Tickets coming soon
An event powered by
Cerca
Close this search box.

Esplorazione spaziale: l’ultimo volo di Ingenuity e 5 cose da sapere

5 cose da sapere su Ingenuity, il velivolo nasa che ha appena concluso la sua attività

La missione di Ingenuity si è conclusa, lunga vita a Ingenuity. Una vita breve ma intensa per il velivolo per l’esplorazione di Marte che ha superato ogni aspettativa

Ingenuity Mars, il piccolo velivolo per l’eplorazione di Marte progettato dalla NASA, ha recentemente concluso la sua missione di tre anni sul pianeta rosso dopo aver subito danni alle pale del rotore durante un volo.

Ingenuity, che ha avuto una vita breve ma intensa, ha concluso la sua missione di quasi tre anni sul pianeta rosso dopo aver superato le più rosee aspettative che si riponevano nel suo lavoro e nelle informazioni che sarebbe stato in grado di offrire.

La fine di una gloriosa carriera

Lanciato nel 2021, era stato originariamente progettato per eseguire fino a cinque voli di prova sperimentali nell’arco di 30 giorni. Il 18 gennaio scorso, dopo il suo 72esimo volo, ha trasmesso un’immagine sulla Terra che mostrava che una parte delle pale gemelle del rotore si era rotta, impedendone il funzionamento.

Il team NASA, in un comunicato stampa all’inizio di questo mese, ha quindi confermato che il piccolo velivolo autonomo ha finito di esplorare il pianeta rosso e lo ha ringraziato per l’eccellente servizio: “quell’eccezionale elicottero ha volato più in alto e più lontano di quanto avessimo mai immaginato e ha aiutato la Nasa a fare ciò che sappiamo fare meglio: rendere possibile l’impossibile. Attraverso missioni come Ingenuity, la Nasa sta aprendo la strada ai futuri voli nel nostro sistema solare e all’esplorazione umana più intelligente e sicura su Marte e oltre”, ha affermato l’amministratore della Nasa Bill Nelson.

Ingenuity Mars Helicopter in volo su Marte in una immagine non datata rilasciata dal Jet Propulsion Laboratory in Pasadena, California. (foto: NASA JPL-Caltech)

Cinque fatti su Ingenuity

Ecco cinque cose interessanti su Ingenuity Mars che forse non sai e che spiegano perchè ha fatto la storia 

E’ leggerissimo

Ingenuity era dotato di quattro pale in fibra di carbonio appositamente realizzate, disposte in due rotori che ruotavano in direzioni opposte a circa 2.400 giri al minuto, significativamente più veloci di un elicottero passeggeri. Per l’alimentazione, era dotato di celle solari innovative e batterie.

Era importante fosse leggero, perché la sottile atmosfera di Marte rende difficile ottenere una portanza sufficiente, e infatti pesava appena circa 1,8 kg. Poiché l’atmosfera di Marte è meno densa del 99% rispetto a quella terrestre e quindi la leggerezza era fondamentale, le pale del suo rotore erano significativamente più grandi e ruotavano molto più velocemente di un elicottero della stessa massa sulla Terra.

Un esperimento a se’

Ingenuity era un esperimento e non trasportava alcuno strumento scientifico di supporto al Perseverance, cui era agganciato. La sua è sempre stata considerata una missione separata da quella di Perseverance.. È stato inviato su Marte per eseguire test di volo sperimentali che potrebbero aiutare a capire se il volo motorizzato e controllato su Marte fosse una possibilità. Aveva bisogno di Perseverance per aiutare con le comunicazioni con la Terra ma le informazioni che ha raccolto sono state parte di un progetto interamente separato.

I primi cinquie voli sono stati di prova; i successivi – complessivamente, sono stati 72 –  ha iniziato a esplorare il pianeta per dimostrare come lo scouting aereo potrebbe aiutare nella futura esplorazione di Marte e di altri mondi.

I dati dei suoi voli sono stati utilizzati anche per aiutare a decidere se i piccoli elicotteri potessero essere utilizzati per imbarcazioni scientifiche completamente autonome che trasportano carichi utili di strumenti. Secondo la Nasa, in futuro il lavoro di Ingenuity potrebbe aiutare gli astronauti ad esplorare Marte.

Inoltre, le immagini scattate dall’elicottero hanno aiutato l’esplorazione del cratere Jezero da parte del rover Perseverance.

