o in palestra non avranno mai bisogno di caricarli.

Le cuffie non vengono nemmeno fornite con un caricabatterie (se si ritiene di averne davvero bisogno, se ne può richiedere uno gratuitamente ad Adidas).

fonti: Adidas I Mashable I Engadget 

foto di copertina: Adidas 


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, imprese che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.