Formazione, Crescita, Transizione energetica: i pilastri di Joule, la scuola di Eni per l’impresa

Joule ha presentato a Maker Faire Rome le startup selezionate per Energizer, l’acceleratore di startup del programma

 

Il Joule è l’unitа di misura dell’energia, del lavoro e del calore. Un riferimento profondo e diretto, che Eni ha scelto per la sua scuola d’impresa. Un progetto formativo rivolto sia ad imprenditori e ad aspiranti tali, interessati allo sviluppo e alla crescita di idee di business a tema sostenibilità.

La mission di Joule è formare e sostenere nel proprio sviluppo chi vuole fare impresa, crescere e fare crescere I’Italia in maniera sostenibile, con l’obiettivo di incidere positivamente sui processi di transizione energetica ed economia circolare.

Joule forma, fornisce strumenti, competenze e chiavi di lettura secondo programmi articolati in moduli in presenza (compatibilmente con le disposizioni sanitarie attualmente in vigore) e a distanza. Joule si rivolge anche ai gia’ imprenditori, per supportarli nello sviluppo di imprese già avviate.

Il percorso di apprendimento

Joule è un percorso di apprendimento che fonde esperienze imprenditoriali, competenze accademiche ed esperienze personali dei partecipanti.

E’ articolato in corsi, web-serie, percorsi interattivi e di accelerazione. 

Joule si sviluppa, infatti, attraverso programmi diversi:

  • Blended Program, rivolto a 25 partecipanti già selezionati ed erogato in presenza e a distanza
  • Open Program, interamente a distanza, gratuito e aperto a tutti
  • Energizer, l’hybrid accelerator che supporta chi ha già avviato una startup sostenibile

La crescita dei partecipanti è assicurata attraverso l’approfondimento di dieci macro temi, il confronto con sfide e opportunità concrete, la relazione con un network di formatori d’eccellenza e di imprenditori, che mettono a disposizione le proprie esperienze con cui sviluppare insieme una vera e propria community che li sostiene lungo tutto il percorso. 

Particolarmente interessante anche la scelta dei format: per il programma Open, lanciato lo scorso ottobre, i partecipanti sono stati coinvolti in un viaggio di apprendimento attraverso una web serie in di 12 episodi, “The Rising Star Hotel”, basati sulla storia dei due giovani imprenditori Anna e Pietro, progettata in esclusiva per Joule. 

 

Joule a Maker Faire Rome 2020

A Maker Faire Rome 2020, Joule ha presentato un primo batch di realtà imprenditoriali sostenibili del suo portafoglio al 2020, a fronte di oltre 100 selezionate, in un anno che ha visto crescere tutto il comparto startup italiano, capace di rispondere con efficacia e resilienza alla prova dell’emergenza sanitaria.

Il futuro dell’energia e dell’economia circolare è in scrittura, anche grazie alle startup

  • Rice House trasforma gli scarti derivanti dalla lavorazione del riso in materiali per la bioedilizia adatti a tutti i tipi di costruzioni: l’agricoltura si intreccia con l’architettura, in modo etico e innovativo
  • RESET progetta e costruisce impianti brevettati plug and play per la trasformazione di biomasse organiche in energia attraverso un originale processo di gassificazione di piccola taglia. Gli impianti SyngaSmart, producono in maniera continua energia elettrica e calore, utilizzando fonti rinnovabili e matrici organiche di scarto. Sviluppo di basic design a partire da alimentazione di un mix di fanghi per gassificazione e produzione di energia elettrica da syngas.
  • WAVE FOR ENERGY è il primo impianto ibrido al mondo in grado di trasformare l’energia prodotta dalle onde in energia elettrica, adattandosi anche alle differenti condizioni del mare così da garantire un’elevata continuità nella produzione energetica.
  • Photo B-Otic è una società che ha ideato un fotobioreattore a luce artificiale per la crescita algale, utile alla cattura della CO2.
  • M2D TECHNOLOGIES mira a creare una piattaforma che automatizzi la supervisione e la manutenzione dei sistemi fotovoltaici attraverso l’uso di sistemi di robotica autonomi e software di controllo intelligente.
  • REHOUSE-IT partendo da scarti di produzione agroalimentari, seguendo le regole del design parametrico e della  tecnologia blockchain, offre un nuovo modo di vedere l’isolamento termo-acustico all’interno delle case,  creando componenti customizzati per ogni cliente.
  • BI-REX punta a restituire valore agli scarti agroindustriali. Il risultato è un processo totalmente green per la  creazione di cellulosa con un valore aggiunto nuovo: è totalmente tree-free.

Energizer, il programma di accelerazione per le startup

Proprio da gennaio, questa selezione si amplierà con le proposte innovative di SinergyRoplastic e Lift Enery, altre tre realtà di nuova creazione che riceveranno ulteriore spinta grazie a un percorso di incubazione personalizzato a cura di Polihub e al supporto metodologico del programma Energizer di Joule.

Joule ha infatti premiato,  lo scorso 14 dicembre, le tre startup innovative selezionate grazie alla call Switch2Product (S2P), promossa da Polihub, l’acceleratore di imprese innovative del Politecnico di Milano, che rinnova annualmente la sfida nella valorizzazione di soluzioni, tecnologie e idee di impresa che maturano grazie alla visione di studenti, ricercatori, laureati da meno di tre anni.

Sinergy propone lo sviluppo di una batteria intelligente per applicazioni di accumulo energetico su media e grande scala; Roplastic, opera invece per la sintesi di materiale plastico e utilizza scarti irrecuperabili; Lift Energy invece sviluppa una pellicola protettiva per batterie al litio per migliorarne le performance. 

Energizer fungerà da acceleratore di queste realtà, alle quali fornirà supporto metodologico, finanziario e logistico. Inoltre, Energizer agisce anche da osservatorio di riferimento per le evoluzioni in atto in questo specifico segmento di mercato.

 

Vuoi conoscere piu da vicino Joule e scoprire i suoi programmi di formazione e accelerazione? Visita il sito e richiedi maggiori informazioni.


 

Maker Faire Rome – The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter:ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.

MAKER FAIRE ROME 2021 PARTNER

Promosso e organizzato da

Con il supporto di

In collaborazione con

Con il patrocinio di

In partnership con

MAIN PARTNER

GOLD PARTNER

Silver partner

BRONZE PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER

MAIN MEDIA PARTNER PRESS & DIGITAL

TECHNICAL MEDIA PARTNER

MEDIA PARTNER

CONTENT PARTNER

FOOD INNOVATION PARTNER

è organizzato indipendentemente ed opera sotto licenza di
Maker Media inc. È un evento

COSA È MAKER FAIRE

Maker Faire Rome è un evento che facilita e racconta l’innovazione tecnologica connettendo le persone e le idee. Una piattaforma in grado di coinvolgere gli appassionati di innovazione in percorsi di co-progettazione, apprendimento, formazione e matchmaking. La manifestazione vuole diffondere la cultura dell’Open Innovation consentendo al sistema produttivo di ricorrere a idee, soluzioni, strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno e dal basso, attraverso una connessione virtuosa tra innovatori, creativi, startup, aziende, studenti, università e istituti di ricerca. Maker Faire Rome è il luogo in cui i protagonisti dell’innovazione europea si incontrano, si confrontano, scoprono le novità e fanno affari.

© 2022 Maker Faire Rome - The European Edition
Innova Camera - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.IVA e C.F 10203811004 - www.innovacamera.it
Privacy policy