Spingersi oltre il limite con le pinne da apnea di Vesvius

Delle speciali pinne da apnea realizzate con materiali compositi avanzati

Un mix tra artigianato, tecnologia e innovazione che sfrutta le potenzialità dei materiali compositi avanzati per dar vita a prodotti di qualità superiore, sicuri e rispettosi dell’ambiente

 

Quello di “limite” è un termine che si apre a diverse interpretazioni e può assumere significati opposti: una barriera invalicabile o, come preferiamo interpretarlo noi di Maker Faire, può esser qualcosa di positivo, che rappresenta un passaggio, un andare oltre.

Senza questa seconda interpretazione, probabilmente, non sentiremmo parlare di innovazione. Innovare significa infatti alterare l’ordine delle cose stabilite per creare qualcosa che prima non esisteva e per farlo è necessario oltrepassare il limite del conosciuto.

Questa è anche l’idea portata avanti dall’azienda Vesvius che con il suo progetto sui materiali compositi avanzati “sta andando dove nessuno è ancora arrivato”.

Vesvius sarà presente a Maker Faire Rome 2022 e presenterà le sue speciali pinne pensate per supportare professionisti ed amatori nella gestione dello sforzo e del fiato durante le sessioni di apnea.

Le pinne Vesvius coniugano alla perfezione artigianato, tecnologia e innovazione, garantendo al contempo comfort e sicurezza agli utilizzatori e rispetto per l’ambiente.

La produzione delle pinne avviene interamente in Italia, per essere precisi tra il Golfo di Napoli e la costiera amalfitana, e segue un approccio Six-Sigma. Quest’ultimo permette una valida ripetibilità di ogni fase produttiva e di assemblaggio, assicura alti standard qualitativi e allo stesso tempo riduce gli sprechi e abbatte la produzione di CO2.

I materiali compositi con cui sono realizzate le pinne fondono insieme le caratteristiche di più materiali con lo scopo di ottenere nuove e migliori proprietà fisiche e meccaniche. Tra i più evoluti a disposizione, sono diffusi soprattutto in quei contesti di nicchia in cui sono necessarie elevate prestazioni.

Nello specifico, si tratta di composti di fibre di varia origine – nel caso di Vesvius viene utilizzato il carbonio – inglobati in una matrice di resina che non ha compiti di resistenza meccanica, ma garantisce la coesione tra le fibre di uno stesso strato e quelle degli strati adiacenti.

Tutto ciò fa sì che le parti interessate diventino ancora più consistenti, robuste, compatte e resistenti, specialmente se sottoposte ad urto.

Il lavoro sui materiali compositi prevede la conoscenza dei singoli ingredienti per poter poi ottenere un mix ottimale. Le pinne Vesvius nascono infatti dalla ricerca delle migliori fibre di carbonio, preimpregnate con resine epossidiche, modificate alle nano-tecnologie. Il sistema di reticolazione per la produzione del laminato è unico nel suo genere, ingegnerizzato e prodotto esclusivamente per Vesvius. Ciò garantisce un rapporto fibra-matrice estremamente alto, riducendo al minimo le difettosità che potrebbero indebolire la struttura.

Questa continua ricerca sulle materie prime, unita al rispetto della trasformazione delle stesse, rende le pinne Vesvius un’attrezzatura affidabile e dalle prestazioni superiori.

Vesvius vi aspetta insieme a tanti altri protagonisti del mondo dell’innovazione a Maker Faire Rome, dal 7 al 9 ottobre presso il Gazometro Ostiense.

 


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, startup e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere il proprio business, in Italia e all’estero.

Visita Maker Faire Rome dal 7 al 9 ottobre al Gazometro Ostiense. Info e biglietti https://makerfairerome.eu/it/biglietti/.