CityAccessMap e’ lo strumento che misura e visualizza l’accessibilità alle infrastrutture urbane delle nostre città

Le persone nelle aree urbane svantaggiate tendono ad avere meno servizi disponibili rispetto agli abitanti delle zone più ricche. “CityAccessMap” che può aiutare la politica a sanare questo gap.

 

Le persone nelle aree urbane svantaggiate tendono ad avere meno servizi disponibili rispetto agli abitanti delle zone più ricche. Hanno meno accesso alle infrastrutture urbane come farmacie, biblioteche, società sportive e persino ai trasporti pubblici nel loro quartiere.  Invertire questa tendenza è una priorità per la politica e gli amministratori locali.

I ricercatori di TU Delft, università olandese da sempre all’avanguardia su questi temi, hanno creato un nuovo strumento online, “CityAccessMap”, che può aiutarli a farlo.

CityAccessMap: come funziona

CityAccessMap misura e visualizza l’accessibilità alle infrastrutture urbane di diverse città in tutto il mondo.

Lo strumento è disponibile per chiunque desideri vedere come sono distribuite le infrastrutture urbane, ma è particolarmente interessante per gli urbanisti.

“Con lo strumento vogliamo creare consapevolezza tra i responsabili politici e spronarli ad agire per fare qualcosa contro le disuguaglianze per alcune comunità svantaggiate”, afferma il ricercatore Trivik Verma, assistente professore di scienze e politiche urbane coinvolto nello sviluppo dello strumento online.

Insieme al suo team, la loro ricerca sull’accessibilità e sugli aspetti socioeconomici del benessere delle persone mostra che le comunità svantaggiate hanno un accesso inferiore. Fornisce un quadro per valutare la distribuzione delle infrastrutture urbane, identificando le aree in cui è importante migliorare i servizi.

credits: TUDelft

Misurare la qualità della vita

Oggi la qualità della vita degli ambienti urbani si misura spesso in termini di accessibilità: cioè la capacità dei residenti urbani di beneficiare di servizi e opportunità differenti. Per progettare interventi di pianificazione per la distribuzione dei servizi essenziali in modo equo ed equo, gli urbanisti devono prima valutare i livelli di accessibilità esistenti nella loro città. Con l’obiettivo di semplificare drasticamente questo compito, Verma e i colleghi ricercatori Leonardo Nicoletti e Mikhail Sirenko hanno creato una nuova applicazione web “CityAccessMap” che visualizza approfondimenti sull’accessibilità urbana per quasi tutte le città del mondo (ovvero, qualsiasi città che ospita almeno 100.000 abitanti).

Mappa CityAccess

CityAccessMap utilizza i dati geografici aperti di OpenStreetMap e le griglie di popolazione pubblicamente disponibili del Global Human Settlement Layer (GHSL) della Commissione Europea. “I pianificatori possono utilizzare l’app per vedere come l’accessibilità alle diverse strutture è distribuita nella loro città e nella sua popolazione”, afferma Nicoletti, l’architetto dietro lo sviluppo di CityAccessMap.
“Ad esempio, a Rotterdam, ci sono così tante parti della città che offrono livelli di accesso inferiori a determinate comunità rispetto al resto della regione. Utilizzando CityAccessMap, i politici e gli amministratori possono ottenere un quadro migliore dell’accessibilità, capire se siano riusciti a migliorare l’accessibilità nei quartieri e anche comprendere meglio dove sia necessaria una maggiore azione collettiva per ridurre le disuguaglianze.

“Guardando queste rappresentazioni, i decision makers possono in definitiva capire meglio quanto sono vicini al raggiungimento di risultati migliori per l’accessibilità per le loro comunità a livello locale, o promuovere un’azione più collettiva per ridurre le disuguaglianze.

La città dei 15 minuti è reale!

La 15 Minute City è una città in cui ogni residente urbano ha accesso ai servizi di base entro 15 minuti a piedi.

Le città di tutto il mondo stanno lavorando per fornire ai propri residenti servizi accessibili in 15 minuti a piedi. Ma quali città stanno guidando questo cambiamento? Quali città devono investire in infrastrutture pubbliche per migliorare l’accesso ai servizi per i loro residenti?

 

credits. BW Smart Cities

Oggi la qualità della vita degli ambienti urbani si misura spesso in termini di accessibilità: cioè la capacità dei residenti urbani di accedere a servizi e opportunità. Sfortunatamente, nelle città di tutto il mondo, le dinamiche della gentrificazione, del mercato immobiliare e altri processi come le leggi sulla zonizzazione di esclusione hanno spinto le comunità svantaggiate a vivere in aree urbane deteriorate che ricevono una quota minore di investimenti pubblici e godono, quindi, di bassi livelli di accessibilità. E’ ormai universalmente condiviso che molte delle disuguaglianze sociali presenti nelle città sono spesso strettamente legate all’accessibilità ai servizi.

A livello globale, molte città hanno implementato politiche volte a ridurre le disuguaglianze nell’accessibilità tra le comunità urbane, con l’obiettivo di raggiungere la 15 Minute City: una città in cui ogni residente urbano ha accesso ai servizi di base entro 15 minuti a piedi. Solo negli Stati Uniti, più di 500 comuni hanno implementato politiche per la creazione di comunità socialmente inclusive con un migliore accesso a servizi, negozi e attività ricreative, stili di vita sani e attivi, più passeggiate e meno guida, spazi pubblici attraenti e maggiore vitalità economica. Ma, affinché tali interventi di pianificazione siano efficaci, i pianificatori devono prima valutare i livelli di accessibilità esistenti nella loro città e identificare le aree di importanza strategica.

Semplificare il compito di urbanisti, amministratori locali, politici

CityAccessMap è stato sviluppato da scienziati urbani, per urbanisti, con l’obiettivo di semplificare drasticamente questo compito: acquisire consapevolezza per progettare adeguatamente interventi strutturali e culturali.

Utiizzare lo strumento per ottenere informazioni dettagliate e di alto livello su come l’accesso ai diversi servizi è distribuito nella loro città e nella sua popolazione permette di comprendere al meglio quanto (se) si è vicini al raggiungimento della Città dei 15 minuti.

Come consultare CityAccessMap

Tutte le informazioni su CityAccessMap sono disponibili a questo link: https://www.cityaccessmap.com/ dove è possibile anche verificare lo stato dell’arte di moltissime città.


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker,, Pmi e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.