Tickets coming soon
An event powered by
Cerca
Close this search box.

rilasciata la prima mappa geologica completa del nostro satellite

Digitale e online, sarà utile per le prossime missioni umane!

 

Se il vostro sogno era poter studiare la superficie lunare nel dettaglio, adesso ne avete l’opportunità.

 

  • I colori della Luna in technicolor!

 

La USGS – United States Geological Survey, l’agenzia geologica statunitense ha appena diffuso la prima mappa geologica completa della Luna. La mappa e’ stata generata unendo le vecchie mappe dell’era Apollo con i dati più recenti raccolti dai satelliti.

Rosso, rosa shocking, rosa cipria, lilla, blu oltremare e azzurro, con spruzzate di giallo e verde acido. E’ una Luna in technicolor quella che appare nella mappa geologica, un documento che fornisce un quadro davvero ampio e preciso del nostro satellite in scala 1:5.000.000 . I codici colore consentono di identificare con facilità le specificità del terreno, inclusi i vari tipi di crateri, le pianure, le valli desertiche e così via.

 

NASA/GSFC/USGS
NASA/GSFC/USGS

 

I ricercatori hanno messo a punto un metodo unico per descrivere la stratificazione del suolo, mentre nelle mappe precedenti si potevano trovare nomi di roccia, descrizioni e datazioni a volte discordanti.

La mappa sarà uno dei documenti essenziali per i prossimi programmi di esplorazione lunare, come le missioni umane del programma Artemide, ma punta anche a un pubblico più ampio:

  • divulgatori
  • insegnanti
  • studenti
  • appassionati

Si può consultare online  qui  alla risoluzione massima; qui invece la pagina di partenza, con tutte le spiegazioni allegate. Si va dai crateri e le formazioni di periodo copernicano, i più recenti, a quelli di periodo eratosteniano, imbriano o pre-nettariano. Spiccano ovviamente i diversi “mari”, come il Frigoris, l’Imbrium e il Serenitatis.

Sono nomi probabilmente ignoti ai più: indicano la scala dei tempi geologici lunari, vale a dire l’affascinante suddivisione della storia lunare in base alle ere geologiche attraversate a partire dalla sua formazione, stimata in 4,5 miliardi di anni fa.

 

fonti: Ansa, Esquire


 

Maker Faire Rome The European Edition si impegna da ben otto edizioni a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Seguici, iscriviti alla nostra newsletter: ci impegniamo a fornirti le informazione giuste per approfondire i temi di tuo interesse.