Primo volo storico, un omaggio ai Fratelli Wright

L’Ingenuity è stato il primo velivolo della storia a effettuare un volo controllato e a motore su un altro pianeta. È interessante notare che, 117 anni dopo che i fratelli Wright riuscirono a effettuare il primo volo,  Ingenuity ha compiuto un’impresa storica in un altro mondo.

L‘aeroporto marziano su cui ha avuto luogo il volo si chiamava Wright Brothers Field, per onorare il loro contributo al mondo dell’aviazione.

La Nasa ha anche rivelato che Ingenuity contiene un campione del primo aereo dei fratelli Wright: un pezzetto di ala del primo aereo dei fratelli Wright, il Flyer, che si alzò in volo nel dicembre 1903. Il Flyer fu il primo aereo a motore a decollare e atterrare con successo.

E’ durato più del previsto

I 30 giorni di volo previsti sono diventati 3 anni, durante i quali Ingenuity non solo è stato il primo velivolo a effettuare un volo controllato su un altro pianeta, ma ha fatto anche da scout per il rover Perseveranc

La missione di Ingenuity è infatti durata quasi 1.000 giorni marziani, ovvero oltre 33 volte più a lungo di quanto originariamente previsto, e per giunta affrontando difficoltà e imprevisti.- Durante questo periodo, Ingenuity è stato aggiornato con la capacità di scegliere autonomamente i siti di atterraggio su terreni estremamente difficili, ha saputo gestire il problema della ‘morte’ di un sensore, si è ripulito dopo tempeste di polvere, ha operato da 48 diversi aeroporti, ha eseguito tre atterraggi di emergenza ed è persino sopravvissuto a un rigido inverno marziano. , 

Il suo nome si deve a una studentessa

Il nome “Ingenuity” fu originariamente proposto da una studentessa delle scuole superiori Vaneeza Rupani di Northport, Alabama, per il rover Mars 2020, prima che fosse chiamato Perseverance. Tuttavia, il nome scelto piacque cosi tanto che si decise di chiamare cosi l’elicottero esploratore che avrebbe accompagnato Perseverance..

Arrivederci Ingenuity, sei stato un amico prezioso. Promettiamo che la tua eredità non andrà perduta, è troppo importante – come mostra il video che segue: 

La prossima missione per Marte: Artemis

Artemis è il primo passo nella prossima era dell’esplorazione umana. Insieme a partner commerciali e internazionali, con la missione Artemis, in partenza nel 2025, la NASA stabilirà una presenza sostenibile sulla Luna per preparare le missioni umane su Marte.

Con le missioni Artemis, la NASA farà sbarcare la prima donna e la prima persona di colore sulla Luna, utilizzando tecnologie innovative per esplorare una superficie lunare mai vista prima. La missione è sviluppata in collaborazione con partner commerciali e internazionali e stabilirà la prima presenza a lungo termine sulla Luna. Ciò che si imparerà sulla Luna sarà utilizzato per compiere il prossimo passo da gigante: inviare i primi astronauti su Marte.

L’esplorazione di Marte a Maker Faire Rome 

Maker Faire Rome ospita sempre anche progetti dedicati al tema dell’esplorazione spaziale, e cosi workshop e speech che illustrano lo stato dell’arte, in collaborazione con NASA e ESA. La Opening Conference dell’edizione 2019 ha avuto il piacere di ospitare Alejandro Miguel San Martin, ingegnere NASA coinvolto nella missione Curiosity. Nel video, il suo intervento, “Life on Mars”:

 

Sei appassionatə di esplorazione spaziale? Qui nel blog e nei nostri eventi riserviamo sempre attenzione alle novità e ai progetti di NASA e ESA. Seguici per restare sempre aggiornatə!

fonte: NASA

immagine di copertina:  NASA/JPL-Caltech


 

Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma, si impegna fin dalla sua prima edizione a rendere l’innovazione accessibile e fruibile, offrendo contenuti e informazioni in un blog sempre aggiornato e ricco di opportunità per curiosi, maker, PMI e aziende che vogliono arricchire le proprie conoscenze ed espandere la propria attività, in Italia e all’estero.

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, YouTube) e  iscriviti alla nostra newsletter: ti forniremo solo le informazioni giuste per approfondire i temi di tuo interesse